Ricerca x1 pubblico

Torino - 13/03/2014 : 22/03/2014

Per il terzo focus della stagione Arte Transitiva 2014 di Stalker Teatro, alle Officine CAOS di Torino, quattro compagnie di danza torinesi – Cie La Bagarre, Grimaco Movimentiumani, Rebecca Rossetti e Tecnologia Filosofica - si mettono in gioco per ridefinire il concetto di ricerca in rapporto agli spettatori e ai loro stessi colleghi.

Informazioni

  • Luogo: OFFICINE CAOS
  • Indirizzo: Piazza Eugenio Montale 18a - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 13/03/2014 - al 22/03/2014
  • Vernissage: 13/03/2014 ore 21
  • Generi: serata – evento, danza
  • Biglietti: 13-14-15 marzo Biglietto unico 2 € PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA 21-22 marzo Intero 9 € Ridotto 7 € (over 60, under 18, studenti con tessera universitaria, tessera AIACE, residenti Circoscrizione 5, tessera Rete Culturale Virginia, tessera Officine CAOS)

Comunicato stampa

STALKER TEATRO
presenta
RICERCA X 1 PUBBLICO | focus #3
con
Erika Di Crescenzo / Cie La Bagarre + Carlotta Scioldo
Elena Pisu / Grimaco Movimentiumani
Francesca Cinalli, Paolo De Santis / Tecnologia Filosofica
Rebecca Rossetti

13,14,15 e 21, 22 marzo 2014
Officine CAOS
piazza Montale 18, Torino

Troppo spesso si associa l’idea di ricerca teatrale alla solitudine di un laboratorio o di una sala prove, all’autoreferenzialità di lavori oscuri e distanti dal pubblico a cui si rivolgono


Per il terzo focus della stagione Arte Transitiva 2014 delle Officine CAOS, quattro compagnie di danza torinesi – Cie La Bagarre, Grimaco Movimentiumani, Rebecca Rossetti e Tecnologia Filosofica - si mettono in gioco per ridefinire il concetto di ricerca in rapporto agli spettatori e ai loro stessi colleghi.
Nel corso di due settimane, dal 10 al 22 marzo, condivideranno metodi e poetiche con altri danzatori, per poi aprirsi al confronto con il pubblico.
Il focus sarà composto da quattro diversi progetti di ricerca: “TENTATIVI VERGINI DI OSCENITÀ” di Erika Di Crescenzo / Cie La Bagarre, che, insieme a Carlotta Scioldo, riflette sul tema dell’osceno come categoria dello sguardo; “CORPOCENTRICO” di Elena Pisu / Grimaco Movimentiumani, che indaga le trasformazioni del corpo, come la crescita nell'età evolutiva, la gravidanza e la senilità; “L’INTERROGATORIO” di Rebecca Rossetti, che lavora sul rapporto fra codice linguistico e coreografico; “AS IT HAPPENS” di Francesca Cinalli e Paolo De Santis / Tecnologia Filosofica, che indagano i territori dell’istante proponendo un nuovo concetto di improvvisazione a partire proprio dallo sguardo degli spettatori/passanti.
Ogni progetto sarà sviluppato sia in momenti di lavoro individuale, che attraverso il confronto con gli altri coreografi e danzatori coinvolti in sessioni collettive.
Durante la prima settimana, la ricerca in progress delle compagnie sarà aperta a un pubblico ristretto di osservatori in tre serate - giovedì 13, venerdì 14 e sabato 15 marzo, alle ore 21.00 – a cui si potrà accedere solo su prenotazione. L’obiettivo è quello di aprire una finestra sul lavoro che precede e nutre il momento della messinscena (di solito l’unico accessibile al pubblico), per raccogliere le impressioni degli spettatori e ridurre la proverbiale distanza che li separa dai performer.
Al termine della seconda settimana, venerdì 21 e sabato 22 marzo, il risultato del lavoro delle quattro compagnie sarà invece aperto a tutto il pubblico, che potrà assistere a una staffetta di performance in scena a partire dalle 21.00.