Residenza d’Artista al Museo Carlo Zauli

Faenza - 05/10/2012 : 05/11/2012

Il Museo Carlo Zauli è lieto di annunciare la nuova mostra dei lavori in ceramica prodotti all'interno dei nostri laboratori nell'ambito del progetto Residenza d'Artista nel biennio 2011/12.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO CARLO ZAULI
  • Indirizzo: Via Della Croce 6 - Faenza - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 05/10/2012 - al 05/11/2012
  • Vernissage: 05/10/2012 ore 19
  • Generi: collettiva, arti decorative e industriali
  • Email: museocarlozauli@gmail.com

Comunicato stampa

ESIDENZA D'ARTISTA al museo carlo zauli

workshop di ceramica nell'arte contemporanea anno 2012 - IX edizione

5 ottobre 2012

ore 19.00 dal Museo Carlo Zauli a luoghi vari

Via Croce 6 – Faenza

INAUGURAZIONE MOSTRA

SALVATORE ARANCIO a cura di Guido Molinari

DANIEL SILVER a cura di Marco Tagliafierro

CHRISTIAN FROSI e DIEGO PERRONE in collaborazione con CNR - Istituto di Scienza e Tecnologia dei Materiali Ceramici

GIOVANNI GIARETTA in collaborazione con Fondazione Bevilacqua La Masa

DAVIDE VALENTI premio speciale Artelaguna 2011


con il sostegno di:

Comune di Faenza

Regione Emilia Romagna

Banca di Romagna

Coop. Ceramica Imola

Coop Adriatica


in collaborazione con:

Fondazione Bevilacqua La Masa Venezia

Premio Artelaguna Venezia

CNR - Istituto di Scienza e Tecnologia dei Materiali Ceramici - Faenza


con studenti provenienti da:

Accademia Belle Arti Bologna

Accademia Belle Arti Venezia

Accademia S. Giulia di Brescia

ISIA Faenza

Istituto Ballardini Faenza


Il Museo Carlo Zauli è lieto di annunciare la nuova mostra dei lavori in ceramica prodotti all'interno dei nostri laboratori nell'ambito del progetto Residenza d'Artista nel biennio 2011/12, mostra che inaugurerà il 5 ottobre prossimo in luoghi inediti della città.

Attraverso questa formula di residenza Matteo Zauli, direttore del museo, ha riprogettato il laboratorio che fu di suo padre, ricreando, con strumenti attuali, la vitalità e l’incontro tra artisti che ne avevano caratterizzato l'atmosfera sin dal 1949.

Il laboratorio di Carlo Zauli torna così a essere un punto di ricerca nell'ambito del contemporaneo, e di unione di grandi artisti con il nostro territorio.

Attraverso l'invito a utilizzare la ceramica con uno spirito totalmente inedito, quello di un'artista che non l'ha mai utilizzata e non ne conosce i limiti, si viene spinti in continui esperimenti dagli esiti molto spesso sorprendenti.

Il risultato di questi ultimi due anni di lavoro è una mostra che presenta cinque artisti con diversissimi percorsi artistici e approcci espressivi (video, fotografia, scultura, performance) accomunati dall'incontro con un luogo e dalla sperimentazione con il mezzo ceramico, che nessuno di loro utilizza abitualmente.

La mostra, che si svolgerà come sempre in luoghi inediti della città, ancora in definizione, è inserita nella settimana italiana del contemporaneo promossa da Amaci, e nell'ambito del cartellone faentino Kart, dedicato all'arte contemporanea.

La mostra verrà accompagnata da una pubblicazione, che raccoglie le testimonianze per ognuno dei workshop.

Dal 2003 il Museo Carlo Zauli porta avanti il progetto Residenza d'Artista che prevede l'incontro fra un'artista, scelto da un curatore, la città di Faenza e il materiale ceramico. L'artista, con la supervisione di un tutor ceramista e di un gruppo di studenti del territorio e delle migliori accademie d'Italia, avvia un percorso che termina con la produzione di lavori, percorso ogni volta diverso, che rende ogni residenza un evento unico. Uno dei pezzi prodotti in residenza entra in collezione al museo, contribuendo a lasciare un tangibile segno del lavoro in città, mentre l'altro, di proprietà dell'artista, diventerà mezzo di diffusione del nostro lavoro nel mondo dell'arte contemporanea. La partecipazione degli studenti al processo creativo e di realizzazione, coinvolti molte volte essi stessi a ideare e creare un loro pezzo in ceramica, porta avanti la forte attitudine didattica del museo. Periodicamente i lavori prodotti dal museo vengono presentati con una mostra e una pubblicazione.

Sono stati ospiti delle precedenti edizioni:

Bruno Peinado a cura di Viola Emaldi - Sergia Avveduti, Pierpaolo Campanini, Gianni Caravaggio, David Casini, Alberto Garutti, Francesco Gennari, Piero Golia, Eva Marisaldi, Mathieu Mercier, Maurizio Mercuri, Marco Samorè, Luca Trevisani, Sislej Xhafa
 a cura di Daniela Lotta

______________________________________________________________________________________

SALVATORE ARANCIO è nato a Catania nel 1974. Vive e lavora a Londra. Ha studiato Fotografia al Royal College of Art di Londra. Le sue mostre recenti includono: “Brightlight/Darklight”, American Academy in Rome, 2012; “An Arrangement of the Materials Ejected”, Spacex, UK, 2011; “To See an Object to See a Light”, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Guarene d’Alba, 2011; Shasta, Federica Schiavo Gallery, Roma, 2011; “Sentinel”, Palazzo Riso - Museo d'Arte Contemporanea della Sicilia, Palermo, 2011; “SI-Sindrome Italiana”, Le Magasin - Centre National d’Art contemporain de Grenoble, Francia, 2010; “Catastrophe? Quelle Catastrophe!” Manif d’Art 5, The Quebec City Biennial, Engramme, Quebec City, Canada, 2010; “An Account of the Composition of the Earth’s Crust: Dirt Cones and Lava Bombs”, Frame, Frieze Art Fair, Londra, UK, 2010; Prague Biennale 4, Karlin Hall, Praga, Repubblica Ceca, 2009; “I giovani che visitano le nostre rovine non vi vedono che uno stile”, GAM-Galleria d’Arte Moderna, Torino, 2009. Arancio ha vinto il premio The Elephant Trust, Londra e l’Art Omi International Artists Residency, Ghent, NY, nel 2011 e il Premio ‘New York’ nel 2009. Nel 2012 è stato selezionato per [email protected], European Ceramic Work Centre Artist Residency, ‘s-Hertogenbosch, Olanda; Wysing Arts Center Artist Residency, Cambridge, UK; la Residenza d’Artista e workshop di ceramica del Museo Carlo Zauli, Faenza.

CHRISTIAN FROSI è nato a Milano nel 1973. Vive e lavora a Milano. Ultime mostre personali 2010 Galleria d’Arte Contemporanea Francesco Pantaleone, Palermo 2009 ZERO..., Milano 2008 Castello di Rivoli, Turin (Fellowship for Young Italian Artists) 2007 Ambient Tour, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Turin, curated by Ilaria Bonacossa. Ultime mostre collettive 2012(R)EXISTENZ / 3D2D. TRIDIMENSIONS TODA, Complesso del Chiostro di S. Agostino, Palazzo Panichi e Piazza, Pietrasanta Silenzi in cui le cose si abbandonano, MSU Zagreb in collaboration with Diego Perrone Ceci n'est pas du Cinema, Video screenings, Castello di Rivoli “Museo d’Arte Contemporanea”, at Museo del Cinema, Torino, When Attitudes Became Form Become Attitudes, CCA Wattis Institute, San Francisco (upcoming) 2011 Premio Internazionale Giovane Scultura Fondazione Francesco Messina – II Edizione, Materima, Casalbeltrame A new world, Dolomiti Contemporanee, Belluno segalega, ZERO…, Milano 2010 Premio Moroso per l’arte contemporanea, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea Monfalcone, Eroina,
Upload Art Project, Trento, SI - Sindrome Italiana, la jeune creation artistique italienne, Magasin - Centre National d'Art contemporain de Grenoble, Grenoble, Real Estate, ZERO…, Milano, Entre glace et neige. Processi ed energie della natura, Centre Saint Bénin, Aosta, 2009 Italian Open!, Annet Gelink Gallery, Amsterdam 1989 – 2009. Overview, Celebration, Critique, Galleria Civica, Trento, Il cielo in una stanza, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea Monfalcone, Emerging Talents Award, Palazzo Strozzi, Centro di Cultura Contemporanea Strozzina, Florence. Premi 2010 Premio Moroso per l’arte contemporanea 2007 Borsa per Giovani Artisti Italiani, Castello di Rivoli

DIEGO PERRONE è nato a Asti nel 1970. Vive e lavora a Asti, Milano e Berlino. Ultime esposizioni personali 2010 Una Mucca Senza Faccia Rotola nel Cuore, a cura di Giovanni Iovane e Helmut Friedel, Fondazione Brodbeck, Catania, 2009 Il Merda - parte prima (paesaggi), Galleria Massimo De Carlo, Milano Ultime mostre collettive 2012 Silenzi in cui le cose s'abbandonano, The Museum of Contemporary Art, Zagabria, HR 2011 Artissima Lido, Artissima, Torino, I Mina a mano amata, Studio Silvia Geddes, Roma, I Animated Worlds European contemporary animations, Pori Art Museum, Pori, FIN, 2010 La scultura italiana del XXI secolo, a cura di Marco Meneguzzo, Fondazione Arnaldo Pomodoro, Milano, I SI - Sindrome Italiana, a cura di Yves Aupetitallot, Magasin - Centre National d'Art Contemporain, Grenoble, F 21x21. 21 artisti per il 21° secolo, a cura di Francesco Bonami, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, I. Catalogo 2009 Italian Open, Annet Gelink Gallery, Amsterdam, NL Cocker Spaniel, Kunstalle zu Kiel, Kiel Assenze/Presenze, a cura di Alberto Salvadori, Museo Marini, Firenze, I Esposizione Universale - L’arte alla prova del tempo, a cura di Giacinto Di Pietrantonio, GaMeC, Bergamo (BG), I Amare le persone destinate alle tue cose, Caserma Cavalli, Torino,

“Abbiamo iniziato a collaborare nel 2009, in veste di artisti e curatori; nel 2010 la nostra collaborazione si è focalizzata su tre parole chiave di ricerca: Età, Istruzione e Italia.Abbiamo realizzato un viaggio su tutto il territorio italiano toccando 30 città, cercato e conosciuto persone, organizzazioni e situazioni nuove sul territorio che gestiscono spazi e contesti attivi nell’arte e nella cultura contemporanea. Non ci siamo privati del piacere fisico di attraversare luoghi meravigliosi, ma non eravamo interessati a documentare il paesaggio. Abbiamo conservato ciò che le persone ci hanno raccontato, ciò che abbiamo visto nelle loro invenzioni e nelle loro idee. 
Il livello di generosità, passione e impegno, non è solo nei più giovani, dove è quasi ovvio trovarne, ma si vede anche in una fascia di artisti e curatori più maturi. Il tutto purtroppo, tranne casi eccezionali ed eroici, avviene al di fuori e ben lontano dalle accademie.”

Dopo la laurea in Progettazione e Produzione delle Arti Visive all'Università IUAV di Venezia, GIOVANNI GIARETTA nel 2010 ha preso parte al programma di residenze della Dena Foundation for Contemporary Art a Parigi. Tra le mostra collettive: To see an object, to see the light, a cura di Ginny Kollak, Padraic E. Moore, Pavel S. Pys, Palazzo Re Rebaudengo in Guarene d’Alba, Cuneo 2011; 100 Drawings Against The Vietnam War, a cura di Komplot e Le Commissariat, Brussels, 2011; Luna park party, Perdaxius, a cura dell’associazione Cherimus, 2010; L’arpa Magica, Lucie Fontaine, Milano, 2010; Titolo Grosso, Cripta 747, Torino, 2010; I sette arcobaleni, a cura di Matteo Rubbi, Careof, Milano, 2008. Tra gli eventi, De Arte Disputatio. Interludium, a cura di Milovan Farronato, MiArt, Milano 2010. Nel 2010 ha curato Kosmograph, un progetto speciale per 2video undo.net

DANIEL SILVER è nato a Londra nel 1972 dove vive e lavora. Ultime personali 2012 Galleria Suzy Shammah, Milano 2011 Acne, London, Letting go, AMP, Athens, Coming Together, Kunsthaus Glarus, Glarus (Switzerland) 2010 The Smoking Silver Fathers Figures, Frieze Sculpture Park, London 2009 Studies for Adam and Eve, Cabinet #4, SE8, London, Lionz in Zion, Galleria Suzy Shammah, Milan Ultime collettive 2012 WHO'S BEEN HERE, Bukowskis, Stockholm 2011 Among flesh, Alison Jacques Gallery, London, Newspeak: British Art Now, Saatchi Gallery, London, 2010 We Will Live, We Will See, curated by P. S. Pys, Zabludowicz Collection, London Savage Messiah, curated by R. Tufnell and M. Cotton, Rob Tufnell at 1 Sutton Lane, London Self-Similar / seen somewhere else at the same time, curated by G. Unsworth, Galerie de Expeditie, Amsterdam, British Sculpture: Landscape in Sculpture as Object, Connaught Brown, London, No New Thing Under the Sun, The Royal Academy of Arts, London Head, The approach, London Sensitivity Questioned, curated by I. Fokianaki, Ileana Tounta Contemporary Art Centre, Athens L'uomo ridotto, Brown Project Space, Milan The Cannibal’s Muse, curated by M. Henry, Patricia Low Gallery, Gstaad (Switzerland) The Big Ripoff, Camden Art Centre, London Psychic Geography, Workplace Gallery, Gateshead (UK) Ibrido, PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Milan Milestone, Yorkshire Sculpture Park and Pier Centre, Orkney (UK) Profusion, curated by S. Kyriacou and J. Plowman Calke Abbey, Derbyshire (UK).

DAVIDE VALENTI è nato ad Agrigento nel 1978, vive e lavora a Milano. Fra le mostre personali: 2011 Mafia, un altro mondo. Prima pubblicità del male. Placentia Arte, Piacenza, 2008 God is a palindrome. Galleria Placentia Arte, Piacenza. Fra le collettive: 2012 Corpi Scomodi, festival della performance. Cantù, Ma nessuno mai! Verso nuove tracce di contaminazione mediale. Spazio Natta, Como, 2011 Fratelli d’italia, Palazzo Farnese, Piacenza, 2011 5° Biennale di Praga, YICCA, Factory-Art Gallery, Berlino, Premio Arte Laguna, Arsenale, Venezia, Festarte Videoart Festival, MACRO, Roma, 2010 Anni 00, il decennio irreale. Galleria Famiglia Margini, Milano. Premi: 2011 Residenza d’artista presso il Museo Carlo Zauli, Vincitore YICCA, International Contest of Contemporary Art, Premio Speciale, Premio Internazionale Arte Laguna, 2010 Finalista Festarte Videoart Festival.