Re:Search _ Landscape Of Practices

Collegno - 27/05/2017 : 28/05/2017

Negli spazi della Lavanderia a Vapore di Collegno, il progetto Workspace_Ricerca X torna con una nuova apertura al pubblico. LANDSCAPE OF PRACTICES, nell’arco di due interi pomeriggi, si propone come un vero e proprio simposio di pratiche artistiche, con un formato più unico che raro nel panorama della danza e del teatro di ricerca in Italia.

Informazioni

  • Luogo: LAVANDERIA A VAPORE
  • Indirizzo: Cso Pastrengo 51, 10093 - Collegno - Piemonte
  • Quando: dal 27/05/2017 - al 28/05/2017
  • Vernissage: 27/05/2017 ore 16
  • Generi: incontro – conferenza
  • Orari: sab 27 maggio, 16.00 > 19.00 | dom 28 maggio, 12.00 > 19.00

Comunicato stampa

Sabato 27 e domenica 28 maggio 2017, negli spazi della Lavanderia a Vapore di Collegno, il progetto Workspace_Ricerca X torna con una nuova apertura al pubblico. LANDSCAPE OF PRACTICES, nell’arco di due interi pomeriggi, si propone come un vero e proprio simposio di pratiche artistiche, con un formato più unico che raro nel panorama della danza e del teatro di ricerca in Italia

Prima dell’idea di spettacolo come prodotto finito, ma oltre il concetto di work in progress o studio preliminare, LANDSCAPE OF PRACTICES vuole essere una finestra sulla bottega interiore degli artisti, attraverso cui gli spettatori sono invitati a sbirciare.
Dalle 16 alle 19 di sabato e dalle 12 alle 19 di domenica, saranno aperti gli spazi del teatro, del foyer e degli studi della Lavanderia a Vapore. In una sorta di visita itinerante o guidato vagabondaggio, il pubblico si imbatterà in varie lecture-performance, che con diverse modalità presenteranno un arcipelago di materiali, pensieri, esperimenti e percorsi di ricerca degli artisti ospitati nel 2017 nell’ambito di Workspace_Ricerca X. Un paesaggio, appunto, di pratiche artistiche a cui affacciarsi con sguardo aperto e curioso, in un dialogo da cui trarre, ma anche donare, spunti e conoscenza.
Si comincerà sabato con Sara Manente, artista italiana che lavora in Belgio, e il suo progetto sulle “danze da leggere”; con le mappe di rappresentazione della realtà e la ricerca sulla composizione in tempo reale di Lucia Palladino (con Alice Ruggero); e con Amina Amici (insieme a Cinzia Sità e Francesca Cinalli), affascinata dal ruolo delle mani come strumento di trasmissione. Domenica si entrerà nel salotto di Francesco Dalmasso (con Elisa D'Amico e Alessio Mazzaro), che indaga simultaneità e dialettica assenza/presenza con un divano e una video chat. Con Claudia Adragna si tracceranno traiettorie fra utile, inutile e vendibile, mentre con Donatella Morrone si tornerà a indagare i concetti basilari dello spazio sulla scorta di Kandinskij. Francesco Collavino porrà invece l’accento sull’idea di catastrofe come elemento (anche creativo) di cambiamento, mentre Francesca Antonino si occuperà di dar voce ai segni del tempo e Margherita Landi sperimenterà con rigore scientifico la sincronicità junghiana. Di spazi, confini e identità si occuperà infine Dario La Stella (con Valentina Solinas), impegnato in un progetto nell’ambito del Festival Architettura in Città 2017.

Agli artisti di Workspace_Ricerca X si aggiungono poi, in uno scambio davvero interdisciplinare con campi del sapere apparentemente molto distanti, il professore di geografia politico-economica Carlo Salone, che intreccerà sviluppo territoriale e arte, e il fisico nucleare Mario Benassai, che dimostrerà come ricerca artistica e metodo scientifico - fra intuizioni soggettive, verifiche pubbliche e comunità di riferimento – non siano poi così diversi.

Il progetto Workspace_Ricerca X, ideato e diretto da Carlotta Scioldo e Erika Di Crescenzo (associazione culturale StandOrt), ha come obiettivo la creazione di una piattaforma per lo sviluppo e il sostegno della ricerca artistica, in particolare nel campo della performance e della danza. Ispirandosi ad alcune innovative esperienze europee, si intende dar vita a uno spazio in cui gli artisti, svincolati dall’incombenza della produzione, possano concentrarsi sulla propria traiettoria, e nello stesso tempo incoraggiare gli scambi tra giovani professionisti, pubblico, istituzioni e territorio. È un luogo aperto alla sperimentazione, allo studio, al dibattito, in cui scambio e orizzontalità plasmano il contenuto.
Workspace_Ricerca X è realizzato con il sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo (all’interno del progetto residenze coreografiche 3.0 alla Lavanderia a Vapore Collegno)
e in collaborazione con Università degli Studi di Torino, Peer-coaching Company Blu