ren.con.tre – Luigi Presicce

Bologna - 04/04/2014 : 04/04/2014

Il Teatro dell’Accademia, sarà lo scenario di un racconto in prima persona del lavoro di Luigi Presicce, una tra le personalità più interessanti della scena artistica contemporanea italiana, figura spesso definita “misterica” per la sua attività perfomativa che unisce misticismo e storia, classicità e attualità, alchimia e filosofia, nell’ambito di tableaux vivants accessibili solo da un numero limitato di spettatori.

Informazioni

Comunicato stampa

Incontro con l'artista
Luigi Presicce

Seminario ren.con.tre Reynold Reynolds Alis/Filliol Luigi Presicce Luca Trevisani
a cura di Lelio Aiello in collaborazione con Davide Rivalta e Giovanni Mundula
Si conclude con Luigi Presicce un altro ciclo di ren.con.tre, progetto del Dipartimento Arti Visive delll’Accademia di Belle Arti di Bologna a cura di Lelio Aiello in collaborazione con Davide Rivalta e Giovanni Mundula, pensato per offrire al pubblico e alle nuove generazioni di studenti un’opportunità di contatto diretto con gli artisti


Dopo gli incontri con Reynold Reynolds, Alis/Filliol e Luca Trevisani, il 4 aprile 2014 alle ore 11, il Teatro dell’Accademia, sarà lo scenario di un racconto in prima persona del lavoro di Luigi Presicce, una tra le personalità più interessanti della scena artistica contemporanea italiana, figura spesso definita “misterica” per la sua attività perfomativa che unisce misticismo e storia, classicità e attualità, alchimia e filosofia, nell’ambito di tableaux vivants accessibili solo da un numero limitato di spettatori.
Nato a Porto Cesareo (Lecce) nel 1976, Luigi Presicce vive e lavora a Milano e Porto Cesareo. Ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Lecce, ma il suo lavoro è stato decisamente influenzato dai suoi studi indipendenti. Nel 2007 ha partecipato al Corso Superiore di Arti Visive (CSAV) presso la Fondazione Antonio Ratti di Como con l'artista americana Joan Jonas. Nel 2008, nell’ambito di Artist in Residence, ha partecipato al workshop in Viafarini a Milano con l'artista americano Kim Jones. A Milano, nel 2008 ha fondato (con Luca Francesconi e Valentina Suma) Brownmagazine e in seguito Brown Project Space, per il quale cura la programmazione. Nel 2011 con Giusy Checola e Salvatore Baldi ha fondato a Lecce "Archiviazioni" (esercizi di indagine e discussione sul sud contemporaneo). Nel 2012 ha preso parte a Artists in Residence al MACRO, Roma. Con Luigi Negro, Emilio Fantin, Giancarlo Norese e Cesare Pietroiusti è coinvolto nel progetto Lu Cafausu, con il quale è stato invitato da AND AND AND a dOCUMENTA13, Kassel.
Ha realizzato performance presso la Fondazione Claudio Buziol, Venezia (2010), Thessaloniki Performance Festival, Biennale 3, Grecia (2011), Reims Festival Scènes d'Europe, Frac Champagne-Ardenne, Francia (2011), Màntica festival, Cesena (2011), MADRE, Napoli (2012), We Folk - Drodesera Festival, Centrale Fies, Dro (2012), 20 Jahre Werkraum Warteck PP Festival, Basilea (2013).
Ha vinto l’Epson Art Prize, Fondazione Antonio Ratti, Como (2007), Premio Talenti Emergenti, CCC Strozzina, Palazzo Strozzi, Firenze (2011), Long Play, MAGA, Gallarate (2012).
ren.con.tre