Refresh 01 – #Layers

Brescia - 22/10/2016 : 19/11/2016

Prima tappa di refresh progetto espositivo di Link Art Center: #LAYERS.

Informazioni

Comunicato stampa

refresh è un progetto d’indagine e aggiornamento in progress sull’arte contemporanea italiana che ha l’intento di confrontarsi con i temi, i linguaggi, le forme emerse nel corso della svolta digitale che ha connotato gli ultimi vent’anni. Il titolo del ciclo allude alla freschezza dei linguaggi e alla volontà di fornire un aggiornamento sugli sviluppi dell'arte recente. Tutti gli step di refresh presenteranno progetti e ricerche di artisti di generazioni differenti che abbiano iniziato la loro attività tra la fine degli anni Novanta e oggi, nell'intento di costruire, tappa dopo tappa, una mappatura generale dell'arte digitale italiana



Ogni mostra sarà accompagnata da una pubblicazione bilingue, in forza dell’attività editoriale di Link Editions.

refresh 01 - #LAYERS è la prima tappa di questo percorso: curata da Fabio Paris, inaugurerà a Brescia il 22 ottobre 2016 presso lo Spazio Contemporanea. Il titolo scelto fa riferimento ai vari modi in cui la complessità del digitale si manifesta nei lavori presentati in mostra: la distinzione tra codice e interfaccia nell’arte generativa e nella glitch art; i livelli di un’immagine digitale; la stratificazione di tempi diversi negli archivi della memoria digitale; la distinzione tra pubblico e privato, materiale e immateriale, visibile e invisibile.

All’insegna dell’hashtag #LAYERS, 12 artisti italiani saranno presenti in mostra: Marco Cadioli, Alessandro Capozzo, Alka Cappellazzo, Pier Giorgio De Pinto, Luca Grillo, IOCOSE, Eva e Franco Mattes, Kamilia Kard, Marco Mendeni, Filippo Minelli, Simone Monsi, Alice Palamenghi.

La scelta di concentrare #LAYERS su artisti italiani nasce dalla volontà di indagare due aspetti: da un lato come l'arte recente del nostro Paese si sia confrontata con i temi e i linguaggi del digitale, con una particolare attenzione alle relazioni e alla distribuzione geografica degli artisti; dall’altro per soddisfare l'intento di presentare queste ricerche a un pubblico internazionale.

A completamento della mostra, il Link Cabinet – la galleria online del Link Art Center – presenterà il progetto Untitled di Giovanni Fredi (a cura di Matteo Cremonesi , dal 22 ottobre 2016 online su www.linkcabinet.eu ). Il lavoro presentato è ispirato al Qingming Festival, festa sacra cinese in cui si bruciano oggetti di carta affinché raggiungano i defunti: alle origini erano soldi finti o preghiere, oggi sono soprattutto repliche in carta di oggetti di lusso, automobili, orologi e ogni modello di iPhone. Ed è proprio la scansione 3D dell’iPhone 4s 32GB di Giovanni Fredi ad ascendere, diario e custode della sua memoria dal Novembre 2011 a Luglio 2016 nonché simbolicamente anima tecnologica del suo proprietario.

Il Link Art Center è una piattaforma curatoriale fondata nel 2011 che promuove la ricerca artistica contemporanea e la riflessione critica sui temi dell’età dell’informazione, attraverso l’organizzazione di eventi, l’attività editoriale, la collaborazione e il networking con individui, gruppi, aziende e istituzioni a livello nazionale e internazionale.