Reality Check

Udine - 04/10/2014 : 22/12/2014

Ultra presenta “Reality Check”, una mostra collettiva ed un progetto internazionale di ricerca.

Informazioni

Comunicato stampa

Ultra presenta “Reality Check”, la nuova mostra collettiva con la curatela di Filippo Lorenzin che inaugurerà sabato 4 ottobre alle 18.00 in via Mantica 7/4 a Udine, negli spazi e con il supporto dello studio di comunicazione eflux

Essa vedrà la partecipazione di artisti di rilievo internazionale provenienti da differenti ambiti e culture, le cui opere spaziano attraverso le più diverse pratiche concettuali ed espressive: Zach Blas (Facial Weaponization Suite); Benjamin Grosser (ScareMail); Callum Haywood (We Know What You Are Doing); il collettivo IOCOSE (A Contemporary Portrait of the Internet Artist); Kate Rich (Feral Trade); Guido Segni (The Middle Finger Response); Sander Veenhof (Watch Your Privacy).

Il progetto si basa sull’urgenza di una ricognizione nei confronti del fenomeno di convergenza tra riflessioni artistiche e sociologiche rispetto ad alcune fra le più controverse problematiche correlate al dispiegarsi del web, inteso come fenomeno culturale e pratica quotidiana, individuale e di massa. Come, ad esempio, quelle culturalmente ed eticamente rilevanti che investono la privacy degli utenti, oppure il ruolo dei governi e delle grandi aziende nel controllo dei dati o, ancora, la presenza sempre più influente ed invasiva dei social network nel quotidiano di milioni di persone.

La mostra è stata concepita come un punto di partenza programmatico verso ulteriori sviluppi ed iniziative di confronto e di ricerca Per questo, l’intero progetto “Reality Check” rappresenta una piattaforma transmediale fondata su tre elementi. Oltre alla mostra collettiva, infatti, sarà presentato un Tumblr ufficiale del progetto – anch’esso a cura di Filippo Lorenzin per Ultra – la cui attività di approfondimento su questi temi andrà oltre la durata dell’evento espositivo. Inoltre, a breve è anche prevista la pubblicazione di un catalogo che, oltre al testo critico del curatore (“Quale battaglia all’interno del Web?”), conterrà anche l’introduzione di Michel Bauwens, uno dei massimi esperti e teorici mondiali di cultura digitale e sistemi economici alternativi.