Randa Mirza – Imaginary maps

Pisa - 20/03/2012 : 20/03/2012

L’artista Libanese Randa Mirza presenta il percorso compiuto durante la residenza di venti giorni tra Pisa e Venezia ospite della Fondazione Teseco per l’Arte e della Fondazione Bevilacqua la Masa (Venezia).

Informazioni

  • Luogo: CHIESA DI SANT'ANDREA
  • Indirizzo: via del Cuore - Pisa - Toscana
  • Quando: dal 20/03/2012 - al 20/03/2012
  • Vernissage: 20/03/2012 ore 18
  • Autori: Randa Mirza
  • Generi: incontro – conferenza
  • Sito web: http://www.gruppoteseco.eu/fondazione.html
  • Patrocini: promossa da Fondazione Teseco per l' Arte, Comune di Pisa, Aeroporto Galilei Pisa, Fondazione Bevilacqua la Masa, FARE, Open Care, Mcm Partners, Fondazione Cariplo, NABA - Nuova Accademia Belle Arti Milano, Gai - Giovani Artisti Italiani.

Comunicato stampa

Pisa – L’artista Libanese Randa Mirza presenta il percorso compiuto durante la residenza di venti giorni tra Pisa e Venezia ospite della Fondazione Teseco per l’Arte e della Fondazione Bevilacqua la Masa (Venezia)


Ideale proseguimento delle attività della Fondazione Teseco che, in collaborazione con il Comune di Pisa e con altri enti pubblici e privati, vedono uno specifico interesse nella conoscenza e valorizzazione di artisti di area mediterranea invitati a Pisa per indagare possibili relazioni di carattere storico, sociale e geografico tra Pisa e le loro terre d’origine e sulla possibilità dei costruire o evidenziare percorsi e relazioni tra paesi, persone, luoghi e storie.

Randa Mirza è fotografa e video maker. Il suo lavoro si concentra prevalentemente sul rapporto tra turismo e contesti urbani e sociali,su conflitti e situazioni di cambiamento, sul potere delle immagini e in particolare su quelle del mondo della comunicazione, sugli immaginari collettivi, sulle tradizioni e sulle abitudini dei popoli, sulle questioni di genere.
Durante la sua residenza l’artista ha esplorato in modo soggettivo la città attraverso la costruzione di mappe immaginarie che riflettono su Pisa e Venezia e sulla relazione tra le due.
Durante l’incontro Randa Mirza presenta il suo progetto e il suo lavoro.

Un progetto della Fondazione Teseco per l’Arte a cura di Stefano Coletto e con il coordinamento di Ilaria Mariotti, in collaborazione con Comune di Pisa, Fondazione Bevilacqua La Masa, con il contributo di SAT Aeroporto Galileo Galilei Pisa, mcm&partners, Teatro Sant’Andrea/I Sacchi di Sabbia. Il progetto di residenza di Randa Mirza è possibile grazie al contributo di FARE che, con RESIDENZAITALIA 2011 ha offerto un grant destinato alle residenze italiane appartenenti alla rete www.artinresidence.it, piattaforma dedicata ai programmi di residenza in Italia e all’estero per artisti e curatori, nata da un’idea di FARE in collaborazione con Open Care e con il contributo di Fondazione Cariplo, NABA - Nuova Accademia di Belle Arti, GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani.





P.R. mcm&partners – Martina Di Colo, [email protected] T. 050 987635 Mb. + 39 346 3848980
www.mcmpartners.it

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
L’ARTISTA
Randa Mirza è nata a Beirut nel 1978. Ottiene una laurea in Belle Arti all'università di Parigi e un Master all'Accademia libanese di Belle Arti. Tra le personali recenti ricordiamo nel 2008 la mostra alla Gallery Sfeir-Semler di Amburgo e al Museo di Fotografia in Finlandia. Tra le mostre collettive: nel 2011 Beirut alla Kunsthalle di Vienna, nel 2011 Morality al Witte de With di Rotterdam Individual / War, Ausstellungshalle Zeitgenössische Kunst di Münster, As the lands expands, al Al Riwaq Art Space, Regno del Bahrein, Plat(t)form10, Fotomuseum Winterthur, Winterthur. Numerose le partecipazioni a festival internazionali con live video performance. Ricordiamo le residenze ad Helsinki nel 2006 presso il Nordic Institute for Contemporary Art (NIFCA) e nel 2008 attraverso l'International Artist-in-residence Programme (HIAP). www.randamirza.com


FONDAZIONE TESECO PER L’ARTE http://fondazione.Teseco.it
La cultura contemporanea è campo di attenzione prioritario della Fondazione. Nata nel 1998 per approfondire l’attenzione di TESECO per lo sviluppo sostenibile e responsabile, la Fondazione ne allarga i confini dall’ambiente alla dimensione sociale e culturale, promuovendo la sperimentazione d’avanguardia e la ricerca. La collezione d’arte contemporanea, il laboratorio d’arte contemporanea e la progettazione di manifestazioni culturali rappresentano gli aspetti più significativi delle iniziative della Fondazione.