Radici e Aculei

Roma - 14/10/2014 : 25/10/2014

Radici e Aculei / Roots & Stings è il viaggio esistenziale che propongono Cristiana Fasano e mad|is|dead alla ricerca di se stessi. Un dialogo a due in cui s’instaura anche il confronto con il mondo esterno.

Informazioni

  • Luogo: LAVATOIO CONTUMACIALE
  • Indirizzo: Piazza Perin Del Vaga 4 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 14/10/2014 - al 25/10/2014
  • Vernissage: 14/10/2014 ore 18
  • Autori: Cristiana Fasano, mad|is|dead
  • Curatori: Manuela De Leonardis
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: 18,00> 20,00 e su appuntamento
  • Patrocini: Fondazione Filiberto Menna - Centro Studi di Arte Contemporanea, Salerno

Comunicato stampa

Radici e Aculei / Roots & Stings è il viaggio esistenziale che propongono Cristiana Fasano e mad|is|dead alla ricerca di se stessi. Un dialogo a due in cui s’instaura anche il confronto con il mondo esterno.
Una mappatura di sentimenti ed emozioni, quindi, in cui l’individualità è il punto di partenza, ma non quello d’arrivo.
Le radici, come gli aculei, affondano ed esplorano, essi stessi elementi metaforici che muovono dall’interno per espandersi tutt’intorno.
Conflitti, amori, peregrinazioni poetiche, un pullulare di stati d’animo che si sedimenta attraverso le diverse tecniche che caratterizzano il linguaggio di ciascun artista


Fasano usa il ricamo, a cui abbina immagini ed oggetti, mentre mad|is|dead la pittura. Entrambi trovano nel colore - nei cromatismi accesi che si esaltano nella vicinanza - un complice nella decodificazione psicologica. Ma anche un tentativo di approccio positiva alle difficoltà della vita.
Quanto alla formula dell’autoritratto, sottolinea certamente la sete di conoscenza, il riflesso dell’io più profondo che è più esplicito nel lavoro di Cristiana Fasano nell’introduzione giocosa della propria silhouette fotografico. Tanto più implicito, invece, nella rappresentazione di mad|is|dead che proietta il proprio vissuto, tirando fuori gli aculei a protezione e autodifesa.
Simboli che riconducono all’intimità di un diario personale, in cui la scrittura risponde ad un’esigenza liberatoria ancor prima di diventare memoria.

Cristiana Fasano (Avellino 1984, vive e lavora a Roma). Si è laureata in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Roma. Nel 2008-2010 ha collaborato con l’artista Tarshito realizzando opere in ceramica per diverse mostre, in Italia e in India, dove ha svolto una residenza artistica.
Mostre: 2014 - Under the Cuteness (a cura di Giancarlo Carpi e Graziano Menolascina), galleria Hybrida contemporanea, Roma; Le mie radici cercano, i miei rami attendono (a cura dell’Associazione culturale La buona creanza), Banca BCC, Lavello (PZ) (personale); 2013 - collettiva presso la Vintage Gallery, Vienna; 2012 - collettiva presso lo Studio di promozione dell’arte contemporanea Tridis, Mosca; collettiva alla Galeria Plater, Varsavia; 2011 - Allons Enfants!, Lungara 18, Roma; 2009 - FOTOx1000 (a cura di Francesco Amorosino), galleria Sala 1, Roma; Occhio magico (a cura di Graziano Menolascina), a Galleria De’ Portoghesi, Roma; 2008 – Sala d’Attesa (a cura di Tiziana Musi), Sala 1, Roma.

mad|is|dead (vive e lavora a Bari). Laureato in architettura presso la Facoltà di Firenze ha vissuto ed è stato attivo al Cairo (Egitto) dal 1995 al 1999, dove ha collaborato in diversi studi di progettazione architettonica e design. La passione per la fotografia nasce dallo spirito perlustrativo e dall’innata vocazione per il viaggio. Diverse le mostre e le pubblicazioni dei suoi reportage in Nord Africa e Medio Oriente: 2014 - Visioni in Farsi-Esplorazioni Introspettive (a cura di Marialuisa Loconte), Chiesa di San Margherita, Bisceglie (BAT); La grande illusione / the great illusion (a cura di Manuela De Leonardis), Gallery of Art, Temple University, Roma; 2002 - Yom_Frammenti del quotidiano in Iran, Yemen ed Egitto (doppia personale a cura di M. De Leonardis), Isola Liri (FR); 2000 - Esposizione fotografica - 1° sezione fotografica italiana, Saddam Art Center, Baghdad (Iraq); Medi-na-terraneo - Festival del Mediterraneo, Esposizione fotografica su Egitto, Yemen e Giordania, Chiostro di Santa Croce e Chiostro di San Benedetto Bisceglie (Bari) e Conversano (Bari); Yemen: Mokha, la via del caffè, Chiostro di San Benedetto, Conversano (Bari); 1998 - Altri orienti e ……...angoli d'Italia, Esposizione fotografica sullo Yemen, Istituto Italiano di Cultura, Cairo (Egitto). Nel 2012 vince con Angela Ferrara il 1°premio per la sezione installazione con l’opera “piombo_2012” – 8^ Biennale Rocco Dicillo-premio internazionale di arte contemporanea (a cura di M. Loconte), Triggiano (Ba). Una sua opera è inserita nella pubblicazione Cake_la cultura del dessert tra tradizione araba e occidente (a cura di M. De Leonardis, 2013), Postcart, 2013.