Qui altrove

Portico di Romagna - 15/06/2013 : 31/08/2013

Mostra d'arte contemporanea di scultura ed installazioni.

Informazioni

  • Luogo: ALBERGO AL VECCHIO CONVENTO
  • Indirizzo: Via Roma 7 47010 - Portico di Romagna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 15/06/2013 - al 31/08/2013
  • Vernissage: 15/06/2013 ore 17
  • Curatori: Matteo Lucca
  • Generi: arte contemporanea, collettiva

Comunicato stampa

Qui - altrove
mostra d'arte contemporanea di scultura ed installazioni
a cura di Matteo Lucca

artisti: Ana Hillar / Elena Hamerski / Erich Turroni / Luca Freschi / Oscar Dominguez
città: Portico di Romagna (FC)
inaugurazione: sabato 15 giugno - ore 17,00
programma della serata:
ore 17:00 - inaugurazione Qui - altrove
18:00 visita guidata
19:00 Aperitivo al Ponte della Maestà
20:00 Cena dell’artista a cura del Vecchio Convento
22:30 Portico by Night. Visita guidata del paese con musica diffusa
durata: dal 15 giugno al 31 agosto
in collaborazione con: comune di San

Benedetto e Portico e Portico in Arte.
info: Albergo Al Vecchio Convento - Via Roma 7 - Portico di Romagna (FC) - 47010 - Italia - tel: +39 0543 967053 - [email protected]



presentazione

la mostra Qu-altrove si colloca come progetto a se stante all'interno della rassegna "portico in arte", un progetto di riqualificazione del territorio attraverso l'arte.

Cinque artisti diversi tra loro si collocano all'nterno del borgo medioevale di Portico di Romagna segnando un percorso all'interno del paese e si mette in relazione con i luoghi ed il paesaggio attraverso interventi di installazioni e di scultura.
Vicoli battuti nella vita quotidiana si trasformano in percorsi di evocazione, in itinerari urbani e paesaggistici che ci accompagnano in quei “soliti” luoghi nei quali l’arte, con le sue dinamiche, è capace di disvelare un altrove magico, poetico, evocativo; l’arte si fa segnale che amplifica e disvela un’alternativa che attraverso l’incanto, paradossalmente, fa ri-scoprire i luoghi. Li accende. Il suo “stare” apre un dialogo che nutre entrambe le dimensioni e le manifesta.
Qui e altrove si pongono come una condizione dell’Essere: “qui” è lo stare nel presente, nei luoghi della quotidiana abitudine. “Altrove” è l’uscita da quella condizione, è il mondo nel quale l’arte conduce. Qui-altrove è la condizione dinamica di non-dualismo che si instaura tra il luogo e l’opera.