Presentazione del Videoart Yearbook

Prato - 29/06/2015 : 29/06/2015

Il solstizio ha segnato ufficialmente l’inizio dell’estate. È tempo di iniziative all’aperto. Per questo l’anfiteatro del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato si trasforma nel palcoscenico ideale per presentare Videoart Yearbook, rassegna nata nel 2006 che raccoglie ogni anno la produzione di videoarte Made in Italy, realizzata l’anno precedente.

Informazioni

  • Luogo: CENTRO PER L'ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI
  • Indirizzo: Viale Della Repubblica 277 - Prato - Toscana
  • Quando: dal 29/06/2015 - al 29/06/2015
  • Vernissage: 29/06/2015 ore 20.30
  • Generi: presentazione
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Presentazione del Videoart Yearbook
Lunedì 29 giugno 2015
Anfiteatro del Centro per L’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato

Ore 20.30: apericena
Ore 21.00 introduzione di Renato Barilli
Dalle 21.30 alle 23.00 proiezione dei video selezionati

Ingresso libero


Il solstizio ha segnato ufficialmente l’inizio dell’estate. È tempo di iniziative all’aperto

Per questo l’anfiteatro del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato si trasforma, lunedì 29 giugno 2015 a partire dalle ore 20.30, nel palcoscenico ideale per presentare Videoart Yearbook, rassegna nata nel 2006 che raccoglie ogni anno la produzione di videoarte Made in Italy, realizzata l’anno precedente.

ll programma di lunedì sera prevede un’apericena a ingresso libero alle ore 20.30; l’introduzione all’iniziativa da parte di Renato Barilli, fondatore e membro della direzione artistica del Festival, alle ore 21.00 e dalle 21.30 alle 23.00 la proiezione di una selezione della più recente produzione videoartistica nazionale. Saranno presentati video di Andreco e Manuel Moruzzi, Armenia, Sergia Avveduti, Stefano Baldinelli, Nicola Ballarini, Elena Bellantoni, Filippo Berta, Enrico Bressan, Rita Casdia, Ciriaca + Erre, Con.tatto, Andrea Contin, Elisabetta Di Sopra, Francesca Fini, Christian Fogarolli, Patrizia Giambi, Aldo Giannotti, Antonio Guiotto, Marcantonio Lunardi, Matteo Mezzadri, Laurina Paperina, Lorenza Peragine, Marco Raparelli, Giovanna Ricotta, Anna Rispoli, Danilo Torre, Debora Vrizzi e Axel Zani.

Videoart Yearbook è un'iniziativa nata nel 2006 per iniziativa del Dipartimento delle Arti Visive dell’Università di Bologna per indagare le forme espressive della videoarte e della manipolazione dell’immagine. Nell’intento dei curatori – un gruppo di ricerca formato da Renato Barilli, Alessandra Borgogelli, Paolo Granata, Silvia Grandi, Fabiola Naldi e Paola Sega – Videoart Yearbook si offre come ricognizione della videoarte contemporanea, una campionatura che raccoglie le ultime produzioni video realizzate in Italia. L’edizione di Videoart Yearbook 2015 ha luogo a Bologna l’8 luglio, con la partecipazione di Fabio Cavallucci, direttore del Centro Pecci.

Renato Barilli è professore emerito presso l’Università di Bologna, dove ha insegnato a lungo Fenomenologia degli stili al corso DAMS. I suoi interessi, muovendo dall’estetica, hanno abbracciato sia la critica letteraria che la critica d’arte. È autore di numerosi libri tra cui: Scienza della cultura e fenomenologia degli stili (1982, nuova ed. 2007), L’arte contemporanea (1984, nuova ed. 2005), La neoavanguardia italiana (1995, nuova ed. 2007), L’alba del contemporaneo (1995), Dal Boccaccio al Verga. La narrativa italiana in età moderna (2003), Maniera moderna e Manierismo (2004), Prima e dopo il 2000. La ricerca artistica 1970-2005 (2006), La narrativa europea in età moderna. Da Defoe a Tolstoj (2010), Autoritratto a stampa (2010), La narrativa europea in età contemporanea. Cechov, Joyce, Proust, Woolf, Musil (2014). Presso Bollati Boringhieri ha pubblicato Storia dell’arte contemporanea in Italia. Da Canova alle ultime tendenze (2007) e Arte e cultura materiale in Occidente (2011). È stato curatore di numerose mostre sull’arte italiana dell’Ottocento e del Novecento.

Programma della serata

20.30 Apericena ad ingresso libero
21.00 introduzione di Renato Barilli e Fabio Cavallucci
Dalle 21.30 alle 23 proiezioni dei video selezionati dal Videoart Yearbook 2014.