PremioFidei

Montalto Uffugo - 24/08/2013 : 10/09/2013

Le opere dei dodici finalisti, sei per ogni Accademia e seleziante attraverso bando, riflettono sullo statuto della realtà attraverso diversi linguaggi, dalla scultura alla fotografia e dall'installazione al video.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO COMUNALE
  • Indirizzo: Piazza Francesco De Munno 1 87046 - Montalto Uffugo - Calabria
  • Quando: dal 24/08/2013 - al 10/09/2013
  • Vernissage: 24/08/2013
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Sito web: http://www.premiofidei.tk/

Comunicato stampa

Il PremioFidei, a cadenza biennale, nasce grazie alla volontà di uno tra i più importanti e vasti Comuni situati nell'area del cosentino, Montalto Uffugo, che in partnership con due prestigiose Accademia di Belle Arti italiane, quali sono quella di Bologna e di Catanzaro, si prefigge di promuovere e soprattutto premiare la qualità di ricerca e le produzioni artistiche più innovative degli allievi provenienti dalle due Istituzioni coinvolte.

Il Premio è dedicato alla figura di Armando Fidei vissuto a Montalto Uffugo fino al 2001, anno della sua scomparsa

Dedica la sua vita alla pratica della pittura e dell'arte, che trasmette attraverso l'insegnamento con instancabile passione. Collocato nella programmazione del prestigioso Festival Internazionale di musica lirica, che Montalto dedica annualmente a Ruggero Leoncavallo, questa prima edizione del PremioFidei rivolge la sua attenzione al “reale”, tema caro al musicista che spesso si faceva “ispirar dal vero” per comporre le sue opere.

A garanzia della qualità della scelta dei premiati, questa prima edizione ha convocato, per la formazione della giuria, oltre al curatore del Premio Lelio Aiello, tre personaggi di alto profilo professionale, Fabio De Chirico e Alberto Fiz entrambi alla guida di due importanti Istituzioni calabresi, quali sono Palazzo Arnone a Cosenza e il Museo d'Arte contemporanea MARCA a Catanzaro e Fabio Farnè che dirige LOCALEDUE, lo spazio no profit di Bologna che ospiterà il primo premiato con una personale ad ottobre 2013.

Le opere dei dodici finalisti, sei per ogni Accademia e seleziante attraverso bando, riflettono sullo statuto della realtà attraverso diversi linguaggi, dalla scultura alla fotografia e dall'installazione al video. Allestite in un palazzo storico di Montalto, le opere saranno visibili dal 24 agosto al 10 settembre, in una mostra dal titolo “Il posto dove sono nato”, che avrà lo scopo di mettere a confronto l'attuale giovane ricerca artistica con il contesto sociale e culturale del territorio, e di consentire alla commissione, che si riunirà il 5 di settembre, di individuare le opere meritevoli dell'assegnazione dei tre premi previsti e delle due segnalazioni per merito.







Per informazioni
Comune di Montalto Uffugo - Ufficio cultura
tel. 0984 931886

[email protected]

https://twitter.com/PremioFidei
https://www.facebook.com/premiofidei?ref=hl
http://premiofidei.tumblr.com/

Finalisti
Accademia di Belle Arti di Bologna: Marco Casella, Andrea Massara, Laura Giovannardi, Elisa De Nigris, Simona Paladino, George Yamin.
Accademia di Belle Arti di Catanzaro: Leonardo Cannistrà, Consuelo Rita Cosentino, Simone Oscar Fabietti, Larissa Omani Frei, Elvira Malysheva, Domenico Mendicino.

Premi
Primo classificato: mostra personale a Bologna presso LOCALEDUE + 200,00 euro
Secondo classificato: premio acquisto di 1.000,00 euro
Terzo classificato: premio acquisto di 800,00 euro

Due segnalati per merito

Commissione scientifica
Lelio Aiello (Docente e curatore del PremioFidei)
Fabio De Chirico (Soprintendente BSAE della Calabria)
Fabio Farnè (Direttore artistico LOCALEDUE Bologna)
Alberto Fiz (Direttore del Museo MARCA di Catanzaro)

Eventi
Inaugurazione mostra dei finalisti “Il posto dove sono nato”, 24 agosto 2013.
Riunione commissione, 5 settembre 2013
Premiazione, 10 settembre 2013

Biografia finalisti

Marco Casella (Peschiera del Garda -VR, 1991)
Frequenta il triennio di pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna, dove è attualmente iscritto alla cattedra dell’artista Giovanni Mundula. Nel 2013 Partecipa alle mostre collettive: Qui non c’erano giardini, presso il Dipartimento educativo del MAMbo, Museo d'Arte Moderna di Bologna; Prima, presso lo spazio Emilia Ruvida, Modena; Mostra collettiva realizzata dall’Accademia di Belle Arti presso Hotel i Portici, Bologna; Hic Sunt Leones, Luoghi inesplorati del contemporaneo, presso Il complesso del Baraccano,Bologna. Nel 2011 realizza la mostra personale Öf, presso Il Circolo Culturale Panenka, Bologna e la collettiva, Solidi Platonici, presso Museo Civico Rambotti, Desenzano del Garda.

Andrea Massara (Catanzaro, 1982)
Dopo gli studi in Conservazione dei Beni Culturali presso l'Università della Calabria, si iscrive al corso di pittura dell'Accademia di Belle Arti di Bologna, dove consegue il diploma nel 2013. Dal 2008 al 2010 partecipa ad interventi performativi e di Public Art con il collettivo bolognese The Dummies (Urban Pigeons Invasion; Urban Pigeons Invasion II; Modular Nature; Dummies Jungle; Cue; The Dummies Wall). Nel maggio 2011 prende parte alla mostra collettiva New Skin For Old Cerimony presso lo Studio Vigato di Alessandria. Sempre nel 2011 rientra tra i finalisti della 55esima edizione del Premio Marina di Ravenna. Nel 2012 è tra i vincitori del Premio Samp. Nel 2013 è finalista del concorso europeo di illustrazione Eurhope- Images From the Future. Del 2013 è la personale Rammendare i Buchi Neri presso l'Officina delle Arti di Reggio Emilia.

Laura Giovannardi (Castel San Pietro Terme-Bologna, 1978)
E' laureata in Psicologia all'Università di Bologna, nel 2010 consegue il Diploma triennale di Primo Livello all'Accademia di Belle Arti di Bologna dove attualmente frequenta l’ultimo anno del Biennio Specialistico di Scultura. Ha partecipato a diversi premi e realizzato mostre collettive in Italia e all'estero: 2007/2009 Biennale del libro d’artista, Biblioteca Comunale , Citta’ di Cassino , Roma;
2008 Premio Valcellina, sezione ad invito, Museo Coricama, Maniago , Pordenone; Italia la fibra sensibile, VI Triennale Internationale de Tapisserie et Arts du tissue, Maison de la Culture, Tounai, Belgio; 2009 Libri mai mai visti, concorso internazionale Vaca , Ex Chiesa in Albis, Russi, Ravenna, segnalazione per merito; 2010 L’abito scultura – contaminazioni tra arte e moda, Premio Valcellina , sezione ad invito, Museo Coricama , Maniago, Pordenone; Comes from… nuove acquisizioni della Collezione Civica di Fiber Art di Chieri, Biblioteca civica di Chieri, Torino; Il Mago di Oz, Dams Auditorium , Università di Bologna; Ortofabbrica, performance Una stanza tutta per sè, Fabbrica, Gambettola, FC; Tessile contemporaneo continuità e contaminazioni, Fabbrica, Gambettola, FC; 2011 Non si lascia leggere - libri d’artista tra Barcellona e Bologna, Aula Magna Biblioteca Universitaria di Bologna e Biblioteca de Catalunya, Barcellona; Assonanze - il feltro oggi tra arte e coscienza ambientale, Feltrosa 2011, Fabbrica, Gambettola, FC; Praetextus, libreria Cappelli, Forlì; 2012 Ortofabbrica - 2° contest di creatività sostenibile, Macef- Salone Internazionale della Casa , Milano, 2° classificata; Open Design Italia - manifestazione sul design autoprodotto e di piccola serie, Magazzini Ligabue, Venezia; 2013 Fuorisalone, Milano, spazio Ortofabbrica di Angelo Grassi, Milano. Ha svolto nel 2012 un tirocinio presso Fabbrica di Angelo Grassi, Gambettola, FC e nello Studio dell'artista Davide Rivalta, Rastignano, Bo, nel 2013 presso Rad’Art (Residenza d’artista), Mercato Saraceno, FC.

Elisa De Nigris (Bologna, 1987)
Frequenta il biennio di specializzazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna, dove è attualmente iscritta alla cattedra di Pittura dell’artista Luca Caccioni. L’interesse si muove tra pittura scultura e fotografia, senza limitazioni di mezzi o definizioni di stili. Un’ulteriore formazione alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze, corso di Illustrazione, arricchisce la sua esperienza artistica, anche se abbandona gli studi in quell’ambito per dedicarsi a una pratica più aperta e meno settoriale. La sua formazione all’Accademia verte principalmente sulla frequentazione di corsi seminariali a tema cui seguono piccole mostre all’interno dell’istituto e incontri con artisti. Negli ultimi anni la ricerca volge in particolare alla fotografia e al suo uso sperimentale, grazie anche alla possibilità di aver creato una camera oscura in cui lavorare. Significativo per l’approccio tangente e concettuale alla fotografia è il workshop seguito con l’artista Franco Vaccari al termine del quale si tiene un’esposizione a Carpi. Anche il workshop di teatro delle ombre seguito nel 2010 a Montefiore Conca influenza la sua pratica fotografica che si basa sull’utilizzo attivo e performativo della camera oscura, in cui il corpo, le sue azioni e le sue tracce si palesano nell’opera finale.

Simona Paladino (Medicina -BO,1987)
Attualmente è iscritta al Biennio Specialistico in Arti Visive, indirizzo Scultura, presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Nel 2010 si Laurea in Comunicazione Pubblica della cultura e delle arti (Scienze della Comunicazione) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Ferrara. Nel 2013 segue il Corso di formazione Il mestiere delle arti – II Edizione, presso Museo della Civiltà Contadina, Villa Smeraldi, San Marino di Bentivoglio (BO) e Teatro Comunale di Ferrara, e partecipa al Workshop TESSUTO VISSUTO LAB, dall’arte della canapa alla canapa per l’arte, condotto dall'artista Emilio Fantin, presso Museo della Civiltà Contadina, Villa Smeraldi, San Marino di Bentivoglio (BO). Nel 2012 svolge un Tirocinio presso lo studio dell’artista Davide Rivalta, Carteria – Pianoro (BO) e partecipa al Workshop con gli artisti Bianco-Valente presso la Galleria Sponda – Fabio Tiboni, Bologna. Nel 2008 segue il Corso di formazione artistica La pratica dell’arte, presso l’Istituto d’Arte “Dosso Dossi” di Ferrara.
Ha partecipato a diverse mostre collettive: Fuorisalone 2013, presso spazio OrtoFabbrica – Angelo Grassi, Milano; Autoritratti I. Nuove Gen(d)erazioni, a cura di Donatella Lombardo e Giorgia Benedetta Soncin in collaborazione con Uliana Zanetti, MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, Accademia di Belle Arti, Bologna; Intrecci, a cura di Sara Alessandrello, Spazio Espositivo Temporaneo, Desio (MB); Grafica contemporanea. Bologna Barcellona Granada Lisbona. Quattro visioni a confronto, a cura di Manuela Candini, Aula Magna, Accademia di Belle Arti, Bologna. Mixing Cultures, Associazione le Arti Tessili, Maniago (PN); Esposizione itinerante a: Udine, Città Fiera, Sala Multiseum e Gambettola (FC), Fabbrica; ASSONANZE Il feltro oggi tra arte e coscienza ambientale (“Feltrosa” 2011), a cura di Vanna Romualdi ed Eva Basile, Fabbrica, Gambettola (FC); Praetextus - assonanze fra le arti tessili e le arti letterarie, a cura di Vanna Romualdi, MEGAforli e Libreria Cappelli, Forlì; La pratica dell’arte, a cura di Maurizio Camerani, Galleria del Carbone, Ferrara.
Partecipa a Concorsi E Premi: Premio JCE Jeune Création Européenne 2013/2015, biennale itinerante a: Montrouge (Francia), Maastricht (Olanda), Amburgo (Germania), Klaipeda (Lituania), Bratislava (Slovacchia), Pécs (Ungheria), Salisburgo (Austria), Como (Italia), Figueras (Spagna), Amarante (Portogallo); Co Co Co Como Contemporary Contest – V edizione, S. Pietro in Atrio, Como (opera finalista); Premio GAT - II Edizione - Giovani Artisti di Talento in Emilia Romagna, a cura di Manuela Valentini ed Olivia Spatola, Villa La Vedetta, Firenze, (opera selezionata). Nel 2012 Come un racconto, Ia Rassegna nazionale biennale del Libro d’Artista, Sala didattica Teatro Palamostre, Udine, (opera selezionata); Il feltro dello sciamano - sulle orme di Joseph Beuys, (“Feltrosa” 2012), Biella the Wool Company, Miagliano (BI), (opera selezionata); Tradizione e innovazione: aspetti visionari del territorio, Concorso Biennale delle Arti Città di Molinella (BO), II edizione, (2° premio). Borsista presso la Fondazione Collegio Artistico Venturoli, Bologna. Nel 2010 viene selezionata, sezione under 25 per il Premio Combat, Bottini dell’Olio, Livorno. Nel 2005 vinceil premio della critica alla IV Biennale Giovani Scultori dell’Emilia-Romagna, Sale Ex Convento S. Francesco, Bagnacavallo (RA).
George Yamin (Aleppo – Siria, 1981)
Frequenta il biennio di specializzazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna, dove è attualmente iscritto alla cattedra di Pittura dell’artista Rinaldo Novali. Nel 2009 Partecipa alla mostra collettiva a Pianaccio L' Accademia per Enzo Biagi, sempre nel 2010 è terzo classificato alla prima Biennale d’ Arte di Molinella, Vincitore del concorso per la progettazione di una fontana a Porretta terme Una Fontana per piazza Smeraldi. Nel 2011 partecipa alla mostra collettiva al Teatro Duse a Bologna nell' ambito di Arte Fiera Off, sono del 2012 le collettive al Hotel Portici di Bologna A – Incontra l'Arte e Faro Fare Arte alla galleria Faro Arte a Marina di Ravenna, nel 2013 nell’ambito di “ArtCity”partecipa alla Mostra collettiva al Hotel Novecento di Bologna.

Leonardo Cannistrà (Catanzaro, 1989)
Dal 2008 è appassionato ed esecutore di tatuaggi. Attualmente frequenta il secondo anno di Specializzazione in Pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Catanzaro. Nel 2013 espone al Museo MARCA di Catanzaro nella mostra Microcosmos a cura di Alberto Fiz e Serena Carbone in collaborazione con la Dena Foundation For Contemporary Art; Nel 2012 è finalista dell’International Artists Residency, borsa di studio indetta dalla Dena Foundation for Contemporary Art in collaborazione con il Museo MARCA di Catanzaro. Nel 2012 è Finalista al concorso Lab_Residence a cura di G. Menolascina presso galleria BLUorG Bari, partecipa a Visioni d’arte II, a cura di L. Caccia in occasione della VIII giornata del Contemporaneo, Montepaone (CZ); collabora alla decorazione del dipinto parietale a rilievo all’interno della Cappella dell’Ospedale Civile Pugliese di Catanzaro; illustratore per il fumetto MIMMO ROTELLA - uno strappo alle regole, a cura di Jeso Marinaro, edizione la rondine.
Nel 2011 partecipa al workshop con l’artista Aoki Noe presso l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro.
Espone nelle mostre collettive Esercizi etici e pilastri (2013), Museo Storico Militare, Brigata Catanzaro (MUSMI); nel 2012 Venite Adoremus a cura di A. Romoli Barberini, Palazzo Ducale Arte Contemporanea, Maierà (CS); Internazionale Limen Arte 2012 IV edizione, a cura di M. Caggiano, Palazzo Comunale E. Gagliardi, Vibo Valentia; Fuori dal Gregge, a cura di L. Caccia, Officine Culturali Villa Pina, Villaggio Buturo, Albi (CZ); 2011 Arte d’inverno artisti per la vita, Scuola primaria "C. Borelli", Sersale (CZ); Zone Scoperte III, Omaggio all’Italia, a cura di A. Romoli Barberini, Palazzo della Provincia di Catanzaro; Le dimensioni dell’arte, Associazione Artist, Teatro Umberto, Lamezia Terme (CZ). (2010) Arti Piccanti, Convitto nazionale Galluppi, Catanzaro; Incontri d’Arte, presso la Sala del Consiglio del comune di Pentone e nel Museo dei Cestai di Fossato Serralta (CZ). Nel 2011 è secondo classificato al Premio Wood Sculpture Contest Sila 2011, a cura R. Iazzetta, presso il Parco Hotel Granaro in Sila Piccola (CZ); Premio internazionale Biennale d’incisione Città di Monsummano Terme, Museo di Arte Contemporanea e del Novecento (PT). Nel 2009 è vincitore della borsa di studio edita dalla Fondazione Rocco Spani. Nel 2008 e primo classificato al premio Il bene si può solo offrire, III° ed., organizzato dalla R.S.A. “Casa Amica” di Fossato Serralta (CZ).

Consuelo Rita Cosentino (Parma, 1987)
Attualmente è iscritta all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro dove frequenta il corso di Decorazione. Il suo percorso espositivo inizia nel 2011 dove partecipa a diverse collettive: Artist’s box, Il luogo dell’anima, Catanzaro; La dimensione dell'arte, Lamezia Terme; Arte in piazza, Associazione Ambiente&Cultura, Cirò Marina. Nel 2012 a Lamezia Terme partecipa all'allestimento per trame.2.

Simone Oscar Fabietti (Catanzaro,1988)
Ha conseguito il diploma di Geometra all’I.T.G. Raffaele Petrucci, fino a quel momento auto didatta nel campo artistico decide di iscriversi nel 2009 all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro per approfondire i suoi interessi in quell’ambito, dopo aver seguito i primi due anni del corso di Grafica decide di cambiare scuola scegliendo quella di Scultura, iniziando così a prendere parte a vari eventi e mostre, tra cui: Prima edizione di Galleria del Bi-sogno Creatività a Confronto – 2010 ABA Catanzaro PAS; Piazza Matteotti Catanzaro Seconda edizione di Schegge di majo, frammenti d’arte (2012/2013); Palazzo comunale Baiano (AV) Esercizi Etici (2013) MUSMI Catanzaro; 500 Coppie Gay (2013) Complesso monumentale S. Domenico Napoli.

Larissa Omani Frei (Bludenz-austria, 1990)
Frequenta l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, dove è attualmente iscritto al triennio del corso di Pittura. Nel 2008 partecipa alla mostra collettiva di richtung stimmt...fast alles ist Auge nel Landhaus Bregenz, nel 2011 è tirocinante nel Tattoostudio a Feldkirch.


Elvira Malysheva (Stavropol -Russia, 1978)
Attualmente e` escritta al II anno Specialistica del Corso di decorazione dell`Accademia di Belle Arti di Catanzaro. Ha partecipato a diverse mostre collettive: (2013) In occasione della V edizione della biennale Arte Insieme – cultura e culture senza barriere ha esposto presso gli spazi del Museo Tattile statale Omero insieme alle altre opere selezionate e ad una grande opera di Michelangelo Pistoletto, Ancona; P-ART in mostra, studio private, Lamezia Terme; (2012) Premio Internazionale Lìmen Arte 2012 IV edizione presso Palazzo Comunale E.Gagliardi a Vibo Valentia; Venite Adoremus presso Museo PDAC “Palazzo Ducale Arte Contemporanea” Maierà (CZ); Trame Festival, Fondazione Trame, Lamezia Terme (CZ); Progetto Gutenberg, oil Liceo Classico Galluppi, Catanzaro; Libroarcobaleno, Premio equinozio della Bellezza Roma, Camera dei deputati, sala espositiva delle Colonne, Roma; Cess collection, a cura di M.Liberati, A.Romoli Barberini e n. Sammarco, Galleria DiVinArte, Roma; Zone scoperte III Bis – Omaggio all’Italia, a cura di A. Romoli Barberini, press oil Museo Fondazione Venanzo Crocetti di Roma; 2011 Malattia e Arte, XII Congresso Nazionale AIMI-SIMIT, presso l’Università degli Studi “Magna Grecia” di Catanzaro.(2010) Zone Scoperte III” a cura di A. Romoli Barberini, Palazzo della Provincia di Catanzaro.
Vincitrice nel 2011 del II premio sezione pittura al Concorso Nazionale Biennale d’Arte Pittura– Scultura Città di Lamezia Terme II edizione , press oil Palazzo Nicotera di Lamezia Terme.
Ha partecipato al Workshop Fra Venti, a cura della Galleria Antonio Battaglia Milano (In collaborazione con Accademia di Belle Arti di Brera Milano e Accademia di Belle Arti di Catanzaro, Staletti (CZ).

Domenico Mendicino (Lamezia Terme, 1979)
E' iscritto dal 2007 all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro. Ha seguito nel 2007 a Corigliano Calabro (CS) il corso di fotografia di moda tenuto da Toni Thorimbert, mentre nel 2008 ha partecipato al workshop sul digitale, dedicato a professionisti della fotografia, tenuto da Bobo Marchese, Marianna Santori e Mauro Boscarol. Ha partecipato dal 2007 ad oggi a diverse mostre collettive tra le più significative nel 2008 a Roma Opera Prima - Biennale Internazionale d’Arte di Roma, Sale del Bramante, a cura di Giuseppe Giannantonio; (2009) Ricerca e Produzione Iconografica, Castello di Corigliano Calabro, a cura di Cosmo Laera e Gaetano Gianzi; (2012) Maierà (CS), Venite Adoremus, PDAC – Palazzo Ducale ArteContemporanea, a cura di Andrea Romoli Barberini; (2013) Acri (CS), Young at Art, MACA – Museo Arte Contemporanea Acri, a cura di Andrea Rodi e Massimo Garofalo; Ferramonti di Tarsia (CS), Vedere l’Altro, Vedere la Shoah, Museo della Memoria, a cura di C. Bellucci, I. Calidonna, A. Carelli, A. Dattilo, A. Gaudioso e G. Maisteri. Nel 2010 la sua mostra personale a Lamezia Terme, L’Arte Nelle Mani - Tracce di antichi mestieri nella tradizione, Palazzo Nicotera, a cura di Isabella Calidonna. E' stato premiato con le sue opere fotografiche in diversi Premi: nel 2008 Arte d'Autunno e Premio Primavera organizzati entrambi dal CIAC (Centro Internazionale Artisti Contemporanei), nel 2013 vince il concorso “Young at Art” seconda edizione, MACA (Museo Arte Contemporanea Acri).