Premio Terna 04

Roma - 21/12/2012 : 10/01/2013

Tutte le opere dei vincitori del Premio Terna 04 saranno in mostra al Tempio di Adriano a Roma. Il Premio Terna, per la sua quarta edizione “Dentro e Fuori luogo. Senza rete. Il territorio per l’arte”, ha invitato gli artisti a riflettere sul concetto di Territorio e Territorialità intesi come relazione con luoghi e spazi fisici, come dimensione introspettiva, senso di appartenenza, apertura o confine delle relazioni con gli altri.

Informazioni

Comunicato stampa

Il Premio Terna, per la sua quarta edizione “Dentro e Fuori luogo. Senza rete. Il territorio per l’arte”, ha invitato gli artisti a riflettere sul concetto di Territorio e Territorialità intesi come relazione con luoghi e spazi fisici, come dimensione introspettiva, senso di appartenenza, apertura o confine delle relazioni con gli altri.

Tutte le opere dei vincitori del Premio Terna 04 saranno in mostra al Tempio di Adriano a Roma, dal 22 dicembre 2012 al 10 gennaio 2013

L’esposizione, ad ingresso libero, ospita anche i progetti artistici d’intervento sui tralicci della linea elettrica ad Alta Tensione Foggia – Benevento presentati da Luigi Serafini con “Lo sguardo di Diomede”, Davide Nido con “Veloce come un fulmine!”, Andrea Sala con “a.e.i.o.u”, Alberto di Fabio con “Vortici”, Chiara Dynys con “Per voi”, Adrian Tranquilli con “Untitled”, Perino&Vele con “Public Invasion”, Pablo Echaurren con “elecTREEc”, Roberto Baldazzini con “Il cammino”, Brigates con “Logodotto”, Marcello Maloberti con “Miracoli”, Flavio Favelli con “Intervallo”, Marco Ferreri con “Sonore alte tensioni” e Alfredo Pirri con “Mv2012”.

Terna infatti quest’anno ha invitato gli artisti di fama a progettare interventi artistici su una linea elettrica in costruzione nel sud Italia, un’importante arteria dell’alta tensione, di raccordo della produzione elettrica da fonti rinnovabili. È il primo tentativo realizzato in Italia da un’azienda infrastrutturale di trovare soluzioni innovative di dialogo con il territorio tramite l’arte. Sarà Daniela De Lorenzo, prima classificata tra i Terawatt, a lasciare la propria firma sulla linea elettrica nel foggiano con un progetto di recupero dell’identità territoriale tramite strumenti di antico utilizzo, vasi, che saranno inseriti attorno ai tralicci.

Per Terna l’attenzione alla contemporaneità si traduce quotidianamente in ricerca, creazione e sperimentazione di soluzioni innovative per lo sviluppo di infrastrutture elettriche. Nel marzo 2012 l’Azienda ha riconfermato il suo impegno verso la cultura e l’arte e i giovani artisti con il rinnovo del Protocollo d’Intesa triennale siglato da Luigi Roth, Presidente di Terna e Lorenzo Ornaghi, Ministro per i Beni e le Attività Culturali. Il Protocollo d’Intesa triennale, finalizzato anche alla promozione e alla valorizzazione

dell’arte contemporanea italiana con l’obiettivo di far emergere l’eccellenza e la creatività degli artisti e con particolare attenzione ai giovani, rappresenta un importante sostegno all’arte contemporanea in un periodo in cui il settore culturale e artistico italiano ha bisogno di partnership tra operatori pubblici e privati.

Il primo classificato tra i 15 partecipanti nella categoria ad invito Terawatt, dedicata agli artisti già affermati, è Daniela De Lorenzo, con l’opera “Dentro e fuori Luogo. Senza rete. Il territorio per l’arte”.

ll primo premio tra gli oltre 1236 partecipanti nella categoria Gigawatt, dedicata agli artisti under 35 va ad Simone Cametti con l’opera “Europe Moon”.

Il primo classificato tra gli oltre 1541 artisti che hanno partecipato al Premio per la categoria Megawatt, dedicata agli artisti over 35, è Marco Belfiore con l’opera “Clown White”.

Tra i 58 partecipanti nella categoria Connectivity, dedicata agli artisti di ogni nazionalità che operano a Mosca e San Pietroburgo, vince la moscovita Irina Korina con l’opera “Show trial”.

Per la nuova categoria Under 23, dedicata ai giovanissimi, valutati da una giuria young galleries composta da: la Galerie Mario Mazzoli di Berlino, la Galleria SpazioA contemporanearte di Pistoia e laMother’s Tank Station di Dublino - coordinate dal giovane curatore Denis Viva – il vincitore è Elena Hamerski con l’opera “Studio sull’impossibile”.

I secondi e terzi classificati sono: per la categoria Gigawatt, Anna Franceschini con l’opera “You must believe it to see it (le tempestaire)” e Margherita Moscardini con l’opera “Untitled (casa bianca)”; per i Megawatt, Christian Niccoli con l’opera “Ohne Titel” e Meris Angioletti con l’opera “Dit des trois vifs et des trois morts”; per Connectivity, Where Dogs Run Group con l’opera “The Way” e MishMash con l’opera “Be Softer. Be Harder”.

Per la nuova categoria l’Arte Genera l’Arte dedicata agli studenti delle accademie di moda, design e arte, e organizzata insieme all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia vince Yaprak Akinci con l’opera “Il Risveglio” dell’Accademia delle Belle Arti di Roma.

Tutte le opere iscritte al concorso hanno partecipato al Premio Online, assegnato all’opera che ha ricevuto il maggior numero di voti dal pubblico tramite www.premioterna.com. L’opera più cliccata è stata “primaveraestateautunnoinvernoprimavera” di Sabrina Muzi.

Tutte le opere saranno in mostra al Tempio di Adriano, nella centralissima Piazza di Pietra a Roma, dal 22 dicembre 2012 al 10 gennaio 2013, tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 20 a ingresso libero.

I PREMI

I primi classificati nelle categorie Megawatt e Gigawatt si aggiudicano un Artist Residency Program in collaborazione con il MAMM, Multimedia Art Museum of Moscow. Il vincitore della categoria Connectivity sarà premiato con tre mesi di residenza presso la Città dell’Arte - Fondazione Pistoletto. I secondi e terzi delle categorie Gigawatt, Megawatt e Connectivity, si aggiudicano premi acquisto rispettivamente del valore di 4.000 e 3.000 euro. I vincitori del Premio Online, della speciale categoria Under 23 e della categoria l’Arte Genera l’Arte si aggiudicano un premio acquisto del valore di 3.000 euro.