Premio Piranesi 2015

Roma - 20/03/2015 : 20/03/2015

Verrà assegnato il Premio Piranesi 2015 all’architetto franco-svizzero Bernard Tschumi.

Informazioni

Comunicato stampa

Il 20 marzo prossimo, presso l’Acquario Romano, verrà assegnato il Premio Piranesi 2015 all’architetto franco-svizzero Bernard Tschumi.
Il riconoscimento all’alta cultura classica in Architettura, alla sua quinta edizione, è organizzato e promosso dall’Accademia Adrianea di Architettura e Archeologia, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti PPC di Roma e Provincia e la Casa dell’Architettura


L’appuntamento è per le 16:00, con i saluti del Vicepresidente dell’Ordine Alessandro Ridolfi, il Presidente del CTS della Casa Alfonso Giancotti, il Direttore dell’Accademia Pier Federico Caliari e gli interventi di Romolo Martemucci e Luca Basso Peressut, per concludersi con una Lectio Magistralis del vincitore del premio e la premiazione, prevista per le 19:00.
La Lectio, tenuta dall’architetto Tschumi in inglese, sarà incentrata sulla realizzazione del Museo dell’Acropoli di Atene (2009), e sugli aspetti legati al rapporto tra teoria e progetto nella sua prestigiosa carriera professionale e accademica.
La partecipazione all’evento è aperta al pubblico, previa prenotazione, e rilascia crediti formativi per gli iscritti all’ordine.


Bernard Tschumi: uno dei più importanti architetti del panorama internazionale dell’architettura contemporanea. Con una doppia vocazione, letteraria e progettuale al contempo, ha dominato il dibattito architettonico dell’ultimo quarto di millennio. Insieme a personalità come Peter Eisenman e Aldo Rossi, Tschumi ha condotto una ricerca nei territori di quell’architettura critica che ha sempre rifiutato i rapporti causa effetto tra forma, funzione e rappresentazione, con la convinzione che l’architettura abbia un senso preciso nel processo di sviluppo della società.
Formatosi a Parigi e presso l'Istituto Federale di Tecnologia (ETH) di Zurigo, ha insegnato presso l'Architectural Association di Londra, l’Architecture and Urban Studies di New York, la Princeton University e presso la Cooper Union (1981-1983).
È stato preside della Graduate School of Architecture, Planning and Preservation della Columbia University di New York (1988-2003), ed è attualmente professore ordinario di architettura.
Vincitore del prestigioso concorso per il Parc de La Villette a Parigi, ha costruito su di sé una solida reputazione professionale basata su una pratica progettuale rivoluzionaria che lo ha portato a realizzare architetture di alto profilo come il nuovo Museo dell’Acropoli.
Insignito di numerosi e prestigiosissimi premi nel corso della sua carriera, ha esposto i suoi lavori nei più importanti musei del mondo,tra cui il Museum of Modern Art di New York, la Biennale di Venezia, il Netherlands Architecture Institute di Rotterdam, il Centro Pompidou di Parigi, e presso diverse gallerie d'arte negli Stati Uniti e in Europa.
In Italia, il primo progetto di Tschumi è il centro culturale ANIMA a Grottammare, commissionato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, elaborato dallo studio di New York insieme a un team di progettisti italiani coordinati dall’arch. Alfonso Giancotti.