Premio Lissone 2012

Lissone - 15/12/2012 : 27/01/2013

In mostra i finalisti del concorso internazionale rivolto ai giovani artisti under 35, dal 2006 a cadenza biennale con il Premio Lissone Design.

Informazioni

  • Luogo: MAC - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: Viale Elisa Ancona, 6 20851 - Lissone - Lombardia
  • Quando: dal 15/12/2012 - al 27/01/2013
  • Vernissage: 15/12/2012 ore 18.30
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: Martedì, Mercoledì e Venerdì h 15-19 Giovedì h 15-23; Sabato e Domenica h 10-12 / 15-19 Chiusure per Festività: 25-26 dicembre 2012 e dall’1 al 4 gennaio 2013
  • Patrocini: dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Regionale, Regione Lombardia, Provincia di Monza e della Brianza, Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania, Consolato Generale della Repubblica Popolare in Cina e Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi a Milano.

Comunicato stampa

Dal 15 dicembre 2012 al 27 gennaio 2013 il Museo d’Arte Contemporanea di Lissone espone le opere degli artisti finalisti del PREMIO LISSONE 2012, concorso internazionale rivolto ai giovani artisti under 35, dal 2006 a cadenza biennale con il Premio Lissone Design.

La mostra è patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Regionale, Regione Lombardia, Provincia di Monza e della Brianza, Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania, Consolato Generale della Repubblica Popolare in Cina e Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi a Milano



Nel mese di novembre, una giuria tecnica di eccellenza presieduta dal nuovo direttore artistico del Museo lissonese Alberto Zanchetta e costituita da note personalità operanti nel settore dell’arte (Enzo Cannaviello, gallerista d’arte e membro del Consiglio Direttivo della Galleria Nazionale di Sofia; Antonio M. Coppola, collezionista d’arte contemporanea e fondatore dela collana “SOLO”; Giovanna Forlanelli, direttrice della casa editrice Johan & Levi di Monza; Ermes Meloni, figlio di Gino Meloni e direttore artistico dell’associazione Famiglia Artistica Lissonese) ha proceduto alla valutazione di tutti i materiali pervenuti dai 171 artisti partecipanti.

26 gli artisti finalisti selezionati dalla Giuria in base ai criteri individuati dal bando di concorso (originalità e coerenza della ricerca, qualità artistiche del candidato): PAOLA ANGELINI, MATTIA BARBIERI, PAOLO BORDINO (PAO), ELENA BRAZZALE, LUCA CAIMMI, LINDA CARRARA, MAURIZIO CARRIERO, LUCA DE ANGELIS, MARCO DEMIS, ANNACLARA DI BIASE, LORENZO DI LUCIDO, FRANCESCO FOSSATI, ANNALISA FULVI, DANIELE GIUNTA, MASSIMO GURNARI, CHEN LI (Pechino), PIERPAOLO LISTA, MONICA MAZZONE, ALESSANDRO NERETTI (NERO), MICHELE PARISI, CLAUDIA PIATTI, GIORGIO RUBBIO, ELSA SALONEN (Germania), MARCO SCORTI (Svizzera), HUGO TIELEMAN (Olanda), GIULIO ZANET.














Ciascuno di essi parteciperà con due opere alla mostra collettiva del PREMIO LISSONE 2012, la cui inaugurazione è prevista sabato 15 dicembre alle ore 18.30, presso la sede del Museo d’arte contemporaena. Nella serata la Giuria proclamerà il vincitore del concorso, al quale spetterà un premio monetario di € 10.000,00 a fronte dell’acquisizione dell’opera che andrà ad arricchire le collezioni permanenti della sede museale lissonese.

A latere dell’esposizione 2012, il Museo ospiterà anche una sezione di opere e documenti che ripercorre gli esordi e gli sviluppi del Premio Lissone nei primi decenni della sua nascita. Un tuffo nel passato che permetterà agli spettatori di conoscere, approfondire e riscoprire gli anni ’50 e ‘60 attraverso i documenti ufficiali e i retroscena susseguitisi nelle organizzazioni delle singole edizioni. Assieme ai premi acquisto più importanti, che oggi fanno parte della collezione permanente del museo, saranno esposti i cataloghi, gli inviti, le locandine, i verbali di giuria, gli articoli delle riviste, i testi dei curatori e degli organizzatori, i telegrammi e le corrispondenze con gli artisti, così come molti altri documenti dattiloscritti e manoscritti che sono stati rintracciati negli archivi comunali, in quelli della biblioteca e della Famiglia Artistica Lissonese. Uno sguardo ampio e variegato sulla cronistoria del Premio, che è anche un’occasione per ri-vedere e ri-leggere il passato in continuità con il presente e il futuro di un Premio che ha fatto (la) storia.