Prasto – Haumea

Pietrasanta - 25/08/2018 : 09/09/2018

L’artista georgiano Prasto presenta un ciclo di sculture: i pianeti sono il soggetto ispiratore.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA PONZETTA
  • Indirizzo: via Barsanti 41 - Pietrasanta - Toscana
  • Quando: dal 25/08/2018 - al 09/09/2018
  • Vernissage: 25/08/2018 Ore 18.00
  • Autori: Prasto —
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dalle 10.00 alle 13.00; dalle 17.00 alle 20.00; dalle 21.00 alle 23.00

Comunicato stampa

Haumea è un pianeta nano del sistema solare esterno, scoperto una decina di anni fa. Haumea è anche il titolo della nuova mostra di Prasto che inaugura sabato 25 agosto, alla Galleria Ponzetta, e che si presenta come un piccolo cosmo. L’artista georgiano, che vive e lavora a Pietrasanta da più di vent’anni, ha dedicato questo nuovo ciclo di sculture ai pianeti ed in particolare ad un immaginario salto in una dimensione spaziale alternativa rispetto a quella in cui viviamo quotidianamente

Una caratteristica di Haumea, il pianeta, è la forma allungata dovuta alla rapidità della sua rotazione che lo rende un po’ simile a un uovo, e l’uovo è proprio un soggetto prediletto e molto studiato da Prasto nel corso del tempo.
Uova in bronzo, in ceramica, in legno, in acciaio sorgono apparentemente sbilanciate e in bilico su alte basi. Come momenti di precario equilibrio prima di una caduta. Le finiture lisce e specchianti dei metalli, quelle dorate o argentate, quelle calde e sensibili del legno, quelle frammentate della ceramica, raccontano storie di diversa materia e temperatura. Nelle opere di Haumea le superfici sensibili, vulcaniche, vitali come quelle dei pianeti sono importanti, almeno quanto le forme, che si richiamano l’un l’altra come a fare della galleria un piccolo planetario abitato da presenze tondeggianti, basculanti, in bilico e sospese in un ipotetico sistema spaziale. Haumea è anche il nome di una dea Hawaiana della fertilità, così il tema dell’uovo, della genesi, della creazione e della vita rimbalzano di nuovo, da una scultura all’altra,
in questo immaginario mondo altro. Durante l’inaugurazione, l’astrazione dalla realtà presente e l’immersione in una dimensione parallela sarà favorita dall’intervento musicale di Mathe Mikaberidze, figlio di Prasto, che proporrà delle composizioni sonore create appositamente per questo
progetto. Prasto, pseudonimo di Vaja Mikaberidze, nasce in Georgia dove studia alla Tbilisi Academy of art per poi andare a perfezionarsi a Firenze, presso l’Accademia Riaci. Fatalmente giunge a Pietrasanta e se ne innamora tanto da farne la sua patria d’elezione sia per vivere, con la famiglia, che per lavorare in relazione intensa e fruttuosa con gli artigiani del posto. Oltre ad apprezzare la natura circostante, il mare e la bellezza del paese, Prasto trova a Pietrasanta anche gli stimoli sia tecnici che umani per realizzare al meglio la sua creatività, accogliendo con entusiasmo l’apporto ed i suggerimenti dei molti tecnici (del ferro, del bronzo, della ceramica, del marmo) e qui operano con grande sapienza. Cover: Un'opera dell'artista al parco della Versiliana