Porte aperte ad Aisla per un nuovo no-profit

Milano - 19/12/2011 : 23/12/2011

Una mostra fotografica organizzata dal Circolo Nazionale Cultura Fotografica a sostegno della ricerca scientifica sulla Sla.

Informazioni

Comunicato stampa

Milano, 15 dicembre 2011 – Sarà ufficialmente inaugurata lunedì 20 dicembre, alle ore 18, la nuova sede nazionale di AISLA Onlus, Associazione che a livello nazionale promuove la tutela, l’assistenza e la cura dei malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica e dei loro familiari.
Lo slogan scelto per la giornata è “PORTE APERTE AD AISLA PER UN NUOVO NO-PROFIT”


AISLA Onlus, AriSLA - Agenzia per la Ricerca sulla Sla, Fondazione Serena (Ente gestore del Centro Clinico NeMO specializzato in malattie neuromuscolari), Famiglie SMA (Associazione che si occupa di assistenza sociale, socio-sanitaria dei malati di atrofia muscolare spinale e di sostenere la ricerca scientifica su questa malattia) si sono infatti riunite in un'unica sede a Milano (Viale Ortles 22/4, presso Fondazione Filarete) per costituire, anche a livello politico e strategico, un polo sinergico per la lotta alla Sla, rara malattia neurodegenerativa al momento inguaribile che comporta la completa paralisi dei muscoli volontari lasciando quasi sempre intatte le capacità cognitive, e alle altre malattie neuromuscolari.
In occasione del “vernissage” della nuova sede e fino al prossimo 23 dicembre, AISLA Onlus ospiterà una mostra fotografica organizzata dal Circolo Nazionale Cultura Fotografica a sostegno della ricerca scientifica sulla Sla. Il tema della mostra, al quale hanno contribuito con le loro opere più di 50 fotografi del Circolo ed il dott. Osvaldo Pieroni, che a sua volta convive con la Sla, è il movimento inteso come voglia di vivere e speranza in una via d’uscita dall’immobilità, verso un futuro in cui la ricerca possa offrire finalmente una soluzione ad una malattia per la quale non esiste ancora una terapia efficace
Per contribuire alla buona causa, sarà possibile prenotare copie delle fotografie e del catalogo della mostra, curato da Giulia Minetti e Sandro Iovine, inviando una richiesta ad AISLA Onlus all’indirizzo e-mail: [email protected]
In particolare, per ricevere le foto è richiesto un contributo minimo di Euro 100 per Stampa fine-art giclée su carta perla montata da mostra e di Euro 60 per Stampa fine-art giclée su carta perla. L'iniziativa è sostenuta da Fondazione Bracco, PGM Legatoria, AGS All Graph System s.r.l., Paco s.r.l. e Antonietta Marrocchella.