Pop Up Shop&Tube #8

Arona - 02/12/2011 : 02/01/2012

L’Associazione Culturale Occhi Aperti inaugura un nuovo mese di esposizione del progetto Pop Up Shop&Tube.

Informazioni

Comunicato stampa

Venerdì 2 dicembre dalle ore 18.30 l’Associazione Culturale Occhi Aperti inaugura un nuovo
mese di esposizione del progetto Pop Up Shop&Tube presso lo spazio creativo ARCI
Meltin’ Pop, in via Roma 78/80 ad Arona, con ingresso riservato ai soci tesserati.
Si conclude così il primo anno del progetto: con dicembre si chiuderà la carrellata espositiva a
cui abbiamo assistito fin da aprile, ma Pop Up Shop&Tube riprenderà nel 2012 con una formula
ripensata e nuovi obiettivi, con dinamiche e interazioni che coinvolgeranno maggiormente gli
artisti partecipanti

Gli artisti che volessero proporsi sono invitati a presentare la loro
candidatura contattando l’organizzazione all’indirizzo email [email protected]
Maggiori info su www.popuptube.it.
Dicembre vedrà protagonisti sette nuovi talenti della creatività italiana.
Marco Fusco e Giuseppe Palermo, originari della costiera amalfitana, sono i designer che
hanno ideato il marchio Mark Pepper. Partendo da una rielaborazione della tradizione
artigianale della ceramica e della sua lavorazione e portando avanti una continua ricerca sui
diversi materiali, Mark Pepper nasce in un contesto di gioco e sperimentazione, dalla creatività
di questi due soggetti complementari che decidono di dare forma a tutte le loro più disparate
idee con un approccio spensierato ed ironico. L’obiettivo della loro produzione artistica è di
sdrammatizzare sia l’arte ceramica sia il concetto di design, realizzando prodotti spesso fuori
dagli schemi e del tutto inusuali.
Giuseppe Rogato, architetto di Palermo, è l’ideatore del marchio Pivviccì. Attento alle
problematiche ambientali e desideroso di unire l'aspetto ecologico e sostenibile a quello
imprenditoriale, Giuseppe concentra il suo lavoro sul tema del riuso: materiali prelevati prima
ancora di essere dismessi come cartelloni pubblicitari in pvc, juta dei sacchi di caffè, denim
jeans, pelli ed eco-pelli recuperate da giubbotti, divani e poltrone o interni di auto di lusso,
tessuto dei paracaduti d'epoca sono l’origine da cui prendono forma borse, accessori e oggetti
di interior design. I tessuti sono accuratamente scelti e abbinati in modo da conferire originalità,
unicità e gusto estetico.
Silvia Bragagnolo, architetto veneto, nel suo laboratorio di Castelfranco crea con passione
svariati e curiosi oggetti, raccogliendo tutto ciò che può far rivivere e reinventare secondo nuove
forme e con una vita propria. In ogni oggetto è racchiuso un altro oggetto e da ogni forma si può
ricreare una forma nuova: così è nato Miciovinicio, il marchio che ora dà il nome a tutte le sue
creazioni, dalle lampade ai portaoggetti, dagli specchi alle borse e bijoux. L’arte del riciclo è un
tema a lei caro: gli oggetti possono essere belli, utili e soprattutto vivere a lungo senza
diventare parte delle montagne di rifiuti che soffocano il nostro pianeta.
COMUNICATO STAMPA
2
Valentina Casagrande e Chiara Peretti, di Bologna, rispettivamente web editor e web
designer presso un’agenzia di comunicazione, hanno danno vita a Bottonia, un progetto nato
dal gusto di collezionare bottoni, passatempo d’infanzia, diventato sogno da grandi. I bottoni
possono raccontare storie, rintracciabili e custodite nel fondo di un cassetto o cucite a
impreziosire un abito d’altri tempi. Un percorso attraverso epoche e stili, in cui passato e
presente si intrecciano per creare oggetti unici e originali. Orecchini dal gusto retrò, anelliscultura,
bracciali dalle forme inconsuete e spille futuriste. Bottonia è forma e colore,
combinazioni e armonie.
Silvia Stefanini, di Como, é una fashion designer che ha fatto della sua passione il suo
mestiere: la moda, pensata e realizzata inizialmente solo per se stessa, diventa un impegno
costante e serio con la creazione del marchio SteSy | wearing:ideas. Il brand si rivolge a una
personalità sportiva e allo stesso tempo raffinata, che non passa inosservata. Chiara ispirazione
è la Parigi del nostro tempo, dove la donna cosmopolita e lavoratrice porta i tacchi in borsa per
essere sempre al top e le tennis ai piedi per essere comoda. Versatilità e mobilità sono le
parole chiave. Le collezioni sono un mix di contraddizioni, basic tshirts con inserti in pizzo,
oppure eleganti abiti sportiv-chic, maxi clutch da utilizzare giorno e sera.
Giovanna Alò, pugliese di origine e romana di adozione, è una designer di complementi di
arredo. Fin da piccola ha la fortuna di apprendere i processi produttivi e creativi specifici del
settore della ceramica grazie all’azienda di famiglia. E’ subito affascinata dalla plasticità della
materia e dalle sue fasi di lavorazione ed è in questo periodo che si sviluppa il suo interesse per
i materiali. In questo contesto forte d'ispirazioni, Giovanna è riuscita a sviluppare
un’interpretazione personalissima del concetto di design, caratterizzato da uno stile molto poco
industriale, riproducibile ma in grado di mantenere l'unicità del singolo manufatto, con un tocco
fresco e divertente che non ne diminuisce l'eleganza.
Giuseppe Lombardi, laureato in Grafica e Progettazione Multimediale a Roma, inizia la sua
carriera nel mondo della post produzione come 3d artist in alcune aziende locali per progetti di
video-arte. La sua esperienza come generalista inizia a focalizzarsi sul Digital Compositing e gli
effetti visivi. Da più di un anno collabora con la Direct2brain di Latina in qualità di VFX
Compositor per brand nazionali e internazionali quali National Geographic, Lancia Automobiles,
Marlboro.Nel 2009 con Davide Ciccarello fonda il Violent Datino Studio: insieme realizzano
videoclip musicali e riprese video di ogni genere, dagli showreel per attori a riprese di eventi
live, da video aziendali a filmini delle vacanze. La sperimentazione continua in diversi campi
delle arti visive, dalla direzione artistica agli effetti visivi, dalla buona cucina al vjing.