Piero Roccasalvo Rub – Solo un grande sasso

Ragusa - 10/06/2017 : 29/07/2017

La mostra propone un’importante gruppo di opere tematiche composte da pitture e disegni, anche di grande formato, oltre ad una serie di carte più piccole che testimoniano il dialogo continuo e fecondo tra la ricerca alchemica e le pulsioni cerebrali.

Informazioni

  • Luogo: CIVICA RACCOLTA CARMELO CAPPELLO DI PALAZZO ZACCO
  • Indirizzo: via San Vito, 158 - Ragusa - Sicilia
  • Quando: dal 10/06/2017 - al 29/07/2017
  • Vernissage: 10/06/2017 ore 19
  • Autori: Piero Roccasalvo
  • Curatori: Andrea Guastella, Giuseppe Carrubba
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: martedì, mercoledì, giovedì e venerdì ore 8.00 – 14.00 / 15.00 – 19.00 sabato ore 9.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00 Giorno di chiusura: domenica, lunedì e festivi
  • Patrocini: Organizzazione: Comune di Ragusa Associazione Culturale Aurea Phoenix

Comunicato stampa

La sede museale Civica Raccolta Carmelo Cappello di Palazzo Zacco, a Ragusa, inaugura, sabato 10 giugno 2017, alle ore 19.00, il nuovo progetto espositivo di Piero Roccasalvo Rub SOLO UN GRANDE SASSO, a cura di Giuseppe Carrubba e Andrea Guastella.



La mostra propone un’importante gruppo di opere tematiche composte da pitture e disegni, anche di grande formato, oltre ad una serie di carte più piccole che testimoniano il dialogo continuo e fecondo tra la ricerca alchemica e le pulsioni cerebrali





La pittura di Roccasalvo Rub rappresenta una versione ricca e personale nella scena artistica della figurazione contemporanea, recupera valenze primordiali, microcosmi formali che emergono dal buio e rimangono sospesi, tracce metafisiche di una dimensione indefinita.



L’artista ha ottenuto negli anni consensi, in ambito nazionale e internazionale, e destato l’interesse di diversi critici e curatori di rilievo che hanno studiato ed interpretato il suo lavoro.



La sua arte è un’indagine sul corpo come logos, necessità intellegibile del mondo, contemplazione filosofica, stoica e scientifica, come principio e modello, del macrocosmo del mondo oppure del microcosmo individuale, organismo rinchiuso dai limiti percettivi e dalla gravità cosmica.



SOLO UN GRANDE SASSO è una mostra che affronta la difficoltà del pensiero occidentale di concettualizzare il corpo, un sistema complesso in cui natura e cultura si compenetrano, con rimandi ed evocazioni continue e polisemiche, tra matematica e idealizzazione politica, carceri d’invenzione e prigionia psicologica.