Piero Ceccaroni – Dipinti su ceramica

Recanati - 03/07/2016 : 04/09/2016

Nella sede del Museo Civico Villa Colloredo Mels sono esposte opere degli anni 1980 e 1990, scelte dal curatore Professor STEFANO PAPETTI come le più rappresentative di questo periodo.

Informazioni

Comunicato stampa

PIERO CECCARONI, “DIPINTI SU CERAMICA”
La mostra sarà realizzata con la collaborazione del Comune di Recanati e dell'Assessorato alle Culture. Nella sede del Museo Civico Villa Colloredo Mels verranno esposte opere degli anni 1980 e 1990, scelte dal curatore Professor STEFANO PAPETTI come le più rappresentative di questo periodo.
La pittura è su ceramica, su pannelli costituiti da elementi assemblati per formare dei veri e propri quadri.
Il segno è “in punta di pennello” sottilissimo, i colori quelli tradizionali ceramici

Nelle opere del primo periodo dominano forti i colori, il blu persiano, i verdi, poi i colori si rarefanno e lasciano il posto a tratti quasi di grafica, a reticolati, a costruzioni più geometriche come negli ultimi lavori esposti.
La descrizione dei contenuti delle opere dell’artista è sicuramente non facile, tutto è fantasia, sogno, ricordo, tensione verso l’infinito tanto che è possibile parlare di una rappresentazione dei luoghi che esprimono l’”anima del paesaggio recanatese” dell’autore.
Piero Ceccaroni è arrivato alla pittura per caso, i suoi studi classici e poi di legge, il suo lavoro, non facevano presupporre la nascita di questa che poi è diventata vera grande passione. Sicuramente è giunto alla ceramica grazie alla vicinanza profonda con lo zio Rodolfo Ceccaroni (insigne ceramista) che gli ha messo in mano il pennello. Il suo percorso se ne è poi distaccato nello stile e nell’ideazione e ha portato l’autore alla creazione di opere uniche nel loro genere.
Ha realizzato molte esposizioni personali in Italia e all’estero. Ha ottenuto i maggiori riconoscimenti internazionali nel campo della ceramica:
il primo “Premio Acquisto” a Faenza nel 1987 al 45° Concorso Internazionale della Ceramica d’Arte e il secondo la Medaglia d’Argento nel 1990 a Vallauris (Francia) alla 12° Biennale Internazionale della Ceramica d’Arte.