Permanent Rot

San Candido - 23/01/2016 : 18/03/2016

Mostra doppia personale di Lois Salcher e Heinz Innerhofer.

Informazioni

  • Luogo: KUNSTRAUM CAFE MITTERHOFER
  • Indirizzo: Via Peter Paul Rainer 4 - San Candido - Trentino-Alto Adige
  • Quando: dal 23/01/2016 - al 18/03/2016
  • Vernissage: 23/01/2016 ore 19
  • Autori: Lois Salcher, Heinz Innerhofer
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: Da lunedì a sabato: 7.00 – 20.00

Comunicato stampa

Mostra: PERMANENT ROT
Artisti: Lois Salcher, pittura e Heinz Innerhofer, fotografia
Inaugurazione: Sabato 23.01.2016 ore 19.00
Introduzione: Rudi Ingruber
Musica: Christina Auer, flauto
Luogo: Kunstraum Café Mitterhofer, via Rainer. 4, San Candido / BZ
Durata della mostra: 23.01. – 18.03.2016
Orario: Da lunedì a sabato: 7.00 – 20.00

Lois Salcher,
E’ nato nel 1951 a Lienz / Austria. Ha studiato arte e grafica all’Akademie für angewandte Kunst a Vienna. Vincitore del 1° premio per la pittura della Città di Innsbruck

E’ stato premiato nella 19ma, 21ma e 24ma edizione dell’Österreichischer Grafikwettbewerb Landesmuseum Ferdinandeum a Innsbruck

L’arte di Lois Salcher stende le sue radici almeno fino alla pittura paesaggistica romantica senza però rilevare la sua relazione con la contemplazione diretta della natura. Con perseveranza elimina dall’immagine tutte le casualità: la riduzione intesa non come semplificazione ma come riconduzione all’essenziale ha portato alle figurazioni qui presentate.
L’artista chiama il suo metodo di lavoro un dialogo con i colori che in mancanza di oggetti del mondo esterno visibile sono elevati ad attori principali delle sue opere. Man mano che il pittore scopre il suo amore per il colore puro riconosce anche la sua indipendenza dall’esempio immediato della natura. Il colore è legato a un supporto – il pigmento – che, mescolato con il materiale di pittura (tempera all’uovo), viene reso visibile.
L’arte di Lois Salcher non si esprime con effetti grandiosi e spettacolari ma con un senso particolare per i suoni silenziosi, le sfumature lievi, nell’osservazione acuta del nascosto e recondito. Ciò che apparentemente sempre c’era e che è portato alla luce solo quando percepito e animato da un grande artista (Rudi Ingruber)

Heinz Innerhofer
Nato nel 1964, ha studiato nella “scuola di televisione e cinema ZELIG” di Bolzano. Dopo vari soggiorni all’estero quale assistente televisivo per documentari dell’ORF, TDF, SRF e Rai ritorna nel Sudtirolo e frequenta un corso professionale triennale per legatore di libri. Casualmente sbarca a Monaco, dove per un paio di anni lavora come assistente fotografico. Inizia l’attività di fotografo e grafico indipendente nel 2001. Nel 2010 s’iscrive alla “Prager Fotoschule” e conclude“con lode” i cinque semestri di studio della fotografia artistica e documentaria.
Vive e lavora quale fotografo indipendente a San Lorenzo /Sudtirolo)