Per il Gran Principe Ferdinando

Poggio a Caiano - 05/07/2013 : 05/11/2013

La mostra dal titolo “Per il Gran Principe Ferdinando. Nature morte, paesi, bambocciate e caramogi dalle collezioni medicee”, è organizzata in occasione del trecentesimo anniversario dalla morte di Ferdinando de’ Medici (1663 – 1713).

Informazioni

  • Luogo: VILLA MEDICEA
  • Indirizzo: Piazza dei Medici, 14 59016 - Poggio a Caiano - Toscana
  • Quando: dal 05/07/2013 - al 05/11/2013
  • Vernissage: 05/07/2013 ore 17.15
  • Curatori: Maria Matilde Simari
  • Generi: arte antica
  • Orari: secondo gli orari di apertura del Museo della Natura morta (ore 9; 10; 11; 12; 14; 15; 16; 17 18 durante luglio e agosto; nei mesi di settembre e ottobre l'ultima visita è alle ore 17).
  • Biglietti: ingresso libero
  • Email: esse.chiarello@gmail.com

Comunicato stampa

Si inaugurerà venerdì 5 luglio, alle ore 17.15, presso la Villa medicea di Poggio a Caiano (PO) la mostra dal titolo “Per il Gran Principe Ferdinando. Nature morte, paesi, bambocciate e caramogi dalle collezioni medicee”, organizzata in occasione del trecentesimo anniversario dalla morte di Ferdinando de’ Medici (1663 – 1713). Sarà presentata da Maria Matilde Simari, Direttore della Villa medicea, e curatrice della mostra. Seguirà il brindisi per festeggiare l’ingresso della Villa nel patrimonio mondiale dell’umanità Unesco, a cui parteciperanno Marco Martini, Sindaco di Poggio a Caiano, e Giacomo Mari, nuovo assessore alla cultura



La mostra, visitabile da sabato 6 luglio fino al 5 novembre, rappresenta un elemento di raccordo con quella dedicata al Gran Principe Ferdinando de’ Medici, appena inaugurata nella Galleria degli Uffizi di Firenze. La Villa di Poggio a Caiano, infatti, è stata una delle residenze preferite del primogenito del granduca Cosimo III, destinato a succedergli nel governo della Toscana.

Il percorso espositivo si sviluppa tra le 14 sale del Museo della Natura Morta, che ha sede nella stessa villa; saranno in evidenza le opere della raccolta del Gran Principe Ferdinando, e, al termine del percorso, una sala sarà dedicata a due diversi aspetti dei suoi gusti di collezionista, quello volto alle pitture di piccole dimensioni e quello indirizzato alle pitture di genere, ovvero le vedute, le bambocciate, e i dipinti grotteschi e giocosi dove i protagonisti sono pigmei e nani ovvero i ridicoli caramogi.

“Sono quanto mai lieta – ha detto Cristina Acidini, Soprintendente per il Patrimonio Storico Artistico del Polo Museale fiorentino - che, grazie all’energia e alla dedizione della direttrice, di tutti i suoi collaboratori e del personale interno, la Villa di Poggio a Caiano goda di occasioni di autenticame proficua valorizzazione, così da mantenerne viva e operosa la presenza nel Polo Museale fiorentino a beneficio dei cittadini – i più immediati fruitori – ma anche dei visitatori locali e internazionali”.