People have the Power

Trieste - 19/02/2021 : 03/04/2021

Mostra collettiva dedicata ad un gruppo di artisti che collabora regolarmente con la galleria EContemporary e che, attraverso l’unione di diverse tecniche proposte, vuole dimostrare quanto sia importante il ruolo della cultura in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo.

Informazioni

  • Luogo: ECONTEMPORARY
  • Indirizzo: via Crispi, 28 ­ - Trieste - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 19/02/2021 - al 03/04/2021
  • Vernissage: 19/02/2021 ore 17.30
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: La mostra rimarrà visitabile sino al 3 aprile 2021 dal giovedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00 oppure su appuntamento.

Comunicato stampa

La galleria EContemporary venerdì 19 febbraio 2021 dalle ore 17.30 alle ore 20.00 inaugura la mostra collettiva "People have the Power"

In queste settimane sui social è stato pubblicato molto spesso un video in cui la cantante statunitense Patty Smith si esibisce, assieme ad un variegato coro di volontari, nella bellissima canzone “People have the Power”.
L’interpretazione che ne esce è commovente e fa riflettere moltissimo su quanta forza inespressa abbia la collettività nei confronti del proprio destino e il grande -e spesso inconsapevole- potenziale di intervenire sulle vicende che toccano il nostro quotidiano


Patty Smith scrisse questa canzone con il fine di ispirare la gente che cantava in tutto il mondo ad affrontare cause diverse.
Lei stessa in un’intervista dice “Quello che volevamo fare era ricordare all’ascoltatore il suo potere individuale ma anche il potere collettivo delle persone, come possiamo fare qualsiasi cosa. Ecco perché alla fine dice: “Credo che tutto ciò che sogniamo possa realizzarsi, attraverso la nostra unione possiamo trasformare il mondo, possiamo trasformare la rivoluzione della terra”.

Questo preambolo spiega la scelta del titolo di questa mostra collettiva dedicata ad un gruppo di artisti che collabora regolarmente con la galleria EContemporary e che, attraverso l’unione di diverse tecniche proposte, vuole dimostrare quanto sia importante il ruolo della cultura in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo.

La mostra propone alcuni lavori fotografici dedicati a New York interpretati in bianco e nero da Juan Carlos Calderon ed Euro Rotelli mentre il fotografo Maurizio Melozzi propone alcun affascinanti scatti in negativo che immortalano la suggestione e la forza delle onde del mare.
Sergej Glinkov sarà presente con le sue famose donne flessuose, eleganti e sensuali mentre le artiste Marina Legovini e Donatella Sommariva presenteranno i loro incantevoli paesaggi interpretando la natura attraverso un dialogo intimo e intimista. Non potevano mancare in questa collettiva le installazioni artistiche di Luigi Merola dedicate al recupero di materiali industriali e le installazioni specchiate di Lello Ronca che si confronteranno con le coloratissime grafiche digitali di Andy Prisney.