Paul Lindner Tajes – Cacos da Mata

Roma - 22/11/2013 : 30/11/2013

Lindner porterà 42 opere uniche che compongono la mostra "Cacos da mata" - "Frammenti dalla foresta".

Informazioni

  • Luogo: ECOS GALLERY
  • Indirizzo: via Giulia 81/A, 00186 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 22/11/2013 - al 30/11/2013
  • Vernissage: 22/11/2013 ore 18
  • Autori: Paul Lindner Tajes
  • Curatori: Simona De Pinho
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Dal 22 al 30 Novembre 2013, a cura di Simona de Pinho, Paul Lindner Tajes riempirà con le sue opere gli spazi della Galleria La Pigna, sotto la direzione artistica di Carlo Marraffa.

Vernissage il 22 novembre alle 18 alla Galleria della Pigna, via della Pigna 13a, Roma.

Lindner porterà 42 opere uniche che compongono la mostra "Cacos da mata" - "Frammenti dalla foresta"



“Grande Spirito”
Basato sul riciclaggio di materiali, Cacos da Mata è un progetto di arte e educazione ambientale realizzato a quattro mani dall’insegnante di arte Ana Beatris Raposo, artefice dei pezzi in vetro (fusing), e dall’artista plastico Paulo Tajes Lindner, autore dei dipinti in tinta acrilica su teloni impermeabili.
“Attraverso l’arte vogliamo promuovere la riflessione sul ruolo di ognuno di noi per quanto riguarda il rispetto e la preservazione della natura e il recupero di aree degradate, poiché le foreste sono di vitale importanza per la qualità della vita delle generazioni presenti e future.”

Linder dal 1980 si batte per la preservazione delle foreste della sua regione, Serra Dona Francisca e Joinville, nello stato di Santa Catarina in Brasile, e da allora ha sostenuto molte lotte soprattutto a partire dal 1996 quando proprio lì avevano provato a costruire una centrale idroelettrica che sarebbe stata letale per la popolazione e per la foresta pluviale atlantica.
Linder ha cominciato a resistere, prima da solo e poi dal 1999 la gente della sua città ha cominciato a chiedergli cosa potesse fare per aiutarlo.
Nel 2001 il progetto della centrale idroelettrica è stato abbandonato e la Fondazione "SOS Mata Atlantica", di San Paolo ha asserito che era la prima volta che una mobilitazione popolare vinceva contro il potere economico.

Questa è solo una delle tante battaglie che l'artista ha affrontato e raccontato attraverso le sue opere.

Venire al suo vernissage non aprirà solo il vostro cuore a una realtà crudele e temibile, quella della deforestazione ,che in pochi hanno il coraggio di combattere in prima linea e di persona, ma vi farà conoscere soprattutto un'uomo stupendo, una persona straordinaria, che attraverso la sua energia e la sua arte è riuscita ad andare ben oltre le sue stesse aspettative nell'interesse di tutti noi e della nostra terra.