Paolo Maione / Giacomo Piussi – Part One

Firenze - 18/12/2013 : 18/01/2014

La Galleria Alessandro Bagnai presenta il lavoro di due artisti, Giacomo Piussi e Paolo Maione. Il titolo “Part One", sta per sottolineare l'intento, da parte della galleria, di dar seguito a questa prima piccola esposizione che ha luogo solo in una delle sale; un primo incontro tra le opere dei due artisti, che vivono e lavorano in Toscana.

Informazioni

Comunicato stampa

Paolo Maione / Giacomo Piussi
PART ONE

La Galleria Alessandro Bagnai presenta il lavoro di due artisti, Giacomo Piussi e Paolo Maione. Il titolo “Part One", sta per sottolineare l'intento, da parte della galleria, di dar seguito a questa prima piccola esposizione che ha luogo solo in una delle sale; un primo incontro tra le opere dei due artisti, che vivono e lavorano in Toscana.

Una scultura in bronzo, “Il ciuco Incoronato” è l'opera presente nella mostra di Paolo Maione

Sostenitore della lavorazione dei materiali grezzi e del rapporto tattile che si crea nel processo di lavorazione, ispira il suo lavoro alla tradizione popolare con ironia.
Il suo asino dalle sembianze antropomorfe è l’espressione massima della filosofia del disincanto caratterizzante le sue opere: goffo antieroe per eccellenza ma allo stesso tempo interprete perfetto della razionalità umana.

Con la sua abilità tecnica unita ad una fervida immaginazione, Paolo Maione ( San Giovanni D'Asso 1965) debutta nei primi anni novanta, caratterizzandosi come un "artista comico", come lui è solito definirsi , in grado di dissimulare la profondità del suo impegno con leggerezza. Espone, già dalla metà degli anni novanta, da Gian Enzo Sperone, a Roma e New York e in numerose altre personali e rassegne collettive.

Dal pavimento al soffitto della stanza principale Giacomo Piussi espone la sua "quadreria" ispirandosi alla maniera seicentesca con cui i primi grandi collezionisti borghesi utilizzavano i quadri come elementi d’arredo dove ritratti , paesaggi e nature morte sono accostati per cromatismi e dimensioni al fine di creare un effetto polifonico.


Giacomo Piussi nasce a Udine nel 1967 ma vive e lavora a Firenze. Vanta al suo attivo di numerose personali in Italia e Parigi e collettive a Lisbona ed Amsterdam.
Alessandro Bagnai espone il suo lavoro agli esordi, con una mostra dal titolo "Galatea" nel 1998.
Artista empirico e anti naturalista sceglie i suoi soggetti da esperienze ed impressioni proprie,
riflettendoli in uno stile pittorico composto e artificioso, necessario per la conformazione delle rappresentazioni con le idee.
L’artista per lui è colui in grado di concretizzare il rapporto tra la cosa stessa e la sua percezione, un conduttore dei fili invisibili che colgono l’essenza.



Paolo Maione / Giacomo Piussi
PART ONE

Galleria Bagnai in Florence is pleased to host two artists: Giacomo Piussi and Paolo Maione.
The title“Part One” refers to the purpose of the gallery , to create a sequel to this little first exhibition which take place in one room only , a first meeting between two artists who live and work in Tuscany.


A bronze statue” Il ciuco Incoronato” is the result artist Paolo Maione’s craftmanship: as a supporter of raw materials processing and of the tactile relationship generated during the working process, he inspires his operate to folk traditions but with irony.
His antropomorphical donkey is the major expression of disinllusionment philosophy featured in his work : goofey antihero for excellence but at the same time perfect exponent of human rationality.

Thanks to his tecnical skills anda strong immagination , Paolo Maione( San Giovanni D’Asso 1965) debuts in the early nineties, carachterizingfor being a“comic artist”, as he is also used to describe himself , able to dissimulate the deepness of his committment with lightness.
During the midnineties at Gian Enzo Sperone’s he has his first exhibitions in Rome and New York and many other solo and collective shows.



From the floor to the ceiling of the main room Giacomo Piussi exposes his “ quadreria” inspired by the manner of the seventeenth century when the first bourgois collectionists were used to show walls of paintings as furnishing elements, where portraits, landcapes and still lifes are combined in cromatism and dimensions aimed create a polyphonic effect.

Giacomo Piussi was Born in Udine 1967 but lives and works in Florence. He enumerates many solo exhibition in Italy and Paris and group expositions in Lisbona and Amsterdam.
Alessandro bagnai hosts his operate at the beginning with the show “ Galatea” in 1998.

Empirical and anti naturalistic artist he chooses his subjects from his own experiences and private impressions, reflecting them in an artificial and composed painting style necessary to match ideas with their representations.
The artist is to him the one able to “ finish the relationship intercurring between the perception of the object and its idea,a leader of the invisible strings which capture the essence of things.