PAC-Porto d’Arte Contemporanea – Sergio Fermariello

Pollica - 08/07/2016 : 15/10/2016

Doppia installazione di Sergio Fermariello: tre sculture totem in ferro alte più di quattro metri e una lunga catena in ferro.

Informazioni

  • Luogo: PORTO DI ACCIAROLI
  • Indirizzo: Via Porto - Pollica - Campania
  • Quando: dal 08/07/2016 - al 15/10/2016
  • Vernissage: 08/07/2016 ore 18
  • Autori: Sergio Fermariello
  • Generi: arte contemporanea
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

PAC-Porto d'Arte Contemporanea
Mostre di Sergio Fermariello e Vincenzo Rusciano
venerdì 8 luglio 2016, dalle ore 18:00
fino al 15 ottobre 2016
porto di Acciaroli, nel comune di Pollica e Castello dei Principi Capano (Salerno)
partecipazione gratuita

Il secondo MATRONATO è concesso a due mostre di Sergio Fermariello e Vincenzo Rusciano, organizzate dal PAC-Porto d’Arte Contemporanea di Pollica (Salerno), progetto innovativo, nato da un'idea di Valerio Falcone, che si basa sul rapporto fra l’identità storica dell'area Acciaroli-Pollica, nel Cilento e, più in generale, la relazione tra quest'area del Mediterraneo con altre culture e filosofie artistiche contemporanee

Venerdì 8 luglio il PAC inaugurerà due mostre:
- al porto di Acciaroli (ore 18:00), nel comune di Pollica (Salerno) la doppia installazione di Sergio Fermariello: tre sculture totem in ferro alte più di quattro metri e una lunga catena in ferro.
- presso il Castello dei Principi Capano (ore 20:00) a Pollica, la mostra di Vincenzo Rusciano: due tele di grandi dimensioni, una zattera lunga più di quattro metri ed una casetta in legno.
Le installazioni e la mostra saranno visitabili tutti i giorni fino a sabato 15 ottobre 2016, data in cui sarà presentato a Pollica il catalogo delle due mostre. Oltre al MATRONATO della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, le mostre hanno ricevuto il patrocinio della Fondazione PLART, dell'AMACI, della Regione Campania, della Provincia di Salerno e del Comune di Pollica.

Sergio Fermariello (Napoli, 1961 dove vive e lavora). La sua ricerca parte dal recupero dei modelli, delle memorie familiari che si estendono poi ad un'inconscia memoria collettiva.
 Nel 1989 espone per la prima volta presso la galleria di Lucio Amelio. Tra le sue mostre personali si ricordano quelle alla Galleria Il Capricorno di Venezia nel 1990 e alla Galerie Yvon Lambert di Parigi nel 1992. Partecipa a numerose mostre collettive, quali Metropolis alla International Kunstausstellung di Berlino del 1991 e Les pictographes al Musée de l'Abbaye Sainte-Croix di Les Sables-d'Olonne dove Didier Ottinger lo invita ad esporre i suoi lavori accanto a dipinti di Klee, Miró, Picasso, Penck, Sanejouand. Nel 1993 è chiamato da Achille Bonito Oliva a partecipare alla 45.Biennale di Venezia con una sala personale nel Padiglione Italia. Nel 1995 espone nella mostra Opus Alchemico alla Galleria In Arco di Torino alcuni lavori a carattere tridimensionale, a metà strada fra la pittura e la scultura, che costituiscono una tappa ulteriore nel suo percorso artistico.

Vincenzo Rusciano (Napoli, 1973 dove vive e lavora), opera soprattutto nel campo della scultura e dell’installazione. Dal 2014 insegna Serigrafia d’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Attraverso un’ironica concettualità, il suo linguaggio si è andato sviluppando tra i motivi della trasgressione infantile quale metafora dell’aspirazione alla libertà nell’età adulta. A questi temi, si associano figurazioni cui si mescolano utensili tratti dall’arte e dalla archeologia, direttamente connessi col fare quotidiano dell’artista: taniche, contenitori, idealmente traboccanti di materiali, quelli “duri” dell’oggi – resina, lattice, jasmonite, terracotta, colori a smalto - che rimandano al gusto e alle tecniche contemporanee, assolutamente avulse all’antichità ma carichi di rimandi alla conservazione della memoria. Tra le recenti mostre personali: Not so Bad Galleria Annarumma, Napoli, 2016; Echi dal bianco Museo d’arte Contemporanea di Lissone, 2015; Sponda Chiesa di Sant'Aniello a Caponapoli, Napoli, 2014; Broken, Galleria Annarumma, Napoli, 2011; Deadline, Annarumma404, Milano, 2008; I’m not Spiteful, NT Art Gallery, Bologna, 2007; Neverland, Changing Role Gallery, Napoli, 2006. Tra le recenti mostre collettive: Tra passato e presente Galleria Nazionale-Palazzo Arnone, Cosenza, 2015; The Go-Between. Una selezione di artisti internazionali dalla Collezione di Ernesto Esposito Museo di Capodimonte, Napoli, 2014; Surface Museo Civico Gaetano Filangieri, Napoli, 2014; Premiata Officina Trevana 2011 Palazzo Lucarini Contemporary, Trevi (PG), 2011; Passaggi. Dalla collezione privata di Ernesto Esposito, Museo di Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio, Caserta, 2011; A.D.D. Attention Deficit Disorder, Palazzo Lucarini, Trevi (PG), 2010; Il Giardino dei Lauri, Collezione Angela e Massimo Lauro, Città della Pieve (PG), 2009; Biennale di Scultura di Gubbio 25° Edizione Gubbio, 2008; Sistema Binario, Stazione Metropolitana di Mergellina, Napoli, 2008; La Casa degli Artisti. Dalla Collezione Murri di Arte Contemporanea, Palazzo D’Accursio, Bologna, 2008; Ironia domestica, Museion di Bolzano, 2007; Open Space, Centro Culturale Candiani, Venezia, 2006.