Ozio – abitare

Matera - 03/02/2013 : 23/02/2013

Ciascuno degli artisti coinvolti riflette in modo personale, focalizzando ora l’aspetto privato ed intimo dell’abitare, ora gli aspetti simbolici e rituali o quelli socio antropologici e mettendo in relazione il processo creativo dell’opera d’arte con quello della costruzione della casa.

Informazioni

  • Luogo: ARTERIA
  • Indirizzo: Vico XX settembre, 2 - Matera - Basilicata
  • Quando: dal 03/02/2013 - al 23/02/2013
  • Vernissage: 03/02/2013 ore 18.30
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: Lunedì - Sabato 16,00 - 20,00
  • Biglietti: ingresso libero
  • Sito web: http://www.ozioart.blogspot.it

Comunicato stampa

Domenica 3 febbraio 2013 si inaugura, presso la sala mostre di
ARTErìa, associazione d’arte e cultura di Matera, la collettiva
“Abitare”, una ricognizione sul lavoro svolto negli ultimi mesi
nell’ambito di “Ozio”. Si tratta di un progetto nato da un gruppo di
artisti del sud Italia che coinvolge personalità operanti in aree
geografiche differenti, impegnati in procedimenti di vario genere, in
un percorso volto alla riscoperta di un atteggiamento lento e
riflessivo nei confronti del fare arte, alla presa di coscienza del
valore archetipico delle immagini, alla valorizzazione della
perifericità, sia in senso geografico che culturale

Orfeo Cellura,
Hernàn Chavar, Francesco Cuna, Sante Cutecchia, Pasquale De Sensi,
Tinatin Ghughunishvili, Mariateresa Marino, Salvatore Masciullo, Luigi
Massari, Alessandro Matteo, Fabio Mazzola, Emanuele Puzziello e
Caterina Striccoli si confrontano con l’idea della casa, adottando
come bussola il concetto di abitazione come cassa di risonanza delle
vibrazioni del mondo. Non un manufatto che deve semplicemente
soddisfare le esigenze materiali dell’uomo ma, come hanno fatto per
millenni le abitazioni rupestri dei Sassi, favorire la sua sintonia
con il ciclo vitale, la cadenza del giorno e della notte, il ciclo
delle stagioni e perfino la dicotomia vita / morte. Ciascuno degli
artisti coinvolti riflette in modo personale, focalizzando ora
l’aspetto privato ed intimo dell’abitare, ora gli aspetti simbolici e
rituali o quelli socio antropologici e mettendo in relazione il
processo creativo dell’opera d’arte con quello della costruzione della
casa. Dal 3 febbraio sarà possibile effettuare gratuitamente il
download del catalogo in pdf dal blog www.ozio.blogspot.it.