Otto Nuovi Futuristi

Cernusco Lombardone - 11/05/2013 : 01/06/2013

I Nuovi Futuristi hanno realizzato nell’arco di quasi un trentennio un corpo cospicuo di opere su carta che toccano i temi della pubblicità, del fumetto, del design e che lasciano apparire in superficie tutta la ricchezza e la complessità dell’uomo moderno.

Informazioni

  • Luogo: MESOPICA CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: via Monza 29 - 23870 - Cernusco Lombardone - Lombardia
  • Quando: dal 11/05/2013 - al 01/06/2013
  • Vernissage: 11/05/2013 ore 16,30
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: visibile su appuntamento.

Comunicato stampa

I Nuovi Futuristi hanno realizzato nell’arco di quasi un trentennio un corpo cospicuo di opere su carta che toccano i temi della pubblicità, del fumetto, del design e che lasciano apparire in superficie tutta la ricchezza e la complessità dell’uomo moderno.



''...Gli oggetti del Nuovo Futurismo sono il passaggio obbligato di un' epoca, la testimonianza palese di una generazione che lavora sodo, senza farsi troppe illusioni, senza rimpiangere il passato per ciò che è stato prodotto o per ciò che si sarebbe potuto produrre



Per questa ragione i Nuovi Futuristi sono convinti che il presente diventa automaticamente un fatto storico - si tratta infatti di pigiare un pulsante, un pulsante qualsiasi - con la sua povera biografia ma già ricca di intenti, di incidenti, di deviazioni, di innovazioni simultanee come dire che, se si vuole, se vai fuori, ti accadono più cose nelle poche ore della notte che in un mese, in un anno chiuso nell'ottusità dorata della tradizione.

Moda, design, spettacolo - soprattutto questo ultimo e ovviamente nel senso più ampio del termine - sono diventati i modelli culturali delle ultime generazioni e, di riflesso, dei Nuovi Futuristi che non vogliono perdere un colpo o quantomeno non vogliono lasciarsi sfuggire certe opportunità di spinto protagonismo. Le loro opere sono perciò degli strumenti d'arredo domestico per la festa quotidiana o comunque per abbellire il vuoto di dentro, il vuoto di fuori, senza scomodare troppa cultura, troppi dizionari...''



Dal catalogo Nuovo Futurismo, Groninger Museum, 1985

testo di Luciano Inga Pin