Opere della Collezione Le Regard de Pierre Hebey

Milano - 08/02/2016 : 10/02/2016

Artcurial in Italia, diretta da Gioia Sardagna Ferrari, presenta nella propria sede milanese di Palazzo Crespi una selezione di lotti provenienti dalla collezione dell’avvocato specializzato in proprietà intellettuale e scrittore Pierre Hebey (Algeri, 1926 – Biarritz, 2015) e di sua moglie Geneviève, che saranno battuti in asta a Parigi lunedì 22 e martedì 23 febbraio.

Informazioni

  • Luogo: ARTCURIAL
  • Indirizzo: Palazzo Crespi, Corso Venezia 22 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 08/02/2016 - al 10/02/2016
  • Vernissage: 08/02/2016 ore 18,30 su invito
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: da martedì 9 febbraio 2016 a mercoledì 10 febbraio 2016 Opening: lunedì 8 febbraio 2016, dalle ore 18.30 Anteprima per la stampa: lunedì 8 febbraio 2016, dalle ore 17.30 Orario dalle 10.00 alle 18.00
  • Biglietti: ingresso libero
  • Uffici stampa: PAOLA C. MANFREDI STUDIO

Comunicato stampa

Milano – Artcurial in Italia, diretta da Gioia Sardagna Ferrari, presenta da martedì 9 a mercoledì 10 febbraio nella propria sede milanese di Palazzo Crespi una selezione di lotti provenienti dalla collezione dell’avvocato specializzato in proprietà intellettuale e scrittore Pierre Hebey (Algeri, 1926 – Biarritz, 2015) e di sua moglie Geneviève, che saranno battuti in asta a Parigi lunedì 22 e martedì 23 febbraio

Questi straordinari pezzi giungono in Italia come penultima tappa di un tour che ha toccato le sedi europee di Artcurial a Vienna, Bruxelles e Monaco, e si sposterà infine a Parigi, dove saranno visibili da martedì 16 a lunedì 22 febbraio 2016.
La mostra a Milano in Corso Venezia 22 è aperta al pubblico gratuitamente dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

La Collezione di Pierre Hebey è costituita da diversi nuclei tematici che vanno dall’Art Deco alla scultura bronzea francese di fine Ottocento, passando per l’arte contemporanea e moderna, sino alla raccolta di edizioni pregiate di letteratura classica e surrealista. L’eterogeneo insieme di pezzi cardine per la cultura europea degli ultimi due secoli è andato costituendosi grazie alla profonda passione dei coniugi Hebey per l’antiquariato, i ‘mercatini delle pulci’ e gli acquisti in asta, ma soprattutto grazie al rapporto che Pierre Hebey ha saputo costruire con gli artisti suoi coevi che in molti casi ha assistito e difeso nelle aule di tribunale.

La selezione in anteprima a Milano presenta opere provenienti dalla collezione di arte moderna e contemporanea che andranno all’incanto a Parigi nella giornata di lunedì 22 febbraio nell’ambito della vendita di Modern, Post War & Contemporary Art. Si tratta di pezzi che Hebey acquistava direttamente negli studi degli artisti con i quali era in strette consuetudini: Roberto Matta (Santiago del Cile, 1911 – Civitavecchia, 2002), Pierre Alchinsky (Bruxelles 1927), Eduardo Arroyo (Madrid, 1937), Serge Poliakoff (Mosca, 1900 – Parigi, 1969), Jean-Paul Riopelle (Montreal, 1923 – Ile aux Grues, 2002), Pierre Soulages (Rodez, 1919), Bram van Velde (Zoeterwoude, 1895 – Grimaud, 1981) e Marc Chagall (Vitebsk, 1887 – Saint-Paul-de-Vence, 1985).
Il percorso espositivo pensato per Artcurial Italia è in grado di raccontare il personalissimo gusto di Pierre e Geneviève Hebey, attraverso una parte della collezione che ha rivestito nel tempo un ruolo particolarmente importante per la famiglia Hebey che vi si è dedicata soprattutto tra il 1990 e il 2000, concentrandosi sull’arte del XX Secolo, l’arte del proprio tempo. Uno spazio significativo è riservato al Surrealismo, come testimoniato dall’opera di Roberto Matta Morphologie psychologique de l’angoisse, 1938. Si tratta di un pezzo estremamente importante nella carriera dell’artista, la sua prima opera surrealista, stimata 700 000 – 900 000€.
L’arte visionaria e spontanea di uno dei principali rappresentanti del gruppo CO.BRA e conoscente di Hebey, Pierre Alchinsky, è rappresentata da 3 dipinti di grandi dimensioni, tra i quali spicca l’acrilico su carta intelata A la Trace del 1974 (stima: 60 000 – 80 000€): una composizione dominata da intense variazioni di blu.
Il genio di Marc Chagall, grande amico di Hebey, è presente con due pezzi eccezionali: un dipinto su tela a tecnica mista del 1976, L’Ecuyere dedicato al tema del circo e stimato 600 000 – 800 000€ e la rara scultura in pietra calcarea del 1969 dal titolo Diptyque Jacob et Mose (stima: 120 000 – 160 000€) costituita da due elementi piramidali simmetrici sui quali sono ritratti Mosè e Giacobbe.
Ancora una volta Artcurial offre al proprio pubblico di amatori e collezionisti la possibilità di scoprire opere provenienti da una collezione privata, difficilmente visibili e in grado di raccontare in maniera esaustiva la passione di Pierre Hebey e di sua moglie Geneviève, dando altresì conto di una dimensione di scambio e condivisione tra energie culturali differenti.



*******
Immagini ad alta risoluzione visionabili su richiesta
Cataloghi disponibili online sul sito www.artcurial.com

Artcurial – Fondata nel 2002, Artcurial ha riaffermato la sua posizione quale principale casa d’aste francese con un fatturato di 191 M€ nel 2015, raddoppiando il volume di vendite negli ultimi 5 anni. Artcurial si è inoltre confermata leader di mercato per i fumetti in Europa, per le automobili da collezione in Europa continentale, per i gioielli e gli orologi in Francia e a Monaco, e infine per i dipinti Old Master a Parigi. Grazie a una forte propensione internazionale Artcurial mantiene la sua presenza all’estero con uffici a Milano, Vienna, Monaco di Baviera, Bruxelles, Pechino e Tel Aviv, oltre che a organizzare mostre itineranti negli Stati Uniti e in Asia. A luglio 2015 Artcurial ha aperto una nuova sede a Monaco, concentrando nel Principato le attività di vendita dei dipartimenti dedicati al lusso: gioielleria, orologi e Hermès Vintage; a ottobre 2015 si è inoltre tenuta la prima asta di Artcurial a Hong Kong, avvenimento che prevede un più ampio processo di espansione sul mercato asiatico.
Gioia Sardagna Ferrari dirige la sede italiana di Artcurial, inaugurata nel 2012, con uffici a Milano, Palazzo Crespi in Corso Venezia 22. Obiettivo della presenza in Italia è proporre mostre in anteprima delle aste di prestigio di Parigi (in aprile e in novembre) e mostre temporanee di collezioni private di grande rilevanza, altrimenti non visibili dal pubblico; promuovere giornate di Expertise gratuite, con il coinvolgimento degli esperti dei 26 dipartimenti di cui la casa d’aste si occupa e creare momenti di approfondimento, con incontri e conferenze aperti al pubblico, come i cicli “Collezionismi” e “Aperitivi Culturali”.
La presenza continuativa e permanente in Italia di Artcurial consente anche di stabilire più stretti legami con i numerosi clienti italiani che ogni estate e, da gennaio 2016 anche di inverno, si danno appuntamento a Montecarlo, in occasione delle aste di gioielli e orologi.