Onofrio Catacchio – Coliandro a fumetti

Bologna - 19/11/2012 : 27/11/2012

La conversazione tra Lucarelli e Catacchio è l’occasione per scoprire cosa significhi far vivere tra più linguaggi un personaggio e, in particolare, per conoscere da vicino un’idea e una storia nate a Bologna, con artisti legati alla città che hanno saputo raccontarla in giallo, a fumetti, come rappresentato nelle tavole originali di Catacchio – Coliandro a fumetti –, in esposizione nella Biblioteca di San Giorgio in Poggiale.

Informazioni

Comunicato stampa

Prende il via il ciclo di incontri Il nastro di Moebius. Dialoghi tra scrittori e fumettisti grazie al quale la Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale diventerà un crocevia di riflessioni sui linguaggi della contemporaneità. Sei incontri che si terranno da novembre fino al prossimo febbraio tra scrittori celebri, autori anche di sceneggiature per fumetti, e fumettisti, accomunati da esperienze lavorative e affinità, che dialogheranno sul connubio tra scrittura letteraria e fumetto, sulle dinamiche che sottostanno la trasposizione a fumetto di un’opera letteraria

Sei incontri moderati da Alberto Sebastiani per scoprire, o approfondire, la continua interazione creativa tra scritture e linguaggi diversi, cioè una delle cifre della narrazione contemporanea, che a Bologna ha molti e validi esponenti, sia tra gli scrittori sia tra i disegnatori, di cui la Biblioteca ospiterà mostre temporanee.

Nel primo appuntamento in programma, lunedì 19 novembre 2012 alle ore 18, Carlo Lucarelli e Onofrio Catacchio sono i protagonisti dell’incontro Coliandro, un personaggio che corre tra i linguaggi. Coliandro è telefilm, racconti, romanzi, anche fumetti. Le storie e i personaggi di Carlo Lucarelli sono spesso crossmediali e grazie al fumettista Onofrio Catacchio le avventure di Coliandro sono diventate fumetti. Un’idea nata negli anni Novanta proprio a Bologna, nell’ambiente del Gruppo 13 bolognese e della sperimentazione di Granata Press, e riproposta negli anni Zero, in piena riscoperta del racconto a fumetti.

La conversazione tra Lucarelli e Catacchio è l’occasione per scoprire cosa significhi far vivere tra più linguaggi un personaggio e, in particolare, per conoscere da vicino un’idea e una storia nate a Bologna, con artisti legati alla città che hanno saputo raccontarla in giallo, a fumetti, come rappresentato nelle tavole originali di Catacchio – Coliandro a fumetti –, in esposizione nella Biblioteca di San Giorgio in Poggiale dal 19 al 27 novembre 2012.



IL NASTRO DI MOEBIUS
PROSSIMI DIALOGHI


mercoledì 28 novembre 2012, ore 18
Raccontare i luoghi della paura
Barbara Baraldi e Paolo Barbieri
Esposizione delle tavole di Paolo Barbieri: L’inferno di Dante (28 novembre – 11 dicembre)


giovedì 13 dicembre 2012, ore 18
Le affinità elettive
Vasco Brondi e Andrea Bruno
Esposizione delle tavole di Andrea Bruno: Come le strisce che lasciano gli aerei (13 dicembre – 10 gennaio)


mercoledì 16 gennaio 2013, ore 18
(Ri)leggendo Andrea Pazienza
Emidio Clementi e Gianluca Morozzi
Esposizione dei fumetti di Pazienza amati dagli autori: Il “nostro” Paz (16 – 29 gennaio)


venerdì 1 febbraio 2013, ore 18
Quando il mio racconto diventa un fumetto
Marcello Fois e Daniele Serra
Esposizione delle tavole di Daniele Serra: Carne (1 – 11 febbraio)


mercoledì 12 febbraio 2013, ore 18
Dare un volto a Sarti Antonio, dare un volto a Bologna
Loriano Macchiavelli e Otto Gabos
Esposizione delle illustrazioni di Otto Gabos: Per Sarti Antonio (12 – 19 febbraio)



Carlo Lucarelli
È nato il 26 ottobre 1960 a Parma e vive a Mordano, vicino Bologna. È un affermato scrittore di letteratura noir. Tra i suoi romanzi si ricordano Almost Blue, Lupo Mannaro, L’Ottava vibrazione, Falange Armata, Il Giorno del Lupo, Un giorno dopo l’altro, Guernica e L’isola dell’angelo caduto pubblicati dalla casa editrice Einaudi; la trilogia del commissario De Luca (Carta bianca, L’estate torbida e Via delle Oche) pubblicata da Sellerio; Indagine non autorizzata edito da Hobby & Work e Autosole edito da Rizzoli. Molti suoi racconti sono stati raccolti nell’antologia Il Lato Sinistro del Cuore edita dall’Einaudi.
Per la saggistica: Misteri d’Italia – i casi di Blu Notte, Nuovi Misteri d’Italia – i casi di Blu Notte, La Mattanza, Piazza Fontana, G8 cronaca di un battaglia, Storie di bande criminali, di mafie e di persone oneste, La faccia nascosta della luna e Il veleno del crimine editi da Einaudi; Serial Killer – Storie di ossessione omicida, La scena del crimine, Tracce Criminali, Il Genio criminale, La Nera e Sex Crimes editi da Mondadori e scritti insieme a Massimo Picozzi; Compagni di Sangue edito da Rizzoli e scritto insieme a Michele Giuttari; Navi a perdere edito da Edizioni Ambiente.
Le sue opere sono state tradotte e pubblicate anche all’estero: in Francia, Germania, U.S.A., U.K., Giappone, Spagna, Olanda, Grecia, Islanda, Norvegia, Portogallo, Brasile e Romania.
Ha vinto il “Premio Alberto Tedeschi” con il romanzo Indagine non autorizzata nel 1993, il “Premio Mistery” con Via delle Oche nel 1996, con il romanzo L’Isola dell’Angelo Caduto è stato finalista al “Premio Bancarella” nel 2000 ed ha vinto il “Premio Franco Fedeli” sempre nel 2000.
Conduce per la RAI il programma televisivo Mistero in Blu, successivamente intitolato Blu notte Misteri italiani e attualmente intitolato Lucarelliracconta, nel quale ricostruisce la storia dell’Italia attraverso i suoi misteri insoluti. Le puntate di Blu Notte sono state pubblicate in DVD dalla De Agostini e dal Corriere della Sera. Per questo programma televisivo Lucarelli ha ricevuto il “Premio Flaiano” nel 2006. Ha condotto anche il programma televisivo Almost True per Deejay Tv e RaiDue, un mockumentary che racconta storie paradossali, in bilico tra realtà e fantasia che mostrano al pubblico teorie alternative, suggestive, ma visibilmente false.
Due suoi personaggi, L’Ispettore Coliandro e Il commissario De Luca, sono approdati in TV dando il nome alle serie omonime di sceneggiati televisivi per la RAI. Dal racconto La Tenda Nera è nato uno sceneggiato televisivo per la RAI con Luca Barbareschi e dal suo romanzo Almost Blue Alex Infascelli ha tratto il film omonimo. Il romanzo Lupo Mannaro è diventato un film di Antonio Tibaldi. Recentemente Lucarelli ha debuttato come regista per il suo primo lungometraggio L’Isola dell’Angelo caduto, tratto dal suo romanzo omonimo. Inoltre ha collaborato alla sceneggiatura del film Albakiara e, con Dario Argento, a quella del film Nonhosonno.
Per il teatro si ricordano alcuni spettacoli tratti dalle sue opere: Via delle Oche, Pasolini, Guernica, Tenco a tempo di tango, Autostorie e RadioGiallo.
Ha sceneggiato il radiodramma Radio Bellablù per RadioTre e l’audiodramma RadioGiallo. Dal 2008 conduce il programma radiofonico Radio DeeGiallo per Radio Deejay, programma nel quale ricostruisce in forma narrativo-documentaristica delitti irrisolti più o meno famosi e grandi vicende ancora oggi poco chiare.
Per il fumetto ha creato la serie Cornelio delitti d’autore per la Starcomics, casa editrice per la quale sono stati pubblicati anche i suoi racconti in forma di fumetto in una miniserie dal titolo Nuvole nere. Per la BD Edizioni è uscita a fumetti una antologia dedicata al Brigadiere Leonardi e una dedicata all’ispettore Coliandro (quest'ultima precedentemente pubblicata da Granata Press).
Altri suoi libri sono: Laura di Rimini, Febbre Gialla, Nikita, Il Trillo del Diavolo, Medical Thriller con Eraldo Baldini e Giampiero Rigosi e Mistero in Blu.
Insieme a Giampiero Rigosi, Beatrice Renzi e Michele Cogo ha fondato Bottega Finzioni.
www.carlolucarelli.net



Onofrio Catacchio
Nasce a Bari nel 1964. Vive e lavora a Forlì. Il primo fumetto l’ha pubblicato nel 1987 su Frigidaire, in seguito ha lavorato per Dolce Vita, Fuego, Cyborg, il Manifesto, Kaos e Nova Express. Nel 1988 ha creato il personaggio di Stella Rossa, le sue storie sono state pubblicate da Granata Press e in seguito raccolte e ristampate dalla Kappa Edizioni. Ha sceneggiato e disegnato Coliandro, bizzarro questurino creato da Carlo Lucarelli. Ha illustrato i libri San Isidro Futbòl, di Pino Cacucci e Hey Joe, di Lorenzo Marzaduri. Per Andrea Accardi ha scritto Progenie d’inferno, apparso in Italia per Kappa Edizioni e in Francia per Albin Michel.
Dal 1995 collabora con la Sergio Bonelli Editore disegnando episodi di Nathan Never. Con Wu Ming 2 ai testi ha realizzato La ballata del Corazza pubblicato da Bd/Alta fedeltà e inserito nell’antologia Alta criminalità curata da Tito Faraci per la Mondadori. Ha illustrato il Diario del Gaijin di Luigi Bernardi. Per il Gaijin, Bernardi ha scritto anche uno spettacolo teatrale che la compagnia del tratto ha portato in scena avvalendosi anche dei suoi disegni. I racconti del Diario più il testo teatrale e relative immagini sono state raccolte nel volume Gaijin! edito dalla Black Velvet. Ha realizzato la versione a fumetti de La fattoria degli anormali, su testi di Andrea Balzola. Una rivisitazione mutante del quasi omonimo classico Orwelliano che Andrea ha scritto per il teatro nell’ambito di un articolato progetto crossmediale che coinvolge, oltre al fumetto, video e grafica 3d. L’albo è targato Cut Up. In collaborazione con Lizart comunicazione visiva, si occupa delle copertine di alcune collane di narrativa edite dal Gruppo Perdisa Editore.
Nel 2009 inizia una collaborazione con la Marvel inchiostrando le matite di Giuseppe Camuncoli per Dark Wolverine.
Dal 2010 pubblica in collaborazione con Valentina Tepedino e lo chef Marcello Leoni il fumetto educational, dedicato al cibo e all’alimentazione del Gamberetto, supplemento dedicato ai ragazzi allegato al mensile Gambero Rosso.
2011: per Coconino Fandango e in coppia con Luigi Bernardi esce Fantomax, non temerai altro male un graphic novel che rivisita il mito di Fantomas in chiave contemporanea.
Per 10 anni ha tenuto corsi di fumetto alla Nuova Eloisa di Bologna. Ha insegnato Anatomia Artistica all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Insegna Arte del Fumetto all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Sceneggiatura e disegno alla Scuola internazionale dei comics di Firenze e Reggio Emilia.
Grazie a questa attività didattica, di qualche promessa mantenuta del fumetto italiano è in parte responsabile.
www.onofriocatacchio.com