One Day in Africa

Verbania - 22/06/2015 : 28/06/2015

Torna LetterAltura, la principale manifestazione dedicata alla letteratura di montagna. Tra le mostre One Day in Africa, quarantacinque fotografie di grandi reporter e fotografi emergenti.

Informazioni

Comunicato stampa

Torna, dal 25 al 28 giugno, a Verbania, LetterAltura, la principale manifestazione dedicata alla letteratura di montagna, giunta quest’anno alla nona edizione.

Tra le mostre in programma, dal 22 al 28 giugno a Casa Ceretti – Museo del Paesaggio, One Day in Africa, quarantacinque fotografie di grandi reporter e fotografi emergenti, catturate dalle prime luci dell’alba fino a notte fonda, che ricostruiscono idealmente una giornata densa di vita, trascorsa alla scoperta di località e genti distanti tra loro migliaia di chilometri ma accomunate dalla stessa vibrante energia

In un solo giorno in Africa accadono tante cose: rituali immutati da secoli, fatti nuovi e imprevedibili, eventi che hanno per protagonisti più di un miliardo di persone e la quotidianità di un continente in perenne fibrillazione.
Le fotografie sono esposte secondo l’orario in cui sono state scattate, dall’alba alla notte fonda, dalla preparazione delle lampare per la pesca notturna sul Lago Vittoria, al treno di pendolari che sembra farsi strada a fatica tra la folla di Lagos, dal branco di elefanti che si abbevera al crepuscolo in una pozza del Chobe National Park in Botswana, al palcoscenico a cielo aperto in cui si trasforma ogni sera lo spiazzo di Jemaâ El-Fna, cuore pulsante di Marrakech.

La mostra fotografica, curata da Marco Garofalo e Marco Trovato, è ideata e realizzata dalla rivista Africa – Missionari d’Africa, Padri Bianchi.

LetterAltura presenterà oltre 75 ospiti, 50 eventi a Verbania e di questi 22 in collaborazione con altre associazioni e istituzioni, 5 eventi nelle Valli, 3 Mostre e 4 Proiezioni non stop, una programmazione capace di coinvolgere i più diversi ambienti del pubblico dei lettori. Un grande unico tema: Il Ritorno, raccontato in tutte le sue più varie accezioni. Da Marc Augé a Sandra Petrignani, da Loredana Lipperini a Isabel Suppé, da Domenico Quirico a William Dalrymple grandi personaggi si incontrano sul Lago Maggiore e nelle valli cusiane e ossolane per parlare di letteratura di montagna, viaggio e avventura.