Nuovo Spazio

Roma - 05/12/2014 : 31/01/2015

Rosso20sette Arte Contemporanea inaugura un nuovo spazio espositivo nella prestigiosa Via dell'orso al numero 27,in pieno centro storico a pochi passsi da Piazza Navona.In questa prima esposizione verrà presentata la futura programmazione della galleria.

Informazioni

Comunicato stampa

Rosso20sette Arte Contemporanea inaugura un nuovo spazio espositivo nella prestigiosa Via dell'orso al numero 27,in pieno centro storico a pochi passsi da Piazza Navona.In questa prima esposizione verrà presentata la futura programmazione della galleria,che andrà dall'illustrazione, alla fotografia fino ad arrivare al mondo della street art.Gli artisti presentati all'inaugurazione del nuovo spazio sono gli illustratori Lorenzo Mattotti,Gianluigi Toccafondo,Ale+Ale,Antonello Silverini, Davide Bramante con le sue foto a più esposizioni e lo street artist romano Diamond.

ALE+ALE sono Alessandro Lecis e Alessandra Panzeri. Da anni si divertono a rappresentare realtà possibili combinando ritagli di vecchi giornali, disegni probabili e sogni

Vivono e lavorano su un'astronave che gravita intorno al pianeta terra, ma grazie al teletrasporto è possibile incontrarli dalle parti di Parigi. Lavorano per l'Italia, la Francia, la Spagna, gli Stati Uniti. Collaborano con editori (Einaudi, Mondadori, Feltrinelli, Actes Sud, Guanda, Marsilio, Baldini e Castoldi, Corraini...) giornali e riviste (Repubblica, Internazionale, Le Monde, L'Express, Domus, Abitare, Linus, Il Sole 24 ore, Il Fatto quotidiano, Rolling Stone...) e pubblicità (Enel, Luxottica, De Padova...). Hanno pubblicato albi illustrati per Actes Sud, Harmonia Mundi, Mediavaca, Arka, Corraini, Carthusia, Orecchio Acerbo, Principi & principi. Sono stati più volte selezionati in mostre e concorsi internazionali tra cui la Fiera del Libro di Bologna, la Biennale di illustrazione Ilustrarte di Lisbona, il Salon du livre di Parigi. Il loro animale portafortuna è il coniglio.

Davide Bramante nato a Siracusa 1970, finite le scuole superiori si reca a Torino qui consegue il diploma di laurea all'Accademia Albertina di Belle Arti . Tra i molti i progetti museali ricordiamo: Melting pop (2003) al Palazzo delle Papesse di Siena, Dalla mini al mini (2001) al Palazzo delle Esposizioni di Roma, A. C. Sicilia (2001) alla Galleria Civica di Siracusa,G.A.M.E.. (2001) alla GAM di Bologna, Autori/Tratti/Italiani (1999) alla Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia, Equinozio d’Autunno (1994) al Castello di Rivara.
Diamond nasce nel 1977 a Roma, città dove attualmente vive e disegna senza sosta. Diamond,è uno dei più importanti STREET ARTIST a livello internazionale,dal 1998, diventa un artista conosciuto e apprezzato in diverse capitali europee e internazionali come Praga, dove nel 2012 espone le sue opere nella mostra Rim Je Tady, oppure Vitry sur Seine, a pochi chilometri da Parigi, dove realizza delle opere pubbliche in quanto ospite dell'artista francese C215. Durante la sua complessa produzione, Diamond non ha mai smesso di alternare azioni illegali, disseminate maggiormente sul territorio di Roma, cornice prediletta delle sue opere, a mostre nei consolidati circuiti galleristici e museali, dove in ogni occasione dà riprova delle sue capacità tecniche di altissimo livello. Negli ultimi anni, i lavori di Diamond sono stati ospitati all'interno di realtà istituzionali come il M.A.C.R.O e il M.A.C.R.O Pelanda (Museo Arte Contemporanea Roma). Il 2013 è l'anno che mette in luce il lavoro di Diamond attraverso la mostra presso Il Museo di Roma in Trastevere, dal titolo” A Ruina Resurrexit”
Lorenzo Mattotti, nato nel 1954 a Brescia, è considerato uno dei maggiori illustratori del mondo.Negli anni Settanta realizza le sue prime storie. Nel 1976 illustra Huckleberry Finn, con cui si fa conoscere dal pubblico e dalla critica. Oreste del Buono lo chiama a collaborare con Linus.Nei primi anni Ottanta fonda con Carpinteri, Igort e Jori il gruppo Valvoline. Dell'83 è Doctor Nefasto, realizzato con lo sceneggiatore Jerry Kramsky, che lo affiancherà in molti altri progetti. Fuochi, che realizza nel 1984, è accolto alla sua pubblicazione come un evento storico nel mondo del fumetto.. Ha disegnato numerose copertine per il New Yorker e per Le Monde.Nel 1995 il Palazzo delle Esposizioni di Roma gli ha dedicato una mostra antologica.
Antonello Silverini è nato/vive/lavora a Roma. Dopo il liceo artistico si diploma in illustrazione presso l'Istituto Europeo di Design, iniziando la carriera di illustratore collaborando con numerose agenzie (Saatchi & Saatchi, Publicis, TBWA, McCann-Erickson, Young & Rubicam, J. Walter Thompson, Bates, Dentsu, Armando Testa, Ogilvy & Mather, Performance, Fagan Reggio del Bravo, Ambrosio-Maoloni-Pazzagli, Roncaglia & Wijkander, Baldassarre-Carpi-Vitelli). Ha pubblicato in Italia su il Manifesto, Nessuno Tocchi Caino, Ventiquattro. In USA su Delta/Sky Magazine e Lens.Nel 2012 realizza l'immagine per il manifesto del Festival del Cinema di Roma.
Gianluigi Toccafondo Pittore, illustratore, cineasta, Toccafondo (San Marino, 1965) si presenta come il capofila di quella generazione di pittori prestati all'animazione che sta caratterizzando la scena italiana.
Il suo film più recente, La Piccola Russia, premiato ai festival di Ottawa, Ljubljana,Tallin e Torino, è di gran lunga la sua opera più ambiziosa e complessa, e segna il vertice della sua produzione più personale e intimistica, alla quale si affianca un altro filone dall'ispirazione più legata al mondo del cinema (Le criminel), della letteratura (Pinocchio), e della cultura in genere (Essere morti o essere vivi è la stessa cosa, ispirato alla figura di Pier Paolo Pasolini). Attivo anche in pubblicità e in televisione, ha realizzato sigle per programmi di successo (Tunnel), il logo e la sigla della Fandango (che ha prodotto i suoi ultimi film), campagne rimaste famose come quella, ormai decennale, per la Sambuca Molinari (su regia di Pietro Follini) e nel 1999 la sigla d'apertura della 56ª Mostra del Cinema di Venezia, che vedeva protagonista un' Asia Argento trasfigurata in sirena. E' stato aiuto regista del film Gomorra di Matteo Garrone.