Nuove ricerche e materiali nella scultura dagli anni ‘60 ad oggi

Milano - 07/05/2014 : 07/05/2014

In occasione dell’incontro gli Urbansolid realizzeranno dal vivo una performance di street art tridimensionale e e sarà proiettato in anteprima il video reportage - girato da David Drills - del loro ultimo intervento artistico eseguito a Parigi all’inizio di aprile.

Informazioni

Comunicato stampa

Nuove ricerche e materiali nella scultura dagli anni ‘60 ad oggi

Un confronto tra generazioni: Giuseppe Spagnulo e Alberto Ghinzani, due maestri internazionali che hanno messo in discussione i fondamenti della scultura classica ricercando nuove soluzioni formali e materiche, si confrontano con i percorsi più recenti dell’essenzialismo di Diamante Faraldo e della street art del duo Urbansolid



Mercoledì 7 maggio, ore 18.00, Palazzo della Permanente via Filippo Turati 34, Milano

In occasione dell’incontro gli Urbansolid realizzeranno dal vivo una performance di street art tridimensionale e e sarà proiettato in anteprima il video reportage - girato da David Drills - del loro ultimo intervento artistico eseguito a Parigi all’inizio di aprile.


Secondo appuntamento del ciclo di incontri
VIS-à-VIS
L’ARTE INCONTRA IL PUBBLICO

a cura di Rosella Ghezzi e Chiara Vanzetto

"Milano anni Sessanta, centro internazionale dell'arte: vitalità creativa di una scena artistica straordinaria nel racconto dei suoi protagonisti"

In occasione della mostra Nati nei ’30. Milano e la generazione di Piero Manzoni, a cura di Elena Pontiggia e Cristina Casero, la Permanente organizza quattro incontri di approfondimento, coordinati da Rosella Ghezzi e Chiara Vanzetto, che mettono a fuoco, attraverso le testimonianze dirette dei protagonisti, l’atmosfera artistica e culturale milanese a partire dagli anni Sessanta. Le tendenze e i movimenti, le ricerche e sperimentazioni, le occasioni, i gruppi, le istanze comuni o l’isolamento dei singoli. Ma anche i rapporti tra artisti e istituzioni, il ruolo di ricerca delle gallerie; gli aspetti del mercato e infine il confronto con la scena attuale.