Nicola Spezzano – Paesaggi di memoria: variazioni

Roma - 14/11/2021 : 27/11/2021

In mostra il più recente ciclo pittorico di Nicola Spezzano, i “paesaggi di memoria: variazioni”, che costituiscono la rappresentazione sub specie aesthetica della fase di riflessione sul tema centrale della sua ricerca, la Natura.

Informazioni

  • Luogo: STORIE CONTEMPORANEE
  • Indirizzo: Via Alessandro Poerio, 16/B 00152 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 14/11/2021 - al 27/11/2021
  • Vernissage: 14/11/2021 ore 11.30
  • Autori: Nicola Spezzano
  • Curatori: Anna Cochetti
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Lunedì su app.to: cell. +39 2471786 Martedì, Mercoledì: 11.00-13.00 Martedì, Giovedì, Venerdì: 17.00 – 19.00

Comunicato stampa

Domenica 14 Novembre 2021, alle ore 11.30 il Progetto STORIECONTEMPORANEE, a cura di Anna Cochetti, nello spazio Studio Ricerca e Documentazione di Via Poerio 16/B ospita il più recente ciclo pittorico di Nicola Spezzano, i “paesaggi di memoria: variazioni”, che costituiscono la rappresentazione sub specie aesthetica della fase di riflessione sul tema centrale della sua ricerca, la Natura, che l’artista è venuto svolgendo nei trascorsi mesi della pandemia, a partire dalla mostra già programmata per il marzo 2020 e poi sospesa e rinviata

All’inizio era “Un Albero” - installazione di un Albero/Totem, ossimoro di materiale povero e ricchezza della visione dipinta - sul filo coerente della ricerca che Nicola Spezzano ha condotto negli anni, a partire dalle sue cartografie, intorno alle modalità della conoscenza e della rappresentazione “etica” del mondo e della natura. Muovendo da tale costante, su questa è venuta a incidere la rilevanza dell’“assunzione di responsabilità” rispetto al tema “Natura”, di cui il virus è stato un segno/segnale, con la tensione a recuperarne una forma e uno spirito primigenio, uno stato originario, da infanzia del Mondo - da declinare in assoluta assenza della presenza dell’Uomo - in una visione etico-estetica cui dare forma attraverso il rigore del disegno e dell’indagine sul colore.
Nascono da qui la poetica e il linguaggio dei “paesaggi di memorie”.

Elaborato tra la fine del 2020 e il 2021, il ciclo pittorico dei “paesaggi di memoria: variazioni” di Nicola Spezzano, costituito da un insieme coerente e coeso di dipinti di piccolo formato e carte, dà quindi forma al trasformarsi di un tema e di un pensiero visivo di cui perviene ad esperire le molteplici variazioni con assoluta libertà formale e linguistica, affidandole al riaffioramento memoriale di luci, colori, profumi legati ai paesaggi dell’infanzia dell’artista, qui assunte quale metafora universale del tema “Natura”.

Sabato 27 Novembre 2021, in occasione del finissage, verranno presentati i Libri d’Artista editi in tiratura limitata, numerati e firmati.


Nicola SPEZZANO è nato a Pallagorio (Kr) il 14 febbraio 1956. Dopo gli studi al Liceo Artistico di Catanzaro e il conseguimento dell'abilitazione all'insegnamento di Disegno e Storia dell’Arte, si è trasferito a Roma dove ha frequentato l'Accademia di Belle Arti con il Maestro Sante Monachesi, diplomandosi in Decorazione nel 1979. L' esperienza negli anni '80 nella cartografia lo ha portato a una diversa visione e osservazione della natura e del paesaggio. Tra la fine degli anni '80 e gli inizi degli anni '90 si intensifica la sua attività artistica e di insegnamento con l'immissione in ruolo nel 1992 nella Accademia di Belle Arti di Catania e, negli anni successivi, nelle Accademie di Belle Arti di Torino e poi di Napoli. Nel 1995 viene trasferito alla Accademia di Belle Arti di Roma dove inizia la collaborazione con il Maestro Gino Marotta. Attualmente vive e lavora a Roma, dove insegna Decorazione, Disegno per la Decorazione e Tecniche e Tecnologie delle Arti Visive alla Accademia di Belle Arti. E' stato coordinatore della scuola di Decorazione dal 2013 al 2020. E' componente del comitato per le autentiche dell'archivio Gino Marotta. Svolge un’intensa attività artistica sia in Italia che all’estero (Slovenia, Danimarca, Stati Uniti, Germania, Malta, Finlandia, Olanda). Sue opere sono presenti in Collezioni pubbliche e private. Nel 2000 ha realizzato le decorazioni in bronzo delle porte di ingresso della sede principale di Roma del Banca Monte dei Paschi di Siena.