Nicola Cucchiaro – Instabili

San Marino - 08/06/2013 : 09/07/2013

Artista "mediale" che ama lavorare su soggetti e immagini fluttuanti da un territorio all’altro dei media contemporanei, con questa ultima mostra Nicola Cucchiaro affonda la mano e lo sguardo in un mondo popolato da figure metamorfiche, muovendosi ancora una volta tra le sponde dell’immaginazione più curiosa e paradossale.

Informazioni

Comunicato stampa

Si inaugura sabato 8 giugno 2013 alle ore 18.00 nella sala mostre del Museo San Francesco nella Repubblica di S. Marino (Via Basilicius, S.Marino Città) la mostra dell’artista Nicola Cucchiaro dal titolo Instabili, curata da Annamaria Bernucci.

Artista "mediale" che ama lavorare su soggetti e immagini fluttuanti da un territorio all’altro dei media contemporanei, con questa ultima mostra Nicola Cucchiaro affonda la mano e lo sguardo in un mondo popolato da figure metamorfiche, muovendosi ancora una volta tra le sponde dell’immaginazione più curiosa e paradossale

L’aderire aperto all’immaginario contemporaneo fa di Nicola Cucchiaro un’artista sensibilmente attento alle dinamiche in corso nel sistema dell’arte.

Instabili negli equilibri, aggrappati a sostegni improbabili fatti di materiali di reimpiego, le sue figure si torcono, si allungano, si dispongono per una fuga immaginaria, come fuoriuscite da un videogioco; sembrano bloccate in quell’attimo di eternità con cui di solito le immagini si fissano nella nostra memoria. Fatte di materia nobile ma povera, scabra ma elaborata da mano meticolosa, che ha accarezzato e modellato la sostanza di cui sono costituite, vetroresina, gesso, ceramica, con vibrante attenzione. Dall’osservazione di queste forme mutanti si apre un mondo sorprendente in cui l’osservatore non può non esserne trascinato e colpito. Fin dal momento del progetto Nicola Cucchiaro attribuisce una nuova forma agli oggetti prescelti, risolvendo nell’atto ideativo il problema delle interferenze o dei passaggi tra un medium e l’altro. Nel caso specifico, dalla fotografia e dagli interventi manipolativi esercitati sull’immagine dagli strumenti digitali alla scultura. Nicola Cucchiaro flirta da anni con il mondo dei cartoon, con le immagini popolari di comuni gadget commerciali, con piccoli oggetti riesumati dal mercato dell’usato, divertenti o banali, gioca sull’equivoco che la loro riconoscibilità genera, li libera dal loro significato reale e li trasforma in opere tridimensionali. Artificio, apparenza e combinazione di diversi livelli semantici danno origine ad un nuovo modo di realizzare la scultura e nuovi eventi plastici. Ed è ogni volta una sorpresa. In mostra sarà presentato un corpo di opere inedite, realizzate negli anni 2010 – 2013.