Natura e Musica elettroacustica

Torino - 21/10/2011 : 21/10/2011

Un universo sonoro fondato sui suoni presenti in natura, per ampliare e ammodernare la musica, attraverso sonorità originali, ma concretamente esistenti nel mondo contemporaneo.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI
  • Indirizzo: Via Giovanni Giolitti 36 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 21/10/2011 - al 21/10/2011
  • Vernissage: 21/10/2011 ore 20.30
  • Autori: Pasquale Belmonte
  • Generi: performance – happening, serata – evento
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

NATURA E MUSICA ELETTROACUSTICA
a cura del M° Pasquale Belmonte

Venerdì 21 Ottobre, ore 20.30 presso il Museo Regionale di Scienze Naturali, Via Giolitti 36, Torino, si terrà il concerto NATURA E MUSICA ELETTROACUSTICA a cura del M° Pasquale Belmonte. Ingresso Libero.
L’idea di costruire un universo sonoro fondato sui suoni presenti in natura, per ampliare e ammodernare la musica, attraverso sonorità originali, ma concretamente esistenti nel mondo contemporaneo, si affermò dagli anni ’50 del Novecento con le teorie di Pierre Schaeffer, ingegnere, compositore e musicologo francese


Precedentemente, con l’invenzione degli “intonarumori”, strumenti capaci di generare un rumore modulato in altezza, compositori futuristi come Luigi Russolo anticiparono con i loro scritti il movimento della musica “concreta” avviato dalle teorie di Pierre Schaeffer.
Con il termine “concreto” s’intende infatti quella musica il cui materiale sonoro è precostituito, cioè già esistente, in quanto essa si basa su suoni e rumori registrati da qualsiasi contesto della vita quotidiana, anche dalla natura, e poi elaborati e montati in studio. Si trattava di una tecnica particolarmente nuova e rivoluzionaria che, come vedremo, influenzerà la musica d’avanguardia dagli anni ’50 in poi.
Illustri compositori elettroacustici dopo Pierre Schaeffer furono Luc Ferrari, Bernanrd Parmegiani, Francois Bayle, Jean Claude Risset e Raymond Murray Schafer.
Il M° Pasquale Belmonte ha cominciato i suoi studi musicali pianistici al Conservatorio G. Verdi di Torino diplomandosi nel 2001. Dopo aver conseguito l’abilitazione all’insegnamento dell’educazione musicale nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado, ha cominciato ad interessarsi di musica elettronica diplomandosi recentemente presso il Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria