Naoli Comicon 2014

Napoli - 01/05/2014 : 04/05/2014

Il Salone Internazionale del Fumetto Napoli Comicon tra i più importanti festival di fumetto in Europa, qualifica guadagnata grazie ad alcuni fattori che ne hanno fatto un appuntamento imperdibile nel panorama della nona arte

Informazioni

  • Luogo: MOSTRA D'OLTREMARE
  • Indirizzo: Piazzale Vincenzo Tecchio - Napoli - Campania
  • Quando: dal 01/05/2014 - al 04/05/2014
  • Vernissage: 01/05/2014 no
  • Generi: fiera, fumetti
  • Biglietti: Prezzo del biglietto 12,00 euro valido per l'ingresso tutti e 4 i giorni (con biglietto e braccialetto integro al polso). Biglietto ridotto under 12 ed over 65, 8,00 euro. Ingressi e bigietterie: P.le Tecchio, V.le Kennedy e V.le Marconi.
  • Sito web: http://www.comicon.it
  • Email: info@comicon.it

Comunicato stampa

l Salone Internazionale del Fumetto Napoli COMICON tra i più importanti festival di fumetto in Europa, qualifica guadagnata grazie ad alcuni fattori che ne hanno fatto un appuntamento imperdibile nel panorama della nona arte: l’attenzione particolare alla qualità dell’esposizioni, dalla cura delle tavole originali alla ricercatezza degli allestimenti, combinata con la sede prestigiosa del Castel Sant’Elmo; l’impressionante elenco di ospiti, disegnatori, autori ed operatori del settore, che annualmente si possono incontrare al Castello, da Mattotti a Manara, da Jodorowsky a Bilal; la riconoscibilità del progetto culturale che c’è alla base, che si esprime in dibattiti, seminari, anteprime e rassegne cinematografiche, concorsi ed esposizioni di giovani talenti, eventi e manifestazioni che coinvolgono tutta la città; le collaborazioni con i più prestigiosi festival internazionali da Angouleme in Francia a Seoul in Korea; le numerose mostre e le attività realizzate tutto l’anno, oltre la tre giorni del Salone, in collaborazione con le più importanti istituzioni; tutto ciò contribuisce all’obiettivo dichiarato di affrancare il Fumetto (e l’Animazione) dall’essere solo mero intrattenimento per il mondo giovanile, riducendone così il divario dalle Arti considerate maggiori, in una città come Napoli, sempre più sotto i riflettori quale centro dell'arte contemporanea