Myanmar/Art Italy 2016

Milano - 29/06/2016 : 20/07/2016

Arte contemporanea birmana alla XXI Triennale di Milano.

Informazioni

Comunicato stampa

L'inscindibile relazione tra arte e territorio e il vincolo tra identità locale e sviluppo economico costituiscono il perno della prima mostra collettiva in Italia di arte contemporanea birmana: Myanmar/Art. Le questioni trattate all’interno dell’esposizione, curata dal professore Mauro Salvemini e la storica e critica d’arte Eugenia Battisti nell’ambito del programma della XXI Triennale di Milano, sono centrali per la popolazione birmana

La scena artistica contemporanea del Myanmar, fucina sperimentale e di ricerca, lancia un’estetica ipercontemporanea che rispecchia l’andamento culturale del paese in bilico tra una tradizione locale e un rinnovamento globale e ritrae un’atmosfera dinamica propria dei paesi invia di sviluppo. Le opere in mostra testimoniano l’attenzione e la sensibilità degli artisti birmani dell’ultima generazione che si interfacciano al rapido cambiamento delle aree cittadine e dei paesaggi rurali. Il discorso espositivo fa riferimento al concetto di Altermodernità del critico d’arte francese Nicolas Bourriaud il quale ha coniato questo neologismo per descrivere la reazione degli artisti del XXI secolo all’incremento del contesto globale. Come luogo di dibattito e discussione la mostra dà voce ad artisti birmani che hanno partecipato con singolare energia alla nascita di un nuovo pensiero artistico: Aung Myint, Aung Sint, Chann Nyein Kyaw, Khin Maung Zaw, Khin Zaw Latt, Kyaw Nyo, Myint Naing, Mon Thet, Saw Moe Zaw e Tin Maung OO. La volontà curatoriale promuove una meditazione critica sull’identità territoriale e quindi sulla tutela delle diversità culturali. L’esposizione fa parte di un progetto più ampio, avviato da Culture2all ONG, volto a valorizzare e supportare la ricerca artistica contemporanea in Birmania instaurando un dialogo tra diverse culture sui temi legati alla sostenibilità d’interventi sull'ambiente e sul patrimonio culturale nel rispetto dell’identità locale del territorio.
La mostra gode del patrocinio dell'Ambasciata della Repubblica dell'Unione del Myanmar in Italia, della Camera di Commercio Italia-Myanmar, del Consolato Onorario del Myanmar in Italia e della Triennale di Milano.
Sarà aperta al pubblico dal 29 Giugno al 20 Luglio 2016, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, Via San Vittore, 21, Milano.