Museion – A Live Conversation: Mercedes Azpilicueta

Bolzano - 23/04/2020 : 23/04/2020

Museion invita a una conversazione live: giovedì 23 aprile alle ore 17 l’artista argentina Mercedes Azpilicueta parla infatti del suo lavoro in dialogo con il ricercatore e curatore Simone Frangi.

Informazioni

  • Luogo: MUSEION
  • Indirizzo: Piazza Piero Siena 1 - Bolzano - Trentino-Alto Adige
  • Quando: dal 23/04/2020 - al 23/04/2020
  • Vernissage: 23/04/2020 NO SOLO EVENTO ONLINE DALLE ORE 17
  • Autori: Mercedes Azpilicueta
  • Curatori: Simone Frangi
  • Generi: serata – evento

Comunicato stampa

Museion presenta
A Live Conversation
Con l’artista Mercedes Azpilicueta e il curatore Simone Frangi
Giovedì 23/04/2020, ore 17.00
Sulla piattaforma Zoom link


Museion invita a una conversazione live: giovedì 23 aprile alle ore 17 l’artista argentina Mercedes Azpilicueta parla infatti del suo lavoro in dialogo con il ricercatore e curatore Simone Frangi. L’incontro verrà trasmesso sulla piattaforma “Zoom”. L’appuntamento è legato alla mostra “Bestiario de Lengűitas”, presentata a Museion ed è parte di #TeleMuseion: una serie di iniziative sul web e sui canali social con cui il museo continua a rimanere vicino al pubblico



La conversazione live di giovedì prende le mosse dal ricco patrimonio di leggende e miti della cultura altoatesina, in particolare quella ladina, e cerca di ampliare a livello contemporaneo alcuni motivi legati alla resistenza e alla dissidenza. Attraverso il dialogo, il curatore Simone Frangi e l’artista Mercedes Azipilicueta evocheranno in particolar modo, a partire dai diversi luoghi -storici e mitici- e dalle odierne letture interpretative, la figura politica della strega come personaggio emblematico del Bestiario contemporaneo e come topos dell’immaginario militante. Lo spaziare attraverso aree del sapere -dalla storia dell’arte alla musica popolare, dalla letteratura alla cultura di strada; la predilezione per figure considerate dissidenti - femministe, queer, migranti, individui esiliati- sono del resto elementi centrali del lavoro di Mercedes Azpilicueta
La mostra di Mercedes Azpilicueta, Bestiario de Lengüitas, è un progetto itinerante, che si arricchisce nel suo viaggiare da un luogo all’altro proprio delle storie dei luoghi che attraversa. Così anche a Bolzano e in Alto Adige, i personaggi – storici, leggendari e presenti - che utilizzano e tramandano sistemi di sapere diversi entreranno a far parte dell’universo dell’artista.

La conversazione tra Simone Frangi e l’artista si terrà live sulla piattaforma Zoom (al link https://bit.ly/3awHVlC) La mostra, Bestiario de Lengüitas, chiusa al pubblico a causa dell’emergenza Covid 19, è a cura di Virginie Bobin ed è frutto di una coproduzione con il CentroCentro di Madrid e il CAC Bretigny. È possibile percorrere virtualmente l’esposizione attraverso il materiale video e fotografico pubblicato sul sito, nella sezione “TeleMuseion”, su cui sono disponibili anche un’intervista all’artista e diversi laboratori per piccoli e adulti.

Instagram Museion_bz
Facebook Museion Bozen Bolzano
YouTube Museionbz
Twitter @MuseionBZ
www.museion.it


BIO

Simone Frangi, ricercatore e curatore, è professore di Teoria e Attualità dell’Arte Contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti e Design di Grenoble dove co-dirige l'Unità di Ricerca "Pratiques d'Hospitalité". Dal 2013 è co-curatore di Live Works presso Centrale Fies (Trento). Nel 2020-2021 è Senior Curator di MEDITERRANEA 19 - School of Waters. Nel 2018 ha curato per Museion la mostra “Somathecnics - Transparent travelers and obscure nobodies”, progetto selezionato quale proposta di mostra per un ipotetico “Padiglione Italia – Austria.

Mercedes Azpilicueta (La Plata, Argentina, 1981) è un'artista visiva e performer che vive e lavora ad Amsterdam e Buenos Aires. La sua pratica coinvolge processi di ricerca e produzione che esplorano le qualità affettive e la dimensione politica del linguaggio e della voce, in relazione alle nozioni di performatività, femminismo post-coloniale e resistenza. Nel 2018 ha presentato la sua prima grande mostra personale al Museo de Arte Moderno de Buenos Aires. Ha ottenuto la Pernod Ricard/Villa Vassilieff Fellowship per una residenza a Parigi nel 2017 ed è stata artista in residenza presso la Rijksakademie van de Beeldende Kunsten di Amsterdam (2015-16). Ha conseguito il Master of Fine Art al Dutch Art Institute/ArtEZ, Arnhem (2013) e un Bachelor of Fine Arts presso l’Universidad Nacional de las Artes, Buenos Aires (2007); dal 2009-10 ha preso parte al Programma degli Artisti presso l'Universidad Torcuato Di Tella. Le sue opere sono state esposte in istituzioni come CentroCentro (Madrid, 2019), REDCAT Gallery (Los Angeles, 2018), MACBA (Barcelona, 2018), Centro de Arte Dos de Mayo (Móstoles, 2017), Onomatopee (Eindhoven, 2016), TENT (Rotterdam, 2015), Móvil (Buenos Aires, 2015), Irish Museum of Modern Art (Dublin, 2014) e Het Veem Theatre (Amsterdam, 2014). Azpilicueta espone attualmente il suo lavoro al Van Abbemuseum, Eindhoven (novembre 2019 – marzo 2020) come parte di Positions #5. Nel 2020 sono in programma mostre presso TextielMuseum, Tilburg, Lunds Konsthall, e l’ultima versione di Bestiario de Lengüitas presso CAC Brétigny.