Muna Mussie – Hobby vs. Obbligo

Firenze - 12/02/2020 : 09/03/2020

Hobby vs. Obbligo è una mostra di Muna Mussie dedicata alla percezione contrastante del viaggio come lusso e del viaggio come tattica di sopravvivenza.

Informazioni

  • Luogo: SACI - PALAZZO DEI CARTELLONI
  • Indirizzo: Via Sant'antonino 11 - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 12/02/2020 - al 09/03/2020
  • Vernissage: 12/02/2020 ore 18
  • Autori: Muna Mussie
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: L – V: 9 – 19, S – D: 13 -19

Comunicato stampa

Hobby vs. Obbligo è una mostra di Muna Mussie dedicata alla percezione contrastante del viaggio come lusso e del viaggio come tattica di sopravvivenza. Un'opera video inquietante, che affronta i monumenti nazionali della memoria e il loro significato mutevole e una serie di lavori che usano il ricamo come linguaggio che esplora le conversazioni collettive e l'astrazione della geografia. Video e lavori che si uniscono in un momento socio-politico di migrazione forzata

La mostra si ispira al tema della quinta edizione del Black History Month Florence, OBBLIGATO (Constrained), incoraggiando lo spettatore a meditare su una molteplicità di narrazioni parallele, distanti tra loro nella concezione del bisogno vs. desiderio e obbligo vs. opzione.

Il lavoro di Muna Mussie, tra gesto, visione e parola, indaga i linguaggi della scena e delle performing arts per dare forma alla tensione che scaturisce tra differenti poli espressivi.
Tra le produzioni: Più che piccola, media (2007), Con Permesso (2008), progetto site specific Galata Perform Istanbul, Ti ho sognato, ma non eri il protagonista (2010). È autrice con Flavio Favelli della collezione di abiti FFMM (2007-2009). Tra i progetti internazionali: Monkey See, Monkey Do (Chapter I-II, 2011-2012); seguono l'installazione e performance Milite Ignoto (2015) e la performance Oasi (2018) che indagano le apparizioni fantasmatiche e la storia minore. Tra gli interventi oggettuali si segnala il progetto Punteggiatura (2018) basato sulla pratica del cucito, che vede la lingua come spazio politico-affettivo.
Il suo lavoro è stato presentato ad Art Fall/PAC Ferrara, Raum e Live Arts Week Bologna, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo Torino, Museo Marino Marini Firenze, Workspace Brussels, MAMbo Bologna, Màntica Cesena, Santarcangelo Festival, Viafarini Milano, Ipercorpo Festival, Museion Bolzano, Festival Pergine Spettacolo, Sale Docks Venezia, ERT Bologna.
Premi: Riccione TTV-premio Pier Vittorio Tondelli/Nuovi Talenti 2008, segnalazione Premio Iceberg 2009, Premio Mondo 2010.
La mostra Hobby vs. Obbligo è una collaborazione tra Black History Month Florence, Villa Romana Florence e Studio Arts College International.


Muna Mussie
HOBBY vs. OBBLIGO
Opening: Wednesday, February 12, 6pm
On View: February 12 – March 9, 2020
SACI Gallery
Via Sant’Antonino 11 – Florence
Opening Hours: M – F: 9am – 7pm, S – D: 1pm -7pm
Partner: BHMF – Black History Month Florence, Villa Romana Firenze

Hobby vs. Obbligo is an exhibition by Muna Mussie dedicated to the contrasting understanding of travel as a luxury and travel as a survival tactic. A haunting video work, addressing national mon- uments of memory and their non static signi cance, and a series of works that use embroidery as a language that explores collective conversations and the abstraction of geography come together in a socio-political moment of forced migration. The exhibition draws upon the theme of the 5th edition of Black History Month Florence, OBBLIGATO (Constrained), by pushing the viewer to medi- tate upon a multiplicity of parallel narratives that are distant from each other in their conceptions of need vs. desire and obligation vs. option.
Muna Mussie's work, includes gestures, visions and words and investigates the expressive languages of the scenic and the performing arts, giving a physical form to the tension that arises between different expressive poles.
Among the productions: Più che piccola, media (2007), Con Permesso (2008), site specific project Galata Perform Istanbul, Ti ho sognato, ma non eri il protagonista (2010).
She is the author with Flavio Favelli of the FFMM clothing collection (2007-2009).
International projects include: Monkey See, Monkey Do (Chapter I-II, 2011-2012); other works include installation and performance Milite Ignoto (2015) and the performance Oasi (2018) which investigate phantasmal apparitions and minor history. Among the object-oriented interventions, the project Punteggiatura (2018) based on the practice of sewing, which sees the language as a political-affective space.
Her work was presented at Art Fall / PAC Ferrara, Raum and Live Arts Week Bologna, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo Turin, Marino Marini Museum Florence, Workspace Brussels, MAMbo Bologna, Màntica Cesena, Santarcangelo Festival, Viafarini Milano, Ipercorpo Festival, Museion Bolzano, Festival Pergine Spettacolo, Sale Docks Venice, ERT Bologna.
Awards: Riccione TTV-Pier Vittorio Tondelli / New Talents 2008 Award, special mention Iceberg Award 2009, Mondo Award 2010.
The exhibition “Hobby vs. Obbligo” is a collaboration between Black History Month Florence, Villa Romana Florence, and Studio Arts College International.