Mostra d’arte con opere dalla Pinacoteca dell’Accademia di Romania in Roma

Roma - 15/04/2021 : 29/04/2021

In occasione della Giornata Mondiale dell’Arte, il 15 aprile, l’Accademia di Romania in Roma lancia, in ambiente virtuale, il progetto espositivo “Mostra d’arte: dalla Pinacoteca dell’Accademia di Romania in Roma”.

Informazioni

  • Luogo: ACCADEMIA DI ROMANIA
  • Indirizzo: Piazza Josè De San Martin 1 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 15/04/2021 - al 29/04/2021
  • Vernissage: 15/04/2021 no, solo evento online
  • Generi: arte contemporanea

Comunicato stampa

La Giornata Mondiale dell’Arte si celebra il 15 aprile di ogni anno, a seguito della decisione dell’Associazione Internazionale d’Arte, data scelta per rendere omaggio al poliedrico artista che era Leonardo Da Vinci. L’arte nasce sotto diverse forme, ma le categorie principali (definite per la prima volta nell’antica Grecia) erano la pittura, l’architettura, la musica, la scultura, la danza e la letteratura. Nel 1911 fu il critico cinematografico Ricciotto Canudo ad aggiungere la cinematografia come settima tra le arti



In occasione della Giornata Mondiale dell’Arte, il 15 aprile, l’Accademia di Romania in Roma lancia, in ambiente virtuale, il progetto espositivo “Mostra d’arte: dalla Pinacoteca dell’Accademia di Romania in Roma”. La Pinacoteca della Scuola di Roma ha un archivio di opere d’arte che hanno una forte carica storica ed emotiva e un notevole valore artistico, essendo una collezione costruita e consolidata nel tempo, negli ultimi 50 anni. Le opere che verranno esposte, 23 lavori di pittura, grafica e litografia, sono realizzate da artisti romeni e italiani: Alexandru Țipoia, George Țipoia, Horia Bernea, Ion Sălișteanu, Ion Grigore, George Mircea, Sorin Scurtulescu, Ion Sima, Tatiana Moscu, Cornelia Brăiescu Broască, Ion Mushceleanu, Ana-Maria Smighelski, Ligia Macovei, Ion Anghel, Ervent Nicogosian, Santha Iosif, Pina Molinari, Bruno de Angelis, Giancarlo Benelli, Vincenzo Maugeri.

La Giornata internazionale degli artisti onora quelle personalità creative che lasciano una testimonianza della contemporaneità per la posterità, del presente per il futuro, testimonianza che non può sempre essere colta nei libri di storia. L’arte fa sbocciare l’anima, rallegra lo spirito e contribuisce all’abbellimento del mondo.

Un proverbio latino di 2000 anni fa recita: “Inter arma, Silente Musae”, ovvero in tempi di conflitti o di crisi, la creatività viene messa a tacere. Ma, a corollario di questo proverbio, la storia ha dimostrato che l’arte può contribuire a far zittire le armi. L’arte ha sempre rappresentato anche un modo per affrontare la tragedia e l’incertezza. L’arte non è mai cessata di esistere e di giovare all’umanità. Nel 2020 l’umanità è entrata in quarantena per combattere la diffusione del virus COVID-19 e questa importante dimensione della vita e dell’attività umana è stata, si sa, tra i più colpiti. Ora, quando i ricercatori in vari campi studiano le epidemie e i periodi d’isolamento del passato alla ricerca di modelli di ispirazione, diventa sempre più chiaro che l’arte è uno dei pilastri fondamentali della struttura sociale e dell’equilibrio emotivo e mentale, quindi della salute stessa dell’individuo e della società.

L’evento verrà presentato al pubblico il 15 aprile, sulla pagina Facebook di ARR, dove verrà caricato il link allo spazio virtuale che ospiterà le riproduzioni dei quadri. La mostra rimarrà aperta al pubblico per un periodo di due settimane.

La mostra non prevede: orari di apertura, tempi predefiniti di visita, tariffe, prenotazioni. La mostra prevede, invece: indipendenza e sicurezza dei visitatori, numero illimitato di visite, originalità di approccio. Vi auguriamo buona visione!