Most

Milano - 17/04/2012 : 22/04/2012

Tom Dixon punta a trasformare il Museo della Scienza e delle Tecnologia nel nuovo epicentro della Design Week milanese. Il progetto Most di Tom Dixon, con l’aiuto della curatrice Martina Mondadori, intende regalare un nuovo polo di riferimento ad addetti ai lavori e appassionati.

Informazioni

Comunicato stampa

Tom Dixon punta a trasformare il Museo della Scienza e delle Tecnologia nel nuovo epicentro della Design Week milanese.
Il progetto Most di Tom Dixon, con l’aiuto della curatrice Martina Mondadori, intende regalare un nuovo polo di riferimento ad addetti ai lavori e appassionati. “Il più importante punto d’incontro del design mondiale – ha spiegato Tom Dixon - necessitava di un nuovo epicentro, uno spazio per la quieta contemplazione o la caotica energia, una piattaforma di scambio per grandi idee”



I 40.000 mq messi a disposizione del museo, tra sale e chiostri, si preparano così ad accogliere gli oltre 30 espositori che hanno aderito al progetto Most. Brand del lusso come Cartier e marchi popolari come Nivea, che nell’occasione si associa agli inglesi di Studio Toogood per il progetto 'La Cura', si affiancheranno a nomi di primo piano nel panorama del design mondiale. Il compito di trasformare le ambizioni del progetto Most in concreta realtà fatta di allestimenti, stand, installazioni, strutture d’accoglienza per espositori, visitatori e stampa è stata affidata a Piano B, che cura l’intera produzione del Most e il coordinamento di tutti gli exhibitor. L’agenzia di Pr inglese Camron ha curato tutta l’attività di comunicazione e ufficio stampa del Most, compreso il press day del 16 aprile.

Tutti i visitatori del Most avranno l’opportunità di approfittare del Soda Bar, il bar a tutta ecologia offerto da SodaStream.