Monsieur Petrantoni

Bologna - 28/01/2012 : 25/02/2012

Monsieur Petrantoni, dal mondo del pressappoco al pianeta dei coleotteri attraverso mostruose violenze bidimensionali di un sadico e pericoloso viaggio senza GPS.

Informazioni

Comunicato stampa

Monsieur Petrantoni, dal mondo del pressappoco al pianeta dei coleotteri attraverso mostruose violenze bidimensionali di un sadico e pericoloso viaggio senza GPS
Dal 28 gennaio al 25 febbraio 2012 allo Spazio San Giorgio di Bologna

Una fantastica e fantasmagorica avventura nel mondo di Monsieur Petrantoni,originale artista milanese che ci porta a conoscere un universo parallelo, dove il vecchio e il nuovo si incontrano ridando vita a immagini altrimenti perse nel tempo



Grafico, illustratore e grande interprete del contemporaneo, Lorenzo lavora con vecchie immagini tratte da antichi testi di fine '800 e le assembla graficamente creando suggestive installazioni fatte di carta, metallo e piccoli ingranaggi.

Immersa in una particolarissima atmosfera di antico e contemporaneo, la mostra, inserita nel circuito di Arte fiera Off e Art White Night, è un percorso nell'immaginario dell'artista, senza regole, senza tempo, unica.
Aperta a tutti, per ogni età e per chi sa lasciarsi andare.

Cenni biografici: Lorenzo Petrantoni nasce a Genova nel 1970.
Dopo gli studi di grafica a Milano, si trasferisce in Francia e lavora come art director presso la Young&Rubicam. Rientrato in Italia continua a collaborare con alcune delle più grandi agenzie di comunicazione,per poi allontanarsi dal mondo della pubblicità e dedicarsi completamente alla sua carriera di illustratore.
Dalla passione per la grafica e dal fascino che l’800 esercita su di lui nascono le sue illustrazioni,
realizzate con immagini tratte da vecchi manuali e dizionari dell’epoca, scovati nel suo girovagare tra i boquiniste. Illustrazioni inconfondibili con le quali ridà vita a parole, avvenimenti e personaggi altrimenti dimenticati. Con la sua arte ha creato campagne per prestigiosi marchi, ha collaborato con riviste internazionali ed ha esposto in numerose mostre sparse nel mondo.
Adesso vive a Milano, è iscritto alla 59ème Demi Brigade de Ligne de Marengo e adora la Perrier.