La doppia personale, a cura di Lori Adragna e Maria Arcidiacono, è il tredicesimo appuntamento del ciclo di mostre Ginnosofisti - Denudati fino all’essenza, organizzato da Bibliothé Bhaktivedanta in collaborazione con la Commissione Cultura di Roma Capitale. Il progetto è coordinato da Lori Adragna con Enzo Barchi.

Informazioni

Comunicato stampa

Venerdì 1 febbraio 2013 alle h 19:00 Bibliothé Contemporary Art Gallery in via Celsa 4/5 - Roma, presenta:
MONOPÓLO. Vito Bongiorno Tiziano Lucci. La doppia personale, a cura di Lori Adragna e Maria Arcidiacono, è il tredicesimo appuntamento del ciclo di mostre Ginnosofisti - Denudati fino all’essenza, organizzato da Bibliothé Bhaktivedanta in collaborazione con la Commissione Cultura di Roma Capitale. Il progetto è coordinato da Lori Adragna con Enzo Barchi



Appositamente pensata per questo appuntamento, la mostra MONOPÓLO (negativo o del terrore), ipotizza lo svelamento "gimnosofistico" di due sistemi di connessioni che ci riguardano da vicino rappresentando tra i maggiori destabilizzatori psicologici dalla fine della seconda guerra mondiale: le Borse e gli attentati.
Immaginando un’ottica verticale sul tempo e sincronicistica sullo spazio -inteso come mappa connessionistico-magica dell’arco temporale attraversato nelle sue varie dimensioni- si disegna un'Italia di oggi in relazione ai problemi ereditati durante gli anni di piombo. Questa ricerca, che nei lavori di Vito Bongiorno assume forma poetica d’afflato sociale, si traduce in Tiziano Lucci in un’opera magnetico-heisenberghiana ludica -come lui stesso la definisce- che va letta in chiave ironica e dissacrante.