Mojmir U. Ježek – Sferica

Roma - 12/04/2016 : 30/04/2016

Mojmir Ježek espone "Sferica", opere in due e tre dimensioni in cartone, polistirolo, gommapiuma e rame battuto.

Informazioni

  • Luogo: CENTRO LUIGI DI SARRO
  • Indirizzo: Via Paolo Emilio 28 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 12/04/2016 - al 30/04/2016
  • Vernissage: 12/04/2016 ore 18
  • Autori: Mojmir U. Ježek
  • Curatori: Roberto Gramiccia
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: 12-30 aprile 2016 (dal martedì al sabato ore 16-19)

Comunicato stampa

Al Centro Luigi Di Sarro dal 12 al 30 aprile Mojmir Ježek espone "Sferica", opere in due e tre dimensioni in cartone, polistirolo, gommapiuma e rame battuto.
Durante una visita alla galleria Di Sarro c'è stato l'incontro emozionante con il grembo femminile in maglia metallica realizzato da Luigi Di Sarro tanti anni prima. L'affinità rivelata è stata il motivo fondante di questa mostra.
Ježek, contemporaneamente ai suoi cuori sul Venerdì di Repubblica, ha lavorato per anni alla ricerca sul corpo femminile, rintracciandovi le strutture geometriche, la trigonometria sferica che ne regola le forme


Ma tutto ha inizio, tanti anni fa, da una foto della pancia incinta della madre del suo unico figlio.


Centro di documentazione
della ricerca artistica contemporanea Luigi Di Sarro
Via Paolo Emilio 28
00192 Roma
Tel. 063243513
www.centroluigidisarro.it – [email protected]

Per bio eng vedi qui http://members.xoom.it/affdecoeur/index2.html
Mojmir U. Jezek è nato a Roma nel 1944 da padre ceco e madre italiana. Dopo il liceo classico si è laureato in architettura a Roma. Durante l'Università costruisce sotto la direzione di Paola della Pergola, la prima sezione didattica sperimentale alla Galleria Borghese di Roma. Nel '67 è stato tra i 4 fondatori dello Studio di grafica "Fantastici 4 ". Dopo un lungo periodo di esclusiva militanza politica è tornato, alla fine degli '70, alla grafica e al disegno illustrando due libri "a fumetti": "Il libro di religione" ed. Savelli, sui rapporti nella storia umana, tra religione e potere e "No..." ed. Ar&a, una "controstoria" dei popoli indiani dell'America del Nord.
In questo periodo inizia a collaborare con alcune riviste. Dal 1978 diviene redattore grafico de la Repubblica e poco dopo inizia l'attività di vignettista e illustratore per lo stesso quotidiano (cartoons). Dopo l'apertura del magazine "il Venerdì" inizia a illustrare la rubrica "Questioni di cuore" di Natalia Aspesi: stesso soggetto cucinato ogni settimana in una salsa diversa, in sintonia con gli "Esercizi di stile" di Raymond Queneau. Fino ad oggi ne ha disegnati circa 300 (heartbeats).
Durante gli anni '80 crea il personaggio di Madame Inquieta, una donna liberata, soprattutto sessualmente, cha ha un cuore al posto della testa. Viene pubblicato per diversi anni su Linus e, dopo una lunga assenza, riappare, per l'ultima volta, su "Cuore". Pubblica a puntate il primo (e ultimo) episodio di "Bonito-fumetti di mare e di costa" sulla rivista nautica Bolina, di cui è ancora attualmente collaboratore.
In questi anni, oltre che con Repubblica, collabora saltuariamente con altri giornali, tra cui il Male e Playboy, insegna grafica editoriale e poi illustrazione all'Istituto Europeo di design di Roma. Viene invitato al 3eme Festival de la caricature politique a Epinal e partecipa a diverse manifestazioni e collettive di disegnatori in Italia.
In questo periodo inizia un lavoro di confine tra pittura e illustrazione con alcune sequenze, ognuna di 12 acrilici su cartone (100x100), che vengono pubblicati con montaggi da testi letterari: "Amori Crudeli" con testi di Junichiro Tanizaki, "Distanze" e "Porte" con testi di Peter Handke, il "Macellaio" con testi di Alina Reyes e "Nature vive" con una selezione di versi tratta dal Cantico dei Cantici della Bibbia. Queste sequenze sono state pubblicate da l' Echo des Savanes (Francia) El Vibora (Spagna) Epix (Svezia) e Blue (Italia) e sono stati presentati in mostre personali alla galleria l'Image, galleria Yanika e alla Nuova Pesa, Roma. Ha iniziato un'indagine sui miti greci dell'amore con una sequenza su Anima e Amore (amore e psiche) non ancora pubblicata (comics).
I suoi "cuori" sono stati esposti alla galleria Nuages, Milano e alla galleria dell'Incisione, Brescia. Nel Febbraio 2001 il Comune di Napoli gli ha dedicato la vasta mostra personale "Batticuori", organizzata dalla Fabbrica del Lunedì" a Castel dell'Ovo con 270 diverse versioni in acrilico su cartone dei disegni pubblicati sul Venerdì di Repubblica. In questa occasione vengono stampati diversi "cuori" in serigrafie numerate. Recentemente ha iniziato una collaborazione con le pagine della Cultura di Repubblica e del Mattino (edit illustration).
Attualmente sta lavorando sul tema del corpo femminile con una serie di grandi cartoni e altorilievi in gommapiuma o polistirolo denominati "Trigonometria sferica" (Artwork) e sta promuovendo insieme alla "Crociera Mediterranea di Zingara" una mostra itinerante di incontro tra artisti di tutti i paesi costieri del Mediterraneo.
Sono in preparazione mostre dei "cuori" alla Galleria Nuages di Milano, alla Good Earth Gallery di Philadelphia (Usa) e, a Salerno, alla galleria Selezioni d'Arte in collaborazione con la Provincia. Inoltre "Trigonometria sferica" alla galleria "La Fabbrica del Lunedì" a Napoli.