Mobile Architecture – Spillmann Echsle

Roma - 23/09/2014 : 23/09/2014

Incontro con gli architetti svizzeri Spillmann Echsle per il secondo incontro di MOBILE ARCHITECTURE, ciclo di conferenze curato da Emilia Giorgi, che presenta singolari esempi di un’architettura flessibile, libera da parametri e capace di adattarsi a luoghi diversi e stili di vita in continua evoluzione.

Informazioni

Comunicato stampa

MAXXI, MARTEDÌ 23 SETTEMBRE, ORE 20.00

appuntamento con gli architetti svizzeri
SPILLMANN ECHSLE


per MOBILE ARCHITECTURE
ciclo di conferenze su singolari esempi di architettura mobile
a cura di Emilia Giorgi


PROSSIMI APPUNTAMENTI
2 ottobre | Didier Fiuza Faustino (Francia)
7 ottobre | Matilde Cassani (Italia)

Spazio YAP Piazza del MAXXI | INGRESSO LIBERO

www.fondazionemaxxi.it


Roma, 18 settembre 2014

Appuntamento al MAXXI martedì 23 settembre alle ore 20.00 (Spazio YAP, Piazza del MAXXI | INGRESSO LIBERO) con gli architetti svizzeri Spillmann Echsle per il secondo incontro di MOBILE ARCHITECTURE, ciclo di conferenze curato da Emilia Giorgi, che presenta singolari esempi di un’architettura flessibile, libera da parametri e capace di adattarsi a luoghi diversi e stili di vita in continua evoluzione. Una tematica che ha origini radicate nella storia del design e dell'architettura, ma non perde mai di attualità.

Dopo il successo del primo incontro con gli inglesi Aberrant Architecture, martedì il pubblico del MAXXI potrà confrontarsi con gli architetti di Zurigo Spillmann Echsle, autori tra le altre cose di The House of Switzerland, un grande padiglione itinerante ideato per rappresentare la cultura elvetica nel mondo. Introdotti da Francesco Garofalo e moderati da Emilia Giorgi, racconteranno il loro lavoro che si basa sull’architettura mobile come azione di recupero, di valorizzazione dell’esistente contro l’inopportunità della costruzione a ogni costo: emblema della riappropriazione dei container con il progetto del flagship di Freitag del 2006, Spillmann Echsle mostrano la flessibilità che l’architettura possiede, edificando quando necessario, e recuperando quando è meglio. Si ringrazia per il sostegno l’Ambasciata di Svizzera in Italia.

Con MOBILE ARCHITECTURE seguendo il percorso per immagini proposto dai diversi protagonisti, sarà possibile scoprire le potenzialità offerte dall’architettura mobile, partendo dai modelli abitativi all'accoglienza, dal retail ai padiglioni temporanei. Il tutto leggero, trasportabile e adattabile ai più diversi contesti con estrema agilità. Gli incontri rappresentano un’occasione per intraprende un viaggio attraverso le molteplici declinazioni che questo stimolante campo progettuale può offrire, come fondamentale terreno di sperimentazione di inedite forme architettoniche.

Prossimo appuntamento il 2 ottobre con il francese Didier Fiuza Faustino, noto per le sue sperimentazioni in equilibrio tra arte e architettura. Qui lo spazio abitabile arriva ad adattarsi al corpo, lo segue nei suoi movimenti, è indossabile.
A chiudere il ciclo di conferenze sarà il 7 ottobre l’italiana Matilde Cassani che all’interno della sua ricerca sui rituali e i luoghi di culto contemporanei ha progettato spazi di preghiera differenziati per religioni, pieghevoli e facilmente trasportabili.




PROGRAMMA

2 ottobre ore 20
Conferenza Didier Fiuza Faustino
Introduce Alexis Sornin, conduce Emilia Giorgi

7 ottobre ore 20
Conferenza Matilde Cassani
Introduce Margherita Guccione, conduce Emilia Giorgi