Mirko Baricchi – Maggese

Milano - 14/05/2015 : 14/06/2015

Realizzata in occasione di Milano Expo 2015, la mostra presenta una decina di opere inedite, alcune delle quali di grandi dimensioni, il cui tema trae ispirazione dal ciclo della natura.

Informazioni

  • Luogo: IL VICOLO
  • Indirizzo: via Maroncelli 2 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 14/05/2015 - al 14/06/2015
  • Vernissage: 14/05/2015 ore 18
  • Autori: Mirko Baricchi
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

La sede milanese della galleria d’arte Il Vicolo presenta la mostra personale di Mirko Baricchi dal titolo “ Maggese” giovedì 14 maggio alle 18,00 in via Maroncelli 2.
Realizzata in occasione di Milano Expo 2015, la mostra presenta una decina di opere inedite, alcune delle quali di grandi dimensioni, il cui tema trae ispirazione dal ciclo della natura




Humus 4, acrilico su carta, 2015, cm 120 x 120

Maggese, il titolo della mostra, si riferisce infatti a quel momento particolare nel quale in agricoltura il campo viene lasciato a riposo, senza alcuna coltivazione, la terra mossa dall’aratura, perché possa tornare fertile per le coltivazioni future. Sistema caduto in disuso dallo sfruttamento del terreno per le colture intensive, riprende ora nuovo interesse con l’avvento di un’agricoltura più responsabile.
Una riflessione dunque, da parte di Baricchi, sulla natura e sul suo sfruttamento ma soprattutto una riflessione sull’uomo e sull’atto del creare. In un mondo affastellato, il maggese diventa simbolo del momento di un riposo che serve a rigenerarsi per riacquistare forza e capacità di rinascita, di un respiro profondo che dà aria, di una sospensione che ha già in sé i termini dell’azione.
Una ricerca anche in termini stilistici, dove l’artista indaga la dimensione del paesaggio attraverso vaste campiture di terra ocra da cui emergono elementi archetipi, rossi segni arcaici di un fare legato alla natura, come utensili e oggetti stilizzati, memoria della forma narrativa delle pitture rupestri.



Biografia
Mirko Baricchi nasce a La Spezia il 12 aprile del 1970. Dopo il liceo si trasferisce a Firenze, dove
frequenta l'Istituto per l'Arte e il Restauro Palazzo Spinelli. Dopo il diploma e un breve periodo di
lavoro come grafico pubblicitario, parte per il Messico, un viaggio che segna la sua vita d'artista. Qui
lavora come illustratore per una nota agenzia di comunicazione americana, ma non abbandona la
sua passione per la pittura. In una delle sue numerose visite ai Musei messicani viene folgorato
dall'artista Rufino Tamayo. Lascia il lavoro in agenzia come illustratore e poco dopo partecipa ad una
collettiva al Museo Siqueros, ricevendo riscontri positivi da parte della critica. Dopo oltre due anni
torna in Italia, trasferendosi a Milano, dove sfrutta la sua abilità di disegnatore nel campo della
pubblicità e dell'editoria. In questo periodo matura la decisione di dedicarsi esclusivamente alla
pittura. Dal 1998 vive e lavora a La Spezia.

Mostre:

2013 “Circus #1”, Galleria d’arte Il Vicolo, Genova
2012 "Germogli. e di stelle", Cardelli & Fontana, Sarzana. Testo di E. Forin [P]
"Costellazione", Cardelli & Fontana, Sarzana. Testo di Luigi Cerutti [C]
2011 "De Rerum", Galerie Fabrice Galvani, Toulouse (Francia) [P]
"Rendez-vous con Mirko Baricchi", Galleria Bianconi, Milano [P]
2010 "De Rerum", Galería Barcelona, Barcellona, Spagna [P]
"Melting pot", LA Artcore, Los Angeles, California, USA [C]
2009 “Fuori tema”, Galleria L’Ariete, Bologna [P]
“Mediterraneo”, Galleria Forni, Milano [P]
“Il Diavolo e l’Acquasanta”, Palazzo Paolo V, Benevento [C]
2008 “9° Premio Cairo”, Museo della Permanente, Milano [C]
Allestimento scenico per lo spettacolo Creatura della compagnia Balletto Civile, 6° Festival
Internazionale di Danza Contemporanea, Biennale di Venezia, Venezia
“Finestra sul Golfo”, CAMeC - Centro Arte Moderna e Contemporanea, La Spezia [P]
“Cloudy”, Cardelli & Fontana, Sarzana. Testo di Marco Vallora [P]
2007 “Pinocchio - Mimmo Paladino/Mirko Baricchi”, Galerie Fabrice Galvani, Toulouse (Francia) [P]
“L’alibi dell’oggetto - Morandi e gli sviluppi della natura morta in Italia”, Fondazione
Ragghianti, Lucca, a cura di M. Pasquali [C]
“Biennale del Muro Dipinto - XXI ed.”, a cura di M. Pasquali, Dozza (RE) [C]
2006 “In_Teca”, Galleria d’arte Il Vicolo, Genova [P].“La casa del custode”, Galleria L’Ariete, Bologna. Testo di Valerio Dehò [P]
“Baricchi/Pellegrini: Spezzare il tetto della casa”, Galleria Traghetto, Venezia-Roma.
Testo di A. Zanchetta [P]
“Home”, Galleria Forni, Milano [P]
2005 “Parole dipinte”, Galleria Traghetto, Venezia [C]
“Premio G. Salvi”, Sassoferrato, Ancona. A cura di Mauro Corradini [C]
“Biennale Aldo Roncaglia”, San Felice sul Panaro, Modena [C]
“Memoria contemporanea”, Centrale Idroelettrica Taccani, Trezzo sull’Adda [C]
2004 “Biennale in transito”, Castel S.Angelo, Roma [C]
2003 “Malinconico predisposto”, Galleria Factory, Modena. Testo di L. Beatrice [P]
2002 “Materia tinta”, Galleria Cardelli & Fontana, Sarzana. Testo di F. Gualdoni [P]
2001 “Fradici segni”, Galleria Cardelli & Fontana, Sarzana. Testo di A. Riva [P]
Galleria Traghetto, Venezia [P]
2000 "Allo specchio", Galleria d'arte Il Vicolo, Genova [P]
“XVIII Rassegna d’Arte Teatro di Buti”, Buti (PI) [P]
Galleria il Gabbiano, La Spezia [C]
1998 Galleria Il Gabbiano, La Spezia [P]
Galleria Kontraste, Pietrasanta [P]
“Biennale d’Arte Immagini Giovani”, Castello dei Peraga, Padova [C]
1997 Torre Capitolare, Portovenere (SP) [P]
Centro espositivo Salvator Allende, La Spezia [C]
1996 Galleria Anziché, Firenze [P]
Galleria Il Gabbiano, La Spezia [C]
Castello di Final Borgo, Finale Ligure [C]
1994 Galleria Arte y Arte, Acapulco, Messico [P]
Galleria Kona, Città del Messico [P]
1993 Galleria Andreas Siegel, Città del Messico [P]