M’illumino d’immenso / Facciamo il punto

Milano - 06/04/2017 : 09/04/2017

Doppio appuntamento negli spazi di Nonostante Marras in occasione del Salone del Mobile.

Informazioni

  • Luogo: NONOSTANTE MARRAS
  • Indirizzo: via Cola di Rienzo, 8 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 06/04/2017 - al 09/04/2017
  • Vernissage: 06/04/2017 ore 17.30 -20.30
  • Autori: Antonio Marras, Fernando e Humberto Campana
  • Generi: design, disegno e grafica
  • Orari: apertura al pubblico: da martedì 4 a domenica 9 aprile 2017 ore 10-19
  • Biglietti: ingresso libero
  • Uffici stampa: MARIA BONMASSAR

Comunicato stampa

Doppio appuntamento negli spazi di Nonostante Marras in occasione del Salone del Mobile di Milano 2017, dal 4 al 9 aprile, con due rassegne che invaderanno sia lo showroom che l’area espositiva della fucina siglata Marras: M’illumino d’immenso e Facciamo il punto



Nonostante Marras ospita M’illumino d’immenso, un viaggio nella luce interpretata dallo stilista che ripropone una variante delle sue Orfanelle, installazione del 2004 recentemente esposta alla Triennale di Milano, insieme a Retratos Iluminados, un gruppo di 13 lavori realizzati da Fernando e Humberto Campana e alcune ricamatrici delle comunità nelle favelas di Sergipe e Alagoas, per finire poi con Bandidos Iluminados, 12 le opere in mostra, un lavoro a quattro mani, anzi sei, tra i fratelli Campana e Antonio Marras.

Veli, grembiuli, vecchi abiti lacerati e ricuciti, tasche, ricami e trasparenze: le 80 Orfanelle di Marras sono angeli caduti, fate erranti che anelano ad ascendere in un percorso terra-cielo dove tutto va rimpicciolendosi, gonfiandosi, resuscitando antichi spiriti che albergano le piccole gonne illuminate dall’interno.

Retratos Iluminados (Instituto Campana, IPTI), opere dei fratelli Campana, risultato della partnership con Institute of Research, Technology and Innovation (IPTI) che hanno il preciso scopo di far conoscere e salvare la manualità e l’artigianato, sempre più a rischio di “estinzione”. Le lampade sono composte da telai da ricamo, sospesi nell'aria, che si affacciano sullo spazio mostrando, in un alone di luce, i volti dei soggetti ricamati sulle tele. I “ritratti di luce” sono quelli delle stesse ricamatrici: una scelta voluta dal duo per sottolineare un gesto di libertà, una negazione degli stereotipi, perché si può uscire e si deve dal solito e dal conosciuto.

I Bandidos Iluminados, progetto nato dalla collaborazione tra Marras e i Campana, riproducono invece i volti dei fuorilegge più noti al mondo, da Al Capone a Pablo Escobar, da Caligola a Butch Cassidy e Sundance Kid, nonché di alcuni leggendari banditi sardi, anch’essi ricamati su stoffe retroilluminate, con interventi sartoriali del genio creativo di Marras.

Francesca Alfano Miglietti afferma: “Le lampade diventano una metafora, un augurio, una compagnia, una presenza, un modo di vedere […] una postazione di approdo da incursioni, un luogo di sosta, un posto dove aspettare, immersi nelle luci dell’immaginario dell’arte, del design, della poesia. Insieme.

Il negozio sarà il teatro di un’escursione multidisciplinare sul “punto”: dal concetto matematico di entità adimensionale, a quello filosofico di inizio o di fine (nascita o morte) Facciamo il punto riflette sulle sfaccettature attribuite al punto. Punto ricamato, punto musicale, punto eziologico, punto quantico, punto astratto, punto concreto, pois, a un certo punto… E’ lo stesso Marras ad aver affermato che il suo primo approccio con l’arte sia avvenuto grazie a una delle famose tele bucate di Lucio Fontana, attraverso cui la sua attenzione di alunno distratto si è focalizzata sull’enorme potenzialità che un punto avrebbe potuto offrirgli”.

In mostra un’esplosione di opere, disegni, oggetti, progetti, e carte da parati, tazze, profumi, che hanno come filo conduttore il punto declinato secondo le via via mutevoli esigenze, oggetti creati da Marras e dai suoi amici e ospiti quali Istituto Campana, Tonino Serra per il flower design e tutto ciò che sboccia, Mauro Sargiani-Elefante Rosso Produzioni, Serra&Fonseca, Stephan Hamel, Claudia Losi, Cesare Fullone, Franko B, Traslochi Emotivi, Lucia Pescador, Libri di Orso Ficili, Monica Castiglioni e tanti altri che si aggiungono punto per punto.

Infine, visto il grande successo della precedente edizione, anche quest’anno ritornerà il temporary restaurant chez Marras, ma sono ancora segrete le proposte di questa stagione. Per info e prenotazioni rivolgersi allo 02 89075001, [email protected]