Michele Guido – 02.02.13_garden project

Roma - 02/02/2013 : 16/03/2013

A tre anni dalla prima personale Z2O Garden Project _2009, l’artista propone un nuova serie di lavori sitespecific in aperto dialogo con gli spazi della galleria.

Informazioni

  • Luogo: Z2O GALLERIA - SARA ZANIN
  • Indirizzo: Via della Vetrina 21 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 02/02/2013 - al 16/03/2013
  • Vernissage: 02/02/2013 dalle 12:00 alle 20:30
  • Autori: Michele Guido
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a sabato 10.30 - 19.30 (o su appuntamento)
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

La Z2O Galleria | Sara Zanin è lieta di presentare 02.02.13_garden project di Michele Guido. A tre
anni dalla prima personale Z2O Garden Project _2009, l’artista propone un nuova serie di lavori sitespecific in aperto dialogo con gli spazi della galleria. Michele Guido porta avanti da anni una ricerca
focalizzata sul rapporto tra natura e spazio architettonico. Il giardino, principale elemento di raccordo tra
le due parti, è oggetto di un’approfondita indagine analitica che scompone la percezione spaziale del
reale alla ricerca di nuovi possibili raccordi e corrispondenze


Punto di partenza e al tempo stesso fulcro centrale della mostra è Lotus Garden project #05
_RaphaelUrbinas 1504_2011, opera recente che mette in relazione le nervature di una foglia di loto con
il tempio sullo sfondo de Lo sposalizio della Vergine di Raffaello e, di conseguenza, anche con il
Tempietto di San Pietro in Montorio del Bramante.
Un lavoro in cui la prospettiva del Rinascimento pittorico, bidimensionale, prende forma tridimensionale
attraverso l’elaborazione digitale del tempio di Raffaello sintetizzato e serigrafato a laser su Plexiglas.
Le altre due installazioni in mostra, appositamente create per gli spazi della galleria, proseguono su altri
piani il rapporto tra la pianta circolare del tempietto – emblema della cultura del primo Cinquecento –
con il frutto di loto e altre sezioni di piante della famiglia dell’euphorbia, tutti dettagli macro di piante
custodite in vari giardini botanici e soggetti di numerose campagne fotografiche da parte dell’artista. In
particolare, le pareti e il soffitto della sala principale diventano il supporto per la messa in scena di uno
scatto fotografico, “un'istantanea” scomposta in diversi piani ortogonali che ribalta la percezione del
fruitore trasformando lo spazio tangibile in uno luogo immateriale, un hortus conclusus di
contemplazione e raccoglimento.
Michele Guido (1976, Aradeo, LE) vive e lavora a Milano. Mostre personali: 2009 Z2O Garden project, Z2O Galleria |
Sara Zanin, Roma - 2006 Marseille project, Galeriedu Tableau, Marsiglia. Principali mostre collettive: 2012 Umana
Natura, Masseria Torcito, Cannole (LE) - Muro di China, Eva Menzio, Torino. 2011 12° Premio Cairo, Palazzo della
Permanente, Milano - Botanica, Museo PlArt Napoli - Made in Filandia, Tenuta della Filanda, Pieve a Presciano, Arezzo
- Km 0, Segni d’arte a Sud, Laboratorio di Arte e Architettura, Lecce - L’arte non è cosa nostra_Le Accademie, Tese di
San Cristoforo, Venezia - Pure water vision: Acea EcoArt, Auditorium Conciliazione, Roma. 2010 OPEN 13, Isola di San
Servolo, Venezia. 2009 SEGNARE/ Disegnare, Accademia di San Luca, Roma. 2008 Concorso Internazionale per
Giovani Scultori, Fondazione Arnaldo Pomodoro, Milano. 2006 Loading, Castello Baronale, Acerra, Napoli -
Corsswork#1, Giardino del Complesso di Santa Cristina, Bologna. 2005 MenoTrenta, Museo A. Olmo, Savigliano – CN.
2004 Talk to the City, Careof&Viafarini, Milano. 2003 Liaisons(nessi), Chiesa di S. Cristoforo, Lodi. 2002 Start 3,
Kulturzentrum alte Kaserne, Winterthur, Svizzera. 2001 Salon I ’01, Museo della Permanente, Milano. 2000
Journeeportesouvertes, EcoleNationaleSupérieure d’Art de Nancy, Francia.