Maurizio Finotto – Archeologia da spiaggia

Napoli - 28/04/2022 : 31/07/2022

Mostra personale.

Informazioni

Comunicato stampa

Abbandonati e trascinati dalla risacca per trovare nuova vita: sono gli oggetti di plastica che l'artista Maurizio Finotto ha raccolto durante dieci anni di ricerca fra i litorali del Bel Paese

Uno scavo particolarissimo, che trova valore creativo nella mostra Archeologia da spiaggia, in programma nelle sale della Stazione Neapolis del Museo Archeologico Nazionale di Napoli dal 28 aprile sino al 31 luglio 2022: nell'esposizione, curata da Melania Rossi, Finotto "assembla" e ripensa oggetti dimenticati nel tentativo di ricostruirne un'ipotetica funzione, proiettandoci con sottile ironia in un futuro che ha ormai perso memoria degli usi e costumi della nostra epoca.

Nell'allestimento, curato dagli architetti Silvia Neri e Marinella Parente con la curatrice Melania Rossi e lo stesso Finotto, vi sono tredici opere (sculture, diorami, calchi, video-installazioni e video-animazioni) a confronto con una decina di reperti che provengono dai depositi del Museo. Il progetto creativo è sovrapponibile alla ricerca archeologica: esplorazione, ritrovamento, conservazione, interpretazione, nuova esposizione del manufatto sono i passaggi seguiti dall'artista. Con un significativo e ulteriore trait d'union: l'opera è adesso, come l'ha resa il tempo e, nel caso delle plastiche di Finotto, il mare.

In esposizione anche la videoinstallazione Risacca del Novecento, che ripercorre la genesi e gli sviluppi del progetto artistico di Finotto.

La mostra è in collaborazione con lo Studio Trisorio.


Biografia
Maurizio Finotto, nato a Venezia nel 1968, vive e lavora a Bologna. È regista, autore e artista. Ha scritto e realizzato documentari, serie tv, spot, videoclip, cortometraggi, video d’arte, video installazioni e partecipa attivamente a eventi e Festival nazionali e internazionali. Ha ideato e realizzato produzioni per Rai, Mediaset, MTV e per la piattaforma satellitare Tele+, Sky Cinema, Discovery Channel. Tra gli ultimi lavori ricordiamo: Disincantoiconico, film su Luigi Ontani; Kintsugi Emilia, video installazione presentata alla Triennale di Milano nell’ambito della mostra Terreferme; Manutenzione dei sogni. Omaggio a Federico Fellini, spettacolo multimediale scritto e interpretato da Ermanno Cavazzoni; Vita morte e miracoli, personale presentata al Museo d'Arte Moderna di Bologna; Real Utopias, videoinstallazione a Manifesta 13 Marsiglia. È docente di Linguaggi e tecniche dell’audiovisivo all’Accademia di Belle Arti di Bologna.