Matteo Vettorello – Pressione Simpatica

Milano - 12/09/2019 : 07/10/2019

Pressione Simpatica è la prima mostra personale di Matteo Vettorello (Venezia, 1986), curata da Irene Sofia Comi e pensata appositamente per gli spazi di Edicola Radetzky a Milano.

Informazioni

Comunicato stampa

Matteo Vettorello | Pressione Simpatica 
a cura di Irene Sofia Comi

Edicola Radetzky, viale Gorizia (lato Darsena), Milano
Opening: 12 settembre ore 18.30

dal 13 settembre - 7 ottobre 2019

Pressione Simpatica è la prima mostra personale di Matteo Vettorello (Venezia, 1986), curata da Irene Sofia Comi e pensata appositamente per gli spazi di Edicola Radetzky a Milano.
In questa mostra Vettorello presenta il progetto Autoindicatore di pressione simpatica, una grande scultura interattiva site-specific

Alternando tempi e modalità di fruizione differenti, l’opera è pensata per coinvolgere attivamente il pubblico, restituendo la duplice natura del lavoro, in continua oscillazione tra il concetto di opera d’arte e dispositivo d’attivazione.
Quasi come un macchinario medico destinato alla cura di una patologia, attraverso un sistema biometrico la scultura rielabora le pulsazioni cardiache dei “pazienti-fruitori”, misurando la loro capacità empatica.
Insieme ad alcuni bozzetti a tecnica mista, il progetto diventa metafora per una visione critico-ludica della società e del paesaggio urbano circostante: Pressione Simpatica è contemporaneamente limite e contatto tra alienazione e collettività, tra accadimento magico e atto contemplativo.

Data la duplice natura scultorea e performativa dell’opera, il pubblico potrà interagire con la scultura negli spazi di Edicola Radetzky due volte a settimana per tutta la durata della mostra.

Matteo Vettorello (Venezia, 1986) vive e lavora tra Venezia e Milano. La sua ricerca approfondisce le relazioni tra uomo, arte e scienza, riflettendo sull’autodeterminazione dell’uomo nella realtà contemporanea. Le sue sculture interattive, caratterizzate da sistemi biometrici per la quantificazione di stati mentali e comportamentali, sono dispositivi che riflettono la condizione contemporanea dell’individuo nella società. 
Si laurea in Arti Visive all’Università IUAV di Venezia e si diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Tra le più recenti mostre e residenze si ricordano: Fondazione Bevilacqua la Masa, Venezia (2018); VIR ViaFarini-in-residency, Milano (2019); BJCEM, Biennale Mediterranea 18, Tirana (2017); Art Stays festival, Ptuij (2019). Attualmente partecipa allo studio program presso l’archivio DOCVA, negli spazi della Fabbrica del Vapore a Milano.

…………………………………………………………………………:……..

Matteo Vettorello | Pressione simpatica 
a cura di Irene Sofia Comi
Edicola Radetzky, Viale Gorizia (lato Darsena), Milano
[email protected]
www.edicolaradetzky.it

Opening: 12 settembre, ore 18:30
13 settembre - 7 ottobre 2019

Pressione Simpatica è visibile 24h su 24h

Giorni e orari di apertura:
giovedì e venerdì 
18:30 - 20:30

Per partecipare all'attivazione dell'opera è gradita la prenotazione:
[email protected]

…………………………………………………………………………:……..

EDICOLA RADETZKY PRESENTS:

Matteo Vettorello | Pressione simpatica 
curated by Irene Sofia Comi

Edicola Radetzky, Gorizia avenue, Milan
Opening: September 12, 6:30 pm

September 13 – October 7 2019

Pressione Simpatica (Sympathetic Pressure) is the first solo show of Matteo Vettorello (Venezia, 1986), curated by Irene Sofia Comi and specifically designed for Edicola Radetzky’s spaces, in Milan.
In this exhibition, Vettorello presents the project Autoindicatore di pressione simpatica (Self-indicator of sympathetic pressure), a large interactive and site-specific sculpture. Alternating different times and ways of fruition, the work is designed to actively involve the public, giving back the dual nature of the work, constantly oscillating between the concept of work of art and activation device.
Almost like a medical machine for a disease treatment, through a biometric system the sculpture re-elaborates the heart beats of the "patient-users", measuring their empathic capacity.
Together with some mixed-media sketches, and with a night lighting designed ad hoc, the project becomes a metaphor for a critical-ludic vision of the society and the surrounding urban landscape: Pressione Simpatica is at the same time limit and contact between alienation and collectivity, living in a threshold between magical occurrence and contemplative act.

Due to the dual sculptural and performative nature of the artwork, the public will be able to interact with the sculpture in the spaces of Edicola Radetzky twice a week for the entire duration of the exhibition.

Matteo Vettorello (Venice, 1986) lives and works between Venice and Milan. His research explores the relationships between humankind, art and science, reflecting on the human self-determination in our contemporary reality. His interactive sculptures, characterized by biometric systems for the quantification of mental and behavioral states, are devices that reflect the contemporary condition of the individual in society.
Vettorello graduated in Visual Arts at the IUAV University of Venice and graduated in Painting at the Academy of Fine Arts in Venice. The most recent exhibitions and residences include: Bevilacqua la Masa Foundation, Venice (2018); VIR ViaFarini-in-residency, Milan (2019); BJCEM, Mediterranean Biennial 18, Tirana (2017); Art Stays festival, Ptuij (2019). He currently attends the study program at the DOCVA archive, in the Fabbrica del Vapore in Milan.


…………………………………………………………………………:……..

Matteo Vettorello | Pressione simpatica 
curated by Irene Sofia Comi
Edicola Radetzky, Gorizia avenue, Milano
[email protected]
www.edicolaradetzky.it

Opening: September 12, 6:30 pm
September 13 – October 7 2019

The exhibition is available 24 hours a day
Opening to the public on:
Thursday – Friday 
6:30 - 8:30 pm

Advance bookings suggested to participate in the activation of the artwork:
[email protected]

Una macchina per misurare l’empatia. Matteo Vettorello a Milano

L'artista veneziano Matteo Vettorello è in mostra a Milano negli spazi di Edicola Radetzky con una personale composta da un'installazione interattiva e una serie di disegni. Il dispositivo centrale, utilizzabile dai visitatori, è una macchina che misura l'empatia tra due persone e la trasforma in un evocativo soffio